Connect
To Top

Patenti 2013: facciamo un po’ di chiarezza per rispondere ai tanti quesiti ricevuti

Sono tantissime le domande e i quesiti che molti di voi ci hanno posto in merito alla normativa 2013 sulle nuove patenti europee, entrata in vigore proprio pochi giorni fa. Proviamo a chiarirvi le idee con questo nuovo articolo.

Come ben sapete, dal 19 gennaio 2013 è entrata in vigore la nuova normativa che regolamenta il sistema delle patenti e si uniforma, così, alla disciplina europea. In questo articolo  abbiamo già indicato quali sono le modifiche principali che interessano noi Riders. Ma il dubbio che affligge molti – a quanto pare –  è quanto, tutto ciò, vada a influire anche su coloro che hanno situazioni “in itinere”, antecedenti al 19 gennaio 2013.

Accedendo al sito del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti è possibile scaricare e visionare il testo della nuova normativa. Alla voce “EQUIPOLLENZE DEI TITOLI DI ABILITAZIONE ALLA GUIDA RILASCIATI IN ITALIA PRIMA DEL 19 GENNAIO 2013″ si evince che:

 “le patenti conseguite entro il 18 gennaio 2013 conservano la loro efficacia: pertanto il titolare di tali patenti rimarrà comunque abilitato alla guida di quei veicoli che la stessa gli consentiva, al tempo in cui è stata conseguita” secondo la tabella di equipollenza che riportiamo qui di seguito:

Categoria di patente posseduta alla data del 18.1.2013 Periodo di conseguimento Categorie
Certificato di idoneità alla guida del ciclomotore (CIGC) Conseguito fino al 18.01.2013 AM
A Conseguita entro il 31.12.1985 A
A Conseguita dal 01.01.1986 al 25.04.1988 AM + “a” ovvero A se è stata sostenuta la prova pratica integrativa.
A senza limitazioni Conseguita con accesso diretto dal 26.04.1988 oppure con accesso graduale dal 26.04.1988 fino al 18.01.2011 A
A con limitazioni Conseguita dal 19.01.2011 al 18.01.2013 A
A1 Conseguita dal 01.07.1996 al 30.09.1999 A
A1 Conseguita dal 01.10.1999 fino al 18.01.2013 A1
B Conseguita entro il 31.12.1985 A, B
B Conseguita dal 01.01.1986 al 25.04.1988 “a”, B

.

Adesso è più chiaro, Ragazzi?

Inoltre, è utile sapere che, coloro che abbiano già conseguito le patenti di categoria A1 o A entro il 18 gennaio 2013, sono abilitati alla guida di tricicli e quadricicli, senza limitazioni, solo in Italia: tali abilitazioni nazionali non sono annotate sulla patente; inoltre, è bene sapere che le patenti di categoria A1 (ndr, sempre per chi abbia sostenuto l’esame prima del 19 gennaio 2013) non devono rispettare il rapporto potenza/massa <= 0,10 kW/kg (“minore/uguale a…“); e infine, che le patenti di categoria A, conseguite per accesso graduale (ndr, a partire dai 20 annidal 19 gennaio 2011 (ndr, al 18 gennaio 2013) abilitano, per i due anni successivi alla data di conseguimento, alla guida di motocicli di potenza <= 25 kW e rapporto potenza/massa <= 0,16 kW/kg. Inoltre, non devono rispettare il limite di non derivare da una versione che sviluppi più del doppio della potenza massima consentita. Decorsi due anni dalla data del conseguimento, abilitano alla guida di motocicli senza limitazioni (patente A), senza necessità di dover sostenere alcuna prova pratica di guida.

Quanti numeri, quanti kw e quanti cv… quante specifiche da ricordare

Insomma, non è mai facile metabolizzare nuove normative in poco tempo. Noi abbiamo provato a darvi una mano ma, se qualcosa ancora non torna, vi ricordiamo che è sempre bene accertarsi delle questioni presso la Motorizzazione Civile. In rete potete reperire facilmente i numeri verdi dove chiedere info anche telefonicamente.


2 Comments

  1. Carlo S.

    2013/01/26 at 3:29 PM

    Perdonate la domanda ma mi resta un dubbio: io ho conseguito nel 2009 la patente A2 con limitazione 78 (solo moto con cambio automatico). A partire dunque dal 2011 io ho una patente A3 sempre limitata al cambio automatico. Con le nuove leggi la mia patente resta comunque con quella limitazione o no? In caso affermativo, devo aspettare fino ai 24 anni per rifare l’esame?

  2. Francesco

    2016/09/29 at 8:43 AM

    Salve, vorrei sapere una cosa gentilmente, io ho preso la patente A nel 2006 (cambio automatico) ieri ho rinnovato la patente e adesso c’è scritto A2 ecco volevo sapere se adesso con la nuova legge ci sono dei limiti oppure essendo che, la mia patente è del 2006 non ho limiti a guidare scooter di qualsiasi cilindrata grazie.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in News