Connect
To Top

SBK news 2010: commento ai Test precampionato di Portimao

rea_action


L’Union Jack sventola alta su Portimao. Nei 3 giorni di test appena conclusi, sul circuito Portoghese, i Buldog Inglesi non si risparmiano e picchiano duro agguantando le prime 4 posizioni nella classifica generale con Toseland buon sesto.

Vola Rea, primo, candidandosi ancora una volta come serio pretendente al titolo. Asciutto o bagnato per lui non fa differenza -a quanto pare- vista la situazione meteo altamente variabile di questi giorni a Portiamo: stacca il primo tempo e abbassa ulteriormente il record della pista con uno strabiliante 1’42.270 che lima di quasi 2 decimi il precedente record fatto segnare lo scorso anno dal fenomeno americano Spies.

Secondo, un determinatissimo Leon Haslam. Spesso al comando della classifica dei tempi,  dimostra ancora una volta la sua grande manetta, ma soprattutto, la bontà del progetto Suzuki che è sempre stata una delle moto più veloci del lotto, segno che forse i problemi dello scorso anno non  erano da attribuire al solo mezzo meccanico ma anche alle scarse prestazioni dei piloti, con un Neukirchner subito infortunato e Kagayama mai lucido.

Haslam Leon


Terzo Shakey Byrne, sempre in palla qui in Portogallo. Il pilota Ducati si prende addirittura il lusso di precedere le due Xerox ufficiali che chiudono rispettivamente in quinta e settima posizione con Fabrizio (primo fra gli Italiani, nonostante debilitato da una fastidiosa influenza) e Haga.

Quarto un altro pilota d’oltremanica, Cal Crutchlow. Campione in carica Supersport e debuttante quest’anno nella massima serie, l’inglese con gli occhi da matto guida la Yamaha R1 come un forsennato: stacca il suo miglior crono già il venerdi (cadendo senza conseguenze oggi) e si mette dietro costantemente il suo più accreditatoo compagno di squadra James Toseland, che a tutt’oggi continua a mostrare di non riuscire a trovare il ritmo giusto in sella.

Bene Biaggi, e l’Aprilia Rsv, che si piazzano in settima posizione (da segnalare che Max, nell’ultima giornata di domenica, non ha girato); più staccato, invece, il suo compagno di Squadra Lean Camier, dodicesimo e indietro di ben 4 decimi dall’italiano.

Deludenti ancora una voltale prestazioni delle verdone, nonostante il grande lavoro svolto questo inverno dalla Kawasaki. Vermullen era rinato con la pioggia del sabato e aveva portato la Kawa fino in terza posizione, ma poi l’asciutto ha di nuovo ristabilito le gerarchie, riportando le moto di Akashi sul fondo dello schieramento. Stessa sorte anche per il suo compagno Sikes: i due chiudono questi test rispettivamente in quattordicesima e quindicesima posizione. Non fa meglio comunque Bmw: la casa tedesca termina questi Test portoghesi con Corser  e Xaus davvero male. Da Portiamo, per il momento, è tutto. Di seguito, classifica dei migliori tempi assoluti nella 3 giorni di Test.

  1. 65 Rea J. (GBR) Honda CBR1000RR 1’42.270
  2. 91 Haslam L. (GBR) Suzuki GSX-R1000 1’42.557
  3. 67 Byrne S. (GBR) Ducati 1098R 1’42.877
  4. 35 Crutchlow C. (GBR) Yamaha YZF R1 1’42.960
  5. 84 Fabrizio M. (ITA) Ducati 1098R 1’43.137
  6. 52 Toseland J. (GBR) Yamaha YZF R1 1’43.157
  7.   3 Biaggi M. (ITA) Aprilia RSV4 1000 F. 1’43.364
  8. 41 Haga N. (JPN) Ducati 1098R 1’43.417
  9. 76 Neukirchner M. (GER) Honda CBR1000RR 1’43.471
  10. 50 Guintoli S. (FRA) Suzuki GSX-R1000 1’43.508
  11.   7 Checa C. (ESP) Ducati 1098R 1’43.629
  12.   2 Camier L. (GBR) Aprilia RSV4 1000 F. 1’43.749
  13. 11 Corser T. (AUS) BMW S1000 RR 1’43.931
  14. 77 Vermeulen C. (AUS) Kawasaki ZX 10R 1’44.108
  15. 66 Sykes T. (GBR) Kawasaki ZX 10R 1’44.365
  16. 111 Xaus R. (ESP) BMW S1000 RR 1’44.570
  17. 23 Parkes B. (AUS) Honda CBR1000RR 1’44.751
  18. 31 Iannuzzo V. (ITA) Honda CBR1000RR 1’45.348
  19. 95 Hayden R. (USA) Kawasaki ZX 10R 1’46.990
  20. 12 Fores J. (ESP) Kawasaki ZX 10R 1’47.293

1 Comment

  1. Pingback: Nuovi Pirelli Diablo SuperBike Pro: in pista come i campioni della WSBK | Pianeta Riders

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in headline