Connect
To Top

MotoGP: quale futuro per Cal Crutchlow? Avanza l’ipotesi Suzuki

In molti vedono oramai il rapporto tra Crutchlow e la Yamaha al capolinea. E allora si potrebbe fare avanti l’ipotesi Suzuki per il 2014

[divider]

È ormai comune che si parli già di prossima stagione, mentre siamo ancora all’inizio del campionato. Che il pilota inglese Cal Crutchlow non sia entusiasta del trattamento che riceve da Yamaha, non è un mistero. Certo è che sentire del possibile approdo di Pol Espargaro al suo posto (Smith ha un contratto biennale) non mette Cal di buon umore.

Nonostante il consenso tra gli appassionati, il pilota inglese – sulla carta – non è un fenomeno assoluto: il proprio miglior risultato è stato quello di Le Mans, con il secondo posto in gara, oltre a due terzi posti nel 2012. Poco, per un pilota che è da tre anni in sella alla Yamaha; e questo ai vertici aziendali non sfugge. A Crutchlow non manca certo la velocità, ma purtroppo in gara fatica a mantenere il ritmo (come dimostrano i risultati del 2012, con un Dovizioso che l’ha surclassato in pratica in ogni gara). L’inglese è un ottimo pilota, ma va da se che la mancanza di risultati, per il momento, gli preclude il salto su una Yamaha ufficiale (che comunque vede un Rossi con contratto fino alla fine del 2014).

L’alternativa potrebbe essere la Suzuki. Con la casa di Hamamatsu che rientrerà nel motomondiale nel 2014 potrebbe esserci un accordo, anche se la lista dei candidati sembra essere contraria l’inglese. Spies è da tempo nel mirino di Suzuki, con la quale ha anche vinto il campionato AMA superbike. Un posto per cui è già in corsa anche il francese Randy de Puniet, che in questi giorni è stato in Giappone per dei test sulla nipponica. Non ci sono certezze, ovviamente, e i posti in sella sono e rimangono due per il momento. Altro fatto rilevante, sono le intenzioni del manager, l’ormai certo Davide Brivio. Il Team Manager del progetto Suzuki MotoGP potrebbe essere intenzionato a dare la seconda moto ad un Italiano, uno come Iannone che, guarda caso, ha il contratto in scadenza a fine del 2013; e poi c’è Pasini che, nonostante quest’anno sia in difficoltà con una Moto2 non sempre all’altezza, rimane uno dei migliori talenti italiani.

Cal, quindi, quest’anno ha la cosiddetta spada di Damocle sulla testa. L’imperativo, per lui, è fare risultati!!! 

(articolo di Alessandro Schiavone)

5 Comments

  1. Fabrizio Molinari

    2013/05/29 at 8:11 AM

    Numeri alla mano in classifica è davanti al supermegasopravvalutato!!

  2. Leonardo Battaglia

    2013/05/29 at 8:11 AM

    sinceramente anche se Crurchlow mi sta simpatico preferirei che ci andasse Iannone alla Suzuki

  3. Fabrizio Risso

    2013/05/29 at 2:54 PM

    siiii!!!

  4. Luigi Peraldo

    2013/05/29 at 3:04 PM

    supermegasopravvalutato? ma chi, quello che da solo ha vinto più mondiali di Lorenzo, Pedrosa e Stoner messi insieme?

  5. lino

    2013/05/31 at 2:50 PM

    dai che si puo’ fare una squadra italiana, iannone e mattia pasini come piloti, brivio manager….vai suzuki!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in MotoGp