Connect
To Top

Test SBK Phillip Island 2012: Cadute a Go Go. Hopkins, nuovi guai dopo amputazione dita

Prima giornata di Test SuperBike a Phillip Island funestata da una lunga serie di cadute e scivolate.

Se da un lato, infatti, piace sottolineare la bella performance di Tom Sykes in sella alla Kawasaki ZX-10R, che ottiene il miglior crono  con 1.33, dall’altro si devono registrare diversi KO, il più grave dei quali riguarda il povero John Hopkins al debutto sulla Suzuki GSX-R 1000 del Team Crescent in SuperBike (che qualcuno gliel’abbia tirata?)

Ironia a parte, occorre rimanere seri, vista la situazione. Il povero John, infatti, che aveva già di recente subito l’amputazione della seconda e della terza flange dell’anulare della mano destra, nell’impatto con l’asfalto si è fratturato un osso della stessa mano. Una vera sfortuna. In queste ore il Pilota sta rientrando a Casa per sottoporsi ad un intervento chirurgico… in forse la sua partecipazione alla prima gara della stagione!

Altri incidenti hanno poi coinvolto Biaggi, scontratosi per fortuna senza conseguenze con Maxime Berger, e Davide Giugliano, al suo esordio nel mondiale SuperBike dopo la conquista del titolo nella Stock 1000.


More in SuperBike