Connect
To Top

Campionato Superbike 2011: una stagione Biaggi Vs Melandri l’ipotesi più affascinante


(articolo di Fabrizio Farinoni)

Siamo consapevoli che quello svoltosi la scorsa settimana a Valencia sia “solo” un test, ma non possiamo negare che Marco Melandri, alla sua prima esperienza SBK, non abbia lasciato il segno. A quattro giorni dai test della MotoGP, sullo stesso circuito, anche la Superbike comincia a scaldare i motori lasciando intendere quali potrebbero essere i protagonisti della stagione 2011 e gli scontri al vertice cui assisteremo. Un 2011 Biaggi Vs Melandri l’ipotesi più affascinante.  

Nonostante quella di Valencia fosse la prima presa di contatto con una derivata di serie, il campione ravennate, in sella alla Yamaha YZF-R1 ufficiale, ha tirato fuori un gran bel turno, coprendo complessivamente 79 tornate e fermando il crono a 1.34.9. Un best lap da leccarsi i baffi, visto che Macio, da otto anni nel motomondiale, non aveva mai cavalcato una Superbike.

Da tempo Melandri, in una MotoGP forse un po’ troppo snaturata, non riusciva a esprimere il suo potenziale e sentiva la necessità di cambiare aria. Dalle ultime interviste, di fatto, le parole del pilota mettevano in luce questo problema – “In MotoGP non c’è alcuna possibilità di essere protagonista se non ti trovi sulla moto e nella squadra giusta, in Superbike è diverso, lì il pilota fa la differenza ed è esattamente quello che cerco dopo stagioni non troppo esaltanti“.

Visti i rilevamenti cronometrici e l’ottimo feeling trovato in poche tornate con la R1, il passaggio dalla classe regina al campionato del mondo SBK è stata sì, una scelta azzardata, ma, a quanto pare, azzeccata. Indubbiamente, sono dati da prendere con le pinze ma l’accoppiata Melandri – Yamaha sembra funzionare molto bene e darà sicuramente noia all’altrettanto riuscito binomio tutto italiano Biaggi – Aprilia.

Le potenzialità non gli mancano assolutamente. Dal lontano 1997, anno del suo esordio nel mondiale ad oggi, Marco Melandri ha disputato 207 gp, centrando 22 vittorie, 62 podi, 9 pole e 16 giri veloci, numeri da far girare la testa. E non dimentichiamoci il titolo di campione del mondo vinto nel 2002 in sella all’Aprilia 250.

E la moto che lo accompagnerà nel 2011? La “stessa” – diversa la distribuzione dei pesi – con la quale Ben Spies nel 2009, alla sua prima esperienza nel mondiale delle derivate, ha conquistato il titolo. Chissà se Melandri riuscirà a ripete le gesta del pilota texano.

Sta di fatto che l’anno prossimo si prevede una lotta tutta made in Italy. Max, da campione del mondo, vorrà certamente riconfermarsi e dal canto suo, Melandri dovrà dimostrare a tutti quelli che da parecchio tempo lo davano per finito, che lui è il pilota veloce e competitivo che conosciamo.  Dobbiamo solo pazientare. A dicembre, in Australia, la seconda sessione di test ci regalerà il primo conronto diretto con Max Biaggi. Chi la spunterà? Intanto rintuzziamo il ricordo della tensione tra i due ai tempi della MotoGP

httpv://www.youtube.com/watch?v=JxZfWm1xqxI 


1 Comment

  1. Pingback: SBK 2011: BMW "affila" l'aerodinamica di Corser e Haslam nella galleria del vento | Pianeta Riders

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in SuperBike