Connect
To Top

Evoluzioni Riders: Derbi DH 2.0

Tra le cose più interessanti e curiose viste al recente Mot0h di Barcellona c’è sicuramente la concept proposta dalla spagnola Derbi, il DH 2.0.

Ma cos’è quella cosa lì -si staranno chiedendo in molti- una bici a motore?

No, non direi proprio… prima di tutto perché mancano i pedali, secondo poi, perché a spingere quella cosa lì è un sofisticato monocilindrico 4 tempi 2v con trasmissione automatica e raffreddamento ad aria, 100cc di cilindrata e capace di erogare la potenza di 8 cavalli. Potenza più che sufficiente per i soli 40 Kg di peso della DH 2.0.

40 Kg? -si staranno chiedendo in molti- ma pesa quanto una mountain bike!

Esatto! Infatti DH sta per Down Hill, una spettacolare disciplina che si corre in discesa riservata proprio alle mountain bike. Con l’avvento del DH 2.0 (dove “2.0″ vuole indicare il medesimo concetto evolutivo legato al Web 2.0) nasce un nuovo mezzo per divertire sugli sterrati in discesa (proprio come fosse una bici da down Hill), senza i limiti della guida in salita, grazie ad un motore capace di arrampicarsi su ogni pendio.


Per raggiungere lo scopo, questa concept è stata dotata di una ciclistica leggera ed efficace, con il telaio in alluminio, la sospensione posteriore dotata di monoammortizzatore ad aria regolabile nel precarico attraverso bielle estendibili, e ancorato tramite un sistema a sbalzo cantilever poggiato su balestre di flessione inferiori, e il freno a disco anteriore equipaggiato con pinza radiale.

Derbi DHmoto da Riders 2.0!

3 Comments

  1. angelo

    2008/05/30 at 12:43 PM

    Sembra veramente interessante, un giocattolo per divertirsi senza grossi problemi: si raggiunge la cima della salita e ci si butta giù come sopra una bicicletta… resta da vedere il prezzo e come si può trasportare. Un paio di queste sul tetto di una vettura fanno almeno 40 kg…

  2. Palla Racing

    2008/05/30 at 1:51 PM

    Angelo, non so se sul tetto di una vettura si possano caricare, ma su un pratico carrellino sarebbero perfette!
    Ammetto che nonostante l’amore per i semimanubri, l’idea di provare una cosa del genere stuzzica anche me 😉
    Palla R

  3. matteo

    2010/12/14 at 4:17 PM

    @ Palla Racing:
    quanto costa

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in concept