Connect
To Top

CIV Misano 2010: risultati e commento gare. Festa per Tamburini in Supersport


Dopo i risultati delle qualifiche che vi abbiamo proposto ieri, è ora tempo di andare a scoprire cos’è accaduto in gara durante la quinta tappa 2010 del CIV (Campionato Italiano Velocità) corsa oggi sul mitico circuito di Misano. A farla da padrone, Tamburini, che nella 600 Supersport manda in visibilio i suoi tifosi accorsi a tifarlo numerosi sul circuito di casa. A seguire, nel consueto comunicato, tutti i risultati delle categorie in gara: 125 Gp, Superbike, Supersport, Stock 600 e Stock 1000

 

IL “PADRONE” DI MISANO – Pole, vittoria e tanti punti buoni per la classifica. Roberto Tamburini torna nella sua Rimini dal circuito di Misano Adriatico con tre motivi per sorridere. Il romagnolo è stato il protagonista assoluto della gara Supersport corsa oggi sul tracciato di casa: scattato bene dalla prima posizione, Roberto ha fatto subito il vuoto in sella alla R6 numero 4 del Bike Service Racing Team ed è andato a chiudere da trionfatore sotto la bandiera a scacchi con oltre 10 secondi di vantaggio. “La gara è andata molto bene – dice Roberto – mi sono serviti due giri per passarli tutti e poi ho tenuto il ritmo mostrato in prova. Ringrazio il team per il lavoro svolto in questi giorni e speriamo di continuare così anche nelle prossime tappe”. Seconda piazza per il laziale Ilario Dionisi, in sella alla Honda n. 57 della Scuderia Improve mentre alle sue spalle ha chiuso il bresciano Cristiano Migliorati (Puccetti Racing – Kawasaki n. 3). Vizziello (Honda) e Barone (Yamaha) completano la top five. I risultati su http://civ.perugiatiming.com/risultati/default.asp?p_Anno=2010&p_Manifestazione=4&p_Gara=3

VITTORIA, FINALMENTE – Dopo tre gare chiuse anzitempo, Federico Sandi riesce a passare sotto la bandiera a scacchi della Superbike e lo fa da vincitore. Partito forte dalla prima fila, il ligure del Gabrielli Michelin Racing Team (Aprilia n. 23) è riuscito a prendere subito un buon margine di vantaggio sul trio Barni Racing Team formato da Polita (n. 53), Conforti (n. 24) e Cruciani (n. 12). Federico è stato bravo a gestire quel secondo e mezzo soprattutto nei giri finali, quando il marchigiano Alessandro Polita ha messo la “settima”, passando il compagno di squadra Conforti e provando ad attaccare la testa della gara. “Abbiamo fatto una bella gara – dice Sandi – sono partito in testa e ho tenuto il mio ritmo cercando di sbagliare il meno possibile. Negli ultimi quattro giri la gomma anteriore era finita ma sono riuscito ad amministrare il vantaggio”. Secondo posto per il leader della classifica generale, Polita, che grazie a questo risultato allunga il suo vantaggio mentre sul terzo gradino del podio è salito il lombardo Conforti. Quarto, più staccato, il marchigiano Stefano Cruciani e quinto ha chiuso Marco Borciani (Ducati n. 21). I risultati su http://civ.perugiatiming.com/risultati/default.asp?p_Anno=2010&p_Manifestazione=4

DOMINIO ELLEGI RACING – Gara ad eliminazione, quella della 125 Gp. Sorpresa dei primi giri è stato Manuel Tatasciore: il pilota del Team JuniorGp Racing Dream (Aprilia n. 73), alla sua seconda apparizione in sella alle Gp, ha fatto subito il vuoto ma prima di metà gara è scivolato al Carro, dicendo addio ai sogni di gloria. Alle sue spalle ha preso il comando Nazzareno Lumina (n. 11), che però subito dopo è finito in terra. A quel punto Miroslav Popov (Aprilia n. 95), alfiere del Team Ellegi Racing di Francesco Milizia è stato più forte anche della sfortuna, chiudendo da vincitore con un buon vantaggio sul terzetto formato dal compagno di squadra, il marchigiano Romano Fenati (Aprilia n. 5 – Ellegi Racing) sul romagnolo Niccolò Antonelli (Aprilia n. 23 – Gabrielli Racing Team) e su Armando Pontone (Aprilia n. 80 – Junior Gp Racing Dream). “E’ andata bene anche stavolta – dice “Miro”, al suo terzo centro consecutivo – ho vinto anche qui a Misano e ora quello che mi interessa e conquistare più punti possibili fino alla fine del campionato”. I risultati su http://civ.perugiatiming.com/risultati/default.asp?p_Anno=2010&p_Manifestazione=4&p_Gara=2

SORPRESA FANELLI – Ripartita dopo la bandiera rossa, esposta a causa della rottura della moto di Moschini, la Stock 600 si è rivelata la gara più spettacolare della giornata. In cinque, infatti, si sono giocati i tre gradini del podio: a gioire per la vittoria è stato, però, Davide Fanelli Il 19enne di Urbino (Honda n. 127 – All Service System by QDP) è riuscito a centrare il primo trionfo del 2010. “Non sono partito bene ma ho capito subito di avere un ritmo veloce e quando ho visto che Massei aveva qualche problema in uscita di curva l’ho attaccato e mi è andata bene – rivela Davide – è stata una gara tirata e sono contento di averla vinta. La dedico a Gigi D’Esposito…”. Secondo si è piazzato Lorenzo Zanetti (Team TNT Racing (Yamaha n. 8 ) e in terza posizione Fabio Massei, (Yamaha n. 34 – Team Piellemoto). Fuori dal podio Lombardi (Yamaha n. 13 – Martini Corse) e Russo (Yamaha n. 84 – Bike e Motoracing), rispettivamente quarto e quinti mentre dietro di loro hanno chiuso nell’ordine Mercado, Vitali, Sancioni, Marcheluzzo e Biaggi. I risultati su http://civ.perugiatiming.com/risultati/default.asp?p_Anno=2010&p_Manifestazione=4&p_Gara=4

 VINCE LA VERDONA – La bandiera rossa ha condizionato anche la gara della Stock 1000: a causarne l’esposizione è stata, al quarto giro, la rottura della moto di Domenico Colucci (Barni Racing Team – Ducati n. 89), in testa fino a quel momento. Al secondo via sono in sei a darsi battaglia: alla fine è Davide Giugliano (Suzuki n. 34 – Team 06) a vincere la “frazione” ma per la somma dei tempi il romano è fuori dal podio, quarto davanti a Danilo Dell’Omo (Suzuki n. 9 – Suriano Racing). A vincere, per soli 66 centesimi di secondo, è Matteo Baiocco (n. 15). Il pilota di Osimo, alfiere Kawasaki del Team Pedercini, centra la prima vittoria della stagione e sale al quarto posto in classifica generale. “Sono contento di questa vittoria, che dimostra il grande miglioramento fatto da me e dalla mia squadra dall’inizio del campionato – dice il vincitore Matteo – ringrazio il Team Pedercini e adesso punto a fare bene anche nelle ultime due gare”. Secondo, beffato nel finale dopo una gara splendida, si è classificato il corregionale Marco Bussolotti (Honda n. 5 – All Service System by QDP). Sul terzo gradino del podio è finito il protagonista del Mugello, quel Luca Verdini (Honda n. 23 – Emmebi Team) che rosicchia punti importanti in classifica ai danni del leader Ivan Goi, oggi solo settimo. I risultati su http://civ.perugiatiming.com/risultati/default.asp?p_Anno=2010&p_Manifestazione=4&p_Gara=5

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Competizioni