Connect
To Top

Superbike, test ufficiali a Kyalami: Fabrizio il più veloce. Max Biaggi arriva in ritardo


La SBK vola in Sudafrica per i Test ufficiali Pirelli sul circuito di Kyalami, ed è subito Michael Fabrizio a mettere tutti in riga con la Ducati Xerox 1098F 09. È suo il miglior tempo della giornata: 1.41”204.

Bene, anzi benissimo, anche l’esordiente Ben Spies che spinge forte la sua Yamaha R1 conquistando il secondo miglior tempo. Un talento lucido il suo, che conferma giorno dopo giorno, quanto già mostrato negli ultimi tempi.

A Kyalami, occhi puntati anche su Noriyuki Haga all’esordio sulla Ducati ufficiale. Il giapponese se ne va per ben 3 volte a passeggio sulla ghiaia (con un po’ di spavento per la collisione con una moto del team Ten Kate), ma nonostante ciò riesce a guadagnare il quarto tempo alle spalle della Suzuki di Neukirchner.

Ma l’appuntamento sudafricano è stato anche l’occasione per Aprilia e Bmw di confrontarsi con le concorrenti dei team ufficiali ed iniziare a prendere le “misure” per il prossimo mondiale SBK che si preannuncia quanto mai difficile e combattuto.

Max Biaggi (che a Kyalami ha vinto la sua prima gara in 250) arriva in pista solo per la sessione di prove pomeridiana a causa della cancellazione del suo volo. Poco male. Max nei soli 25 giri effettuati, mostra che la sua RSV4 sarà perfettamente in grado di dire la sua nella prossima stagione. Il suo è il settimo tempo della giornata. Ecco cosa dichiara il pilota dell’Aprilia:

‹‹Purtroppo ho potuto girare solo le ultime tre ore di oggi – ha detto Max Biaggi – riuscendo a fare 25 giri. Abbiamo lavorato senza affrettare troppo i tempi ed alla fine non è andata male. Ho studiato bene il tracciato ed il comportamento della moto su di esso, poi abbiamo focalizzato il lavoro soprattutto sull’elettronica e sull’inserimento della moto in curva. Per ora dobbiamo sfruttare al 100% il materiale a disposizione, poi penseremo ad apportare le modifiche meccaniche necessarie se serviranno, altrimenti si rischia di fare solo confusione che non serve a nulla su un progetto già molto competitivo come questo››.

E se Max tutto sommato non delude, buona prova anche per il suo compagno di squadra Shinya Nakano che chiude la giornata di test col sesto tempo.

Meno bene, invece, l’altra debuttante BMW, con i suoi piloti Corser e Xaus appena nono e decimo.

A seguire, classifica e tempi dei test

01 Fabrizio (Ita-Ducati) 1′41″204 (66 giri)
02 Spies (Usa-Yamaha) 1′41″599 (46)
03 Neukirchner (Ger-Suzuki) 1′41″713 (69)
04 Haga (Gia-Ducati) 1′41″730 (31)
05 Kagayama (Gia-Suzuki) 1′41″755 (39)
06 Nakano (Gia-Aprilia) 1′41″846 (51)
07 Biaggi (Ita-Aprilia) 1′42″446 (29)
08 Kiyonari (Gia-Honda) 1′42″744 (62)
09 Corser (Aus-Bmw) 1′42″975 (33)
10 Xaus (Spa-Bmw) 1′43″274 (41)
11 Checa (Spa-Honda) 1′43″418 (10)
12 Rea (GB-Honda) 1′44″496 (16)
13 Sykes (GB-Yamaha) 1′46″780 (16).

2 Comments

  1. Pingback: diggita.it

  2. Pingback: Fabrizio ancora il migliore nel secondo giorno di Test in Sudafrica. In Aprilia, nel frattempo, si risolvono magagne | Pianeta Riders

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Competizioni