Connect
To Top

Fabrizio ancora il migliore nel secondo giorno di Test in Sudafrica. In Aprilia, nel frattempo, si risolvono magagne


Suberbike, destinazione Sudafrica. È ancora il romano Michael Fabrizio a dominare nel secondo giorno di Test ufficiali Pirelli sul circuito di Kyalami. Va forte la Ducati Xerox 1098F 09 e così addio record della pista che viene frantumato da uno strepitoso 1’40.256. Per Fabrizio si tratta di un secondo in meno rispetto al tempo fatto registrare nella prima giornata di test di ieri. In una parola: portentoso! Eppure, il “ragazzo” non sembra affatto soddisfatto. Ecco cosa dichiara:

“Anche oggi non sono completamente soddisfatto. Nella tornata buona ho fatto un piccolo errore. Sono convinto che avrei infranto il muro dell’ 1′40″.

Ma se il pilota romano è scatenato, gli altri non stanno certo a guardare; come Max Neukirchner che mostra subito di che pasta è fatta la nuova Suzuki GSX-R 1000 K9. Solo 4 decimi di distacco dalla Ducati, e la sensazione che ci sia ancora molto, ma molto da spremere.

Bene anche Haga (terzo tempo della giornata) che con la sua Ducati ha preferito forzare meno, e concentrarsi sui set up.

Benissimo, invece, l’esordiente Jonathan Rea, che in sella alla Honda, nei 40 giri in pista riesce ad ottenere il quarto tempo a soli 6 decimi dallo scatenato Fabrizio. Un po’ sotto tono, invece, rispetto alla giornata di ieri, l’altro esordiente da tenere sott’occhio, Ben Spies, che non riesce a portare la sua Yamaha R1 oltre l’ottavo tempo.

Da segnalare, ancora, la prova delle Aprilia RSV4 che pur migliorando rispetto ai tempi di ieri, ottengono più o meno i medesimi risultati. Un po’ meglio Nakano, che conferma nuovamente il sesto tempo della giornata, e solo nono Biaggi, che dichiara:

“Abbiamo apportato molte modifiche alla moto andando verso una direzione precisa, ma ancora non siamo riusciti ad appianare del tutto il problema dell’ ingresso in curva che per ora è il maggiore che abbiamo.”

Test in sordina, invece, per Troy Corser e Ruben Xaus in sella a BMW. I due piloti, infatti, hanno preferito dedicarsi principalmente alla messa a punto della moto piuttosto che tentare l’assalto al cronometro.

A seguire, tutti i tempi della seconda giornata di test sul circuito sudafricano di Kyalami

  1. Michel Fabrizio (Ducati) – 1’40″256
  2. Max Neukirchner (Suzuki) – 1’40″688 (50)
  3. Noriyuki Haga (Ducati) – 1’40″709 (53)
  4. Jonathan Rea (Honda) – 1’40″842 (40)
  5. Yukio Kagayama (Suzuki) – 1’40″959 (52)
  6. Shinya Nakano (Aprilia) – 1’40″968 (42)
  7. Carlos Checa (Honda) – 1’40″995 (31)
  8. Ben Spies (Yamaha) – 1’41″049 (38)
  9. Max Biaggi (Aprilia) – 1’41″077 (56)
  10. Ryuichi Kiyonari (Honda) – 1’41″412 (84)
  11. Troy Corser (BMW) – 1’41″986 (34)
  12. Ruben Xaus (BMW) – 1’42″438 (40)
  13. Tom Sykes (Yamaha) – 1’42″933 (18)


1 Comment

  1. Pingback: diggita.it

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Competizioni