Connect
To Top

Qualifiche MotoGP Qatar 2013: Lorenzo in Pole precede Crutchlow e Pedrosa sulla griglia di partenza

Lo spagnolo della Yamaha  conquista il primo round a tempo della stagione davanti ad uno scatenato Crutchlow e ad un redivivo Pedrosa. Applausi per Dovizioso, quarto con la Ducati. Settimo tempo per Valentino Rossi 

[divider]

Jorge Lorenzo strega la notte di Losail gelando le lancette del crono sul tempo di 1.54.714. Una furia scatenata, lo spagnolo in sella alla M1 ufficiale, che rifila ben 2 decimi a Cal Crutchlow, che scatterà dalla seconda casella con la Yamaha clienti del Team Tech3. Un risultato sorprendente, quello del Rider inglese, che domani, in gara, punterà i suoi occhi da matto dritti sul codino della moto di Jorge, pronto alla zampata.

Terzo tempo per Daniel Pedrosa che esce dal torpore dei giorni scorsi e si piazza in posizione buona per la gara. Un colpo balistico al via, e si salvi chi può: da quella posizione, lo spagnolo della Honda, è sempre un cattivo cliente. Da applausi, invece, il quarto crono conquistato da Andrea Dovizioso in sella alla Ducati Desmosedici. Una bella occasione, per l’italiano, di togliersi qualche sassolino dalla scarpa, lasciando che a parlare siano gli scarichi della sua “furia Rossa”.

Col quinto tempo, il giovane Stefan Bradl tiene dietro Marc Marquez (rallentato da un po’ di traffico proprio nell’ultimo giro lanciato) e Valentino Rossi apparso decisamente meno tonico rispetto alle prove libere. Al via dalla settima casella, la gara, per il Dottore, si preannuncia più dura del previsto.

Griglia di partenza MotoGP Qatar 2013

01- Jorge Lorenzo – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – 1’54.714
02- Cal Crutchlow – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 0.202
03- Dani Pedrosa – Repsol Honda Team – Honda RC213V – + 0.437
04- Andrea Dovizioso – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP13 – + 0.446
05- Stefan Bradl – LCR Honda MotoGP – Honda RC213V – + 0.763
06- Marc Marquez – Repsol Honda Team – Honda RC213V – + 0.931
07- Valentino Rossi – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – + 0.997
08- Alvaro Bautista – GO&FUN Honda Gresini – Honda RC213V – + 1.156
09- Bradley Smith – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 1.601
10- Andrea Iannone – Energy T.I. Pramac Racing – Ducati Desmosedici GP13 – + 1.809
11- Nicky Hayden – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP13 – + 1.953
12- Aleix Espargaro – Power Electronics Aspar – ART GP13 – + 2.350 (CRT)
13- Ben Spies – Ignite Pramac Racing – Ducati Desmosedici GP13
14- Randy De Puniet – Power Electronics Aspar – ART GP13 (CRT)
15- Lukas Pesek – CAME Iodaracing Project – Ioda Suter BMW (CRT)
16- Yonny Hernandez – Paul Bird Motorsport – ART GP13 (CRT)
17- Hiroshi Aoyama – Avintia Blusens – BQR FTR (CRT)
18- Karel Abraham – Cardion AB Motoracing – ART GP13 (CRT)
19- Colin Edwards – NGM Mobile Forward Racing – FTR Kawasaki (CRT)
20- Danilo Petrucci – CAME Iodaracing Project – Ioda Suter BMW (CRT)
21- Claudio Corti – NGM Mobile Forward Racing – FTR Kawasaki (CRT)
22- Hector Barbera – Avintia Blusens – BQR FTR (CRT)
23- Bryan Staring – GO&FUN Honda Gresini – FTR Honda MGP13 (CRT)
24- Michael Laverty – Paul Bird Motorsport – PBM 01 (CRT)

1 Comment

  1. Ezio Balsamo via Facebook

    2013/04/06 at 9:35 PM

    vebbè questa è la pista della Ducati come avrà detto 100000000000 di volte Meda, mentre le Yamaha non vanno forte, vedere Crutclhow con una moto meno di quella di rosfi, tolto il solito Lorenzo che è sempre lì dov’è abituato…

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in MotoGp