Connect
To Top

Deus Ex Machina: la moto che si indossa

Saltare in sella! Salire in moto!

Che sia forse giunto il tempo, per noi Riders, di cambiare modi di dire? Già, perché da domani, a quanto pare, le moto inizieremo ad indossarle.

No, non sono impazzito! Si chiama Deus Ex Machina ed è il primo prototipo mai realizzato di wearable motorcycle, ovvero, motocicletta da indossare.

Neanche a dirlo, il progetto arriva dritto dagli States, grazie al lavoro, durato ben 2 anni, del professore californiano  Bumsuk Lim.

La “moto” è dotata di un complesso apparato scheletrico meccanico, che consente al pilota di divenire un tutt’uno col veicolo. Il guidatore, poi, è supportato da un sistema di sette vertebre al di sotto del casco , mentre il controllo del mezzo avviene tramite il corpo, con l’ausilio di un complicatissimo sistema formato da 36 ingranaggi pneumatici2 azionatori allineati. L’energia necessaria al funzionamento, invece, proviene da batterie ricaricabili ai nanofosfati (ma stiamo ancora parlando di moto?)

Impressionanti, infine, le prestazioni. Il Deus ex Machina è in grado di raggiungere una velocità di ben 60 miglia (oltre 100 Km/h), da fermo, in soli 3 secondi (mentre la velocità massima è limitata a 75 miglia orarie).

Il futuro che verrà? Beh, ad esser sinceri, spererei proprio di no 😉


1 Comment

  1. Pingback: Moto a tre ruote: roba da FutuRiders incalliti (video) | Pianeta Riders

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in News