Connect
To Top

MotoGP, Lorenzo: il titolo di Marquez è stato un duro rospo da digerire

A dichiararlo ad MCN è il team manager di Lorenzo Wilco Zeelenberg, che spiega come sia stato difficile dover rinunciare al titolo nonostante le otto vittorie conquistate. Per lui non ci sono dubbi: Jorge è il migliore!

[divider]

Wilco Zeelenberg, team manager di Jorge Lorenzo, esprime in una intervista al mag britannico MCN tutta la frustrazione del campione Yamaha per il titolo perso di soli 4 punti. E se in casa Marquez si gioisce, in casa Lorenzo si mandano giù rospi davvero duri da digerire, con 8 vittorie all’attivo nel campionato 2013 e il maggior numero di giri condotti in testa. Numeri, appunto, numeri che non perdonano… e nonostante i traguardi record per uno che poi, il titolo, non lo ha vinto, non rimane che la rassegnazione.

“Quello che Jorge ha realizzato è stato un grande spettacolo per lo sport,” dice Zeelemberd “Jorge può andarne orgoglioso. Conquistare 8 vittorie, e non il campionato, è una cosa difficile da digerire , ma alla fine Marquez ha ottenuto quattro punti in più, quindi merita di essere campione ” .

Dopodiché, Wilco sottolinea come gli incidenti di Assen e del Sachsenring, nonostante le eroiche dimostrazioni di forza di Lorenzo, tornato subito in sella a poche ore dall’operazione, siano stati i momenti cruciali e decisivi della stagione. Certo, con i se e con i ma, non si fa mai giorno… ma senza quegli episodi? Capite quant’è grande il rospo di Lorenzo?


Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in MotoGp