Connect
To Top

Orari TV SBK Monza 2010: presentazione del circuito (video) e introduzione alla gara


Dopo il ruggito in salsa british di Assen, la Superbike raggiunge lo Stivale per uno degli appuntamenti più attesi dell’anno sul circuito di Monza. Per “i nostri”, vietato far male, e in Ducati e in Aprilia si affilano i cilindri con passione tricolore.

L’acuto di Johnny Rea (vittoria in Gara1 e Gara2 nel GP d’Olanda) rimbomba ancora nelle orecchie alla vigilia di Monza 2010. L’inglese risorge dopo un avvio in sordina dichiarando guerra al connazionale Haslam per la conquista del titolo. Ma per secoli la marina britannica ha dovuto fare i conti con un duro monito: occhio ai Corsari! Max Biaggi arriva a Monza con tutte le intenzioni di non sfigurare davanti al pubblico di casa, magari bissando l’oramai leggendaria impresa di Portimao.

Pronti a rompere le uova nel paniere, oltre allo scatenato Carlos Checa su Ducati Althea, gli Yamahisti Toseland e Crutchlow. Entrambi hanno dato prova (con alti e bassi) di poter tirare fuori la zampata graffiante al momento giusto, proprio come Leon Camier ancora alla ricerca, purtroppo, di un rendimento costante sulla RSV4 (piccola annotazione, oltre a quelle di Biaggi e Camier, saranno al via, a Monza, altre due Aprilia del Team Gabrielli guidate da Sandi e Pellizzon).

Atteso tra i cordoli lombardi anche l’alfiere BMW, Troy Corser, in rapida ascesa nelle ultime gare, mentre per le Ducati ufficiali Xerox, è diventata oramai una questione d’onore: imperativo categorico, tirare fuori il “carattere”. Riusciranno Fabrizio e Haga a compiere l’impresa?

A fornire le dovute risposte ci penserà l’Autodromo di Monza, tempio della velocità nato nel lontano 1922 per ospitare il Gran Premio di Formula 1. Pista adrenalinica per eccellenza, la sua caratteristica principale è quella di consentire medie velocistiche elevatissime e gas spalancato per buona parte del tracciato; un percorso che si distende lungo 5,777 chilometri (16 metri in meno rispetto al 2009 dopo i lavori che hanno interessato la prima variante con lo scopo di ridurre “l’imbuto” che si veniva a creare al via) caratterizzati da 5 curve a sinistra e 8 a destra, con un rettilineo principale di 1195 metri.

Nella gara dello scorso anno, caratterizzata da una tremenda carambola nella prima manche (QUI il video) che vide protagonisti Tommy Hill, Makoto Tamada, Troy Corser, Brendan Roberts e Max Neukirchner, la vittoria in Gara 1 andò a Michel Fabrizio, mentre in Gara 2 vinse il fenomeno Ben Spies. Per conoscere meglio il circuito di Monza, ecco un bel video on-board. A seguire, orari e programmazione Tv  SBK – GP d’Italia, Monza, 7-9 maggio 2010

httpv://www.youtube.com/watch?v=wselY_Qyzpg

ORARI E PROGRAMMAZIONE TV SUPERBIKE MONZA 2010

Venerdi 7 maggio 2010

  • ore 12.45 – Superbike Prove libere 1
  • ore 14.00 – Supersport Prove libere 1
  • ore 15.45 – Superbike Qualifica 1
  • ore 17.00 – Supersport Qualifica 1

Sabato 8 maggio 2010

  • ore 9.45 – Supersport Prove libere 2
  • ore 10.45 – Superbike Qualifica 2 – diretta La7
  • ore 13.50 – Superbike Prove libere 2
  • ORE 15.00 – SUPERBIKE SUPERPOLE – DIRETTA LA7
  • ore 16.05 – Supersport Qualifica 2

Domenica 9 maggio 2010

  • ore 9.20 – Superbike Warm up
  • ore 9.50 – Supersport Warm up
  • ORE 12.00 – SUPERBIKE GARA 1 – DIRETTA LA7
  • ore 13.30 – Supersport Gara
  • ORE 15.30- SUPERBIKE GARA 2 – DIRETTA LA7


1 Comment

  1. Pingback: SBK Monza 2010: il consiglio di Luigi Scassa al figlio Luca "fai meglio che puoi" | Pianeta Riders

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in SuperBike