Connect
To Top

MotorShow di Bologna: annullata la 38a edizione

La notizia era da tempo nell’aria, ma ora arriva l’ufficialità dall’organizzatore. Il mitico MotorShow non sarà al via per il 2013

[divider]

C’era un tempo, non molto lontano, in cui MotorShow era sinonimo di novità, divertimento, passione e giornate a sfidare il freddo sugli spalti della Fiera per ammirare le esibizioni dei campioni delle due e quattro ruote. Ci si accalcava agli stand per ammirare l’ultimo gioiello delle Case, o per accaparrarsi l’ambito poster autografato dal proprio idolo. Il Motorshow è stato per anni il riferimento, La Mecca, per ogni appassionato che si rispetti. Da anni ormai, a parte qualche sporadica eccezione, le due ruote non trovavano più posto (secondo noi grave errore) tra i padiglioni del polo fieristico di Bologna, ma il comunicato giunto in redazione lascia l’amaro in bocca nel veder alzare bandiera bianca ad una manifestazione che era parte della tradizione motoristica del Bel Paese:

Vi comunichiamo che la trentottesima edizione del Motor Show di Bologna è stata annullata. La motivazione di GL events, società organizzatrice dell’evento, sta nella totale assenza delle case automobilistiche, fulcro di un salone dell’automobile. L’assenza del mercato, ci spinge dunque ad annullare l’edizione 2013 del salone, sia per rispetto verso il pubblico del Motor Show, sia per lavorare in modo produttivo e concreto ad eventi futuri che possano contare di nuovo sulla massiccia presenza del settore. GL events ha investito in modo importante negli ultimi 6 anni per garantire l’unico Salone Italiano dell’Automobile e per dare sostegno al settore auto in un Paese che dal 2007 ha perso oltre il 50% del mercato automobilistico. GL events si propone di continuare ad operare nel nostro Paese ai fini di offrire un evento all’altezza delle aspettative di investitori e pubblico, che negli anni non ha mai fatto mancare il proprio sostegno”.

Che aggiungere se non un “in bocca al lupo” agli organizzatori sperando di non veder perso un altro pezzo di un Italia dei motori ridotta sempre più brandelli e che si porge quasi inerme in pasto alle fauci della crisi.

1 Comment

  1. Giuseppe Masecchia

    2013/10/08 at 12:11 PM

    stam a piezz…

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in News