Connect
To Top

Novità mercato moto 2013: 400 cc alla riscossa?

La difficile congiuntura economica e il rinnovo del sistema delle patenti europee fa pensare ad un ritorno alla grande della cilindrata 400 nel 2013.

Riders le ricordate quelle maneggevoli creature, dall’indole sportiva, equipaggiate con unità da 400 cc,  prodotte tra gli anni 80 e 90? Ci riferiamo ad esempio alla mitica Honda CBR 400 RR, che stimolò la nascita di molti modelli concorrenti, quali, Kawasaki ZXR 400, Suzuki GSX-R 400 e Yamaha FZR 400. Moto con la “M” maiuscola, protagoniste sul glorioso asfalto del TT nella categoria Lightweight.

Insomma, vere e proprie“ragazzacce”. Pare proprio che in oriente – dove per motivi normativi rappresentano una fetta importante di mercato – stiano pensando seriamente di riportare alla ribalta moto di questa cubatura anche sul mercato Europeo. Che vuol dire? La classica configurazione del 4 in linea verrà soppiantata da versatili ed economiche unità bicilindriche o monocilindriche con l’obiettivo di rilanciare un mercato particolarmente in affanno che da troppo tempo ristagna.

Il motivo del rilancio di questa cilindrata è legato, non solo al deficit di un settore che stenta a rifocillarsi, ma anche ai cambiamenti che interverranno (con tutta probabilità) nel sistema delle patenti europee. A partire dal 19 gennaio 2013, infatti, il Codice della Strada italiano dovrà adeguarsi alle norme europee introducendo sostanziali cambiamenti. Mentre con l’attuale patente A2 è possibile condurre motocicli con potenza massima di 25 kw, con la nuova normativa il limite si innalzerà fino a 35 Kw non derivati da una versione che sviluppa oltre 70 Kw.

Discorso inverso per chi vorrà montare in sella a moto di grossa cilindrata senza limitazioni. Per coloro che non sono in possesso di nessun titolo, l’ottenimento della patente A3 potrà avvenire una volta compiuti i 24 anni – oggi ne bastano 21 – o al 20° anno di età sostenendo un esame pratico, solo se il conducente è già in possesso della patente A2 da almeno 2 anni.

Su questo fronte c’è chi si è già dato da fare, senza però eccedere in creatività. Per esempio Kawasaki, che nel proprio listino – per ora esclusiva del mercato americano e asiatico – propone moto di cilindrata intermedia che si incastrano perfettamente con le nuove normative. La Ninja 400 – che di Ninja ha davvero ben poco – monta il twin da 650cc della ER6N, ovviamente rivisto e “compresso” per l’occasione. Anche il design riprende per filo e per segno le linee della nuda di Hamamatsu (in versione semicarenata). Nessuna novità, quindi.

Ma, di fatto, tale modello sarebbe ideale per l’utente in possesso della futura patente A2 che vorrà avvicinarsi alle cilindrate importanti step by step, senza dover affrontare con frenesia e, anche un po’ di terrore, le moderne creature farcite di cavalli.

Vien spontaneo domandarsi quale sorte toccherà ai 250, come la CBR250R e la Kawasaki Ninja 250R, una volta entrata in vigore questa normativa, che di certo non le favorisce. Nel frattempo, direttamente dal Giappone, girano voci che Honda abbia in cantiere una succulenta CBR400R, a metà strada tra la CBR250R e la CBR600RR. Altri sostengono che Yamaha e Kawasaki abbiano piani simili, e che KTM sia al lavoro su un probabile twin da 375 cc.

Insomma, pare che tecnici, ingegneri e meccanici dagli occhi a mandorla stiano lavorando a pieno ritmo per rincorrere le future normative 2013, e aggiungere “cavalleria” a questo mercato che non ne vuol proprio sapere di staccare la frizione e dare gas. Se così fosse, ad EICMA ne avremo la conferma. Bisogna pazientare ancora un po’. Stay tuned!


2 Comments

  1. Davide 'Askio' Aschieri via Facebook

    2012/07/30 at 11:24 PM

    Sarà la volta buona che la gente si abitui all’idea che una moto per essere chiamata tale non debba per forza essere minimo una 1200cc?? I nostri genitori sono cresciuti benissimo sulle Guzzi 350, sulle Honda e Suzuki 400 e tante altre… Per non parlare dei costi di bollo, assicurazione, consumi e manutenzione dimezzati. E sputaci sopra!!

  2. Giuseppe

    2014/06/09 at 5:23 PM

    Avendo posseduto moto dai 125 fino ai 1200, sono arrivato alla conclusione che nell’uso quotidiano. 50 cavalli bastano. $00 Cc sono più che sufficienti per divertirsi

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in News