Connect
To Top

MotoGP Jerez Spagna 2011: vittoria di Jorge Lorenzo su Pedrosa, ma in gara succede di tutto. Rossi butta a terra Stoner


Incredibili emozioni sul circuito di Jerez per una delle gare più imprevedibili ed emozionanti degl’ultimi tempi. Alla fine la spunta Jorge Lorenzo davanti a Dani Pedrosa e a Nicky Hayden. Rossi, terzo, in piena rimonta,  scivola e butta a terra Stoner. Anche Simoncelli finisce KO mentre era alla testa della gara. Poi, via via, una lunga serie di cadute ecellenti. Ed è polemica sui commissari di gara. Ma prima di entrare nel vivo della corsa, vediamo l’ordine d’arrivo al traguardo

ORDINE D’ARRIVO JEREZ, MOTOGP SPAGNA 2011:

  • LORENZO
  • PEDROSA
  • HAYDEN
  • AOYAMA
  • ROSSI
  • BARERA
  • ABRAHAM
  • CRUTCHLOW
  • ELIAS
  • HOPKYNS
  • CAPIROSSI
  • DOVIZIOSO

E’ proprio vero, in certe ocasioni saper aspettare paga. Si parte su asfalto umido e a mettersi subito in evidenza sono Stoner, Lorenzo, Pedrosa e Simoncelli, mentre Rossi, dalle retrovie, inizia un’incredibile rimonta che lo porta a “bersi” un avversario dopo l’altro fino alla terza posizione. Nel frattempo, Pedrosa molla il colpo e retrocede, mentre Simoncelli mette il tigre nel motore portandosi alla testa della gara dopo una serie di staccate iperboliche oltre ogni legge della fisica. Sull’umido, Rossi e SuperSic sembrano incontenibili.
Ma nellegare funziona semprecosì… mai dire gatto, se non l’hai nel sacco. Nel giro di una manciata di minuti accade l’impossibile. Rossi, terzo, stacca forte su Stoner – troppo forte – lo passa all’interno, perde la moto, scivola e spazza via anche l’australiano della Honda. Finiscono entrambi al tappeto. Rossi aiutato dai commissari di gara riparte. Stoner, invece, nessuno se lo fila ed è costretto al ritiro. Scoppia la polemica con Casey infuriato: perché tutti i commissari si sono affannati ad aiutare Rossi lasciandolo solo con la sua HRC? Tante le opinioni in merito… tutte poco convincenti! 

Neanche il tempo di riprendersi per questa clamorosa doppia eliminazione che alla fine del rettilineo Marco Simoncelli perde la moto, scivola, e deve rininciare così a quella che sarebbe potuta essere una storica vittoria sul circuito andaluso. Anche in questo caso, ci si domanda come mai nessun commissario di gara sia corso a dare una mano a SuperSic per farlo ripartire. E il pilota stesso non manca di ironizzare, interpellato in diretta, su questo strano comportamento. 

Dani Pedrosa, nel frattempo, si rianima, recupera posizioni e va a caccia del connazionale della Yamaha. Ma oramai Lorenzo è imprendibile e Dani sembra doversi accontentare del podio, in bagarre con Ben Spies per la seconda posizione. Ma proprio quando il californiano sembrava aver preso margine e si dava per scontata la doppietta Yamaha, il destino non la smette di accanirsi sulla domenica di Jerez e fa scivolare anche lui a pochi giri dalla fine.

In conclusione, sarà stata una tattica, sarà stata tutta fortuna, ma la scelta di una gara “d’attesa” e guardinga – in una giornata che si preannunciava difficile già alla sua vigilia visto l’insidioso asfalto umido – ha pagato:  Jorge Lorenzo trionfa tra i cordoli di casa con un margine imbarazzante su Pedresa.  Nicky Hayden si rirtrova terzo davanti ad un incredulo Aoyama, mentre Valentino, ripartito dopo l’episodio con Stoner, riesce a mettere da parte un preziosissimo quinto posto. Andrea Dovizioso è ultimo causa imprevista sosta a i box


7 Comments

  1. Mario

    2011/04/03 at 4:04 PM

    Prima Vale e mi veniva da piangere… poi Sic… ma che cavolo di iella. E quanto ho rosicato…

  2. Pingback: Valentino Rossi, commento dopo gara Jerez 2011: "mi dispiace molto aver fatto quell'errore" | Pianeta Riders

  3. Pingback: MotoGP Jerez 2011, dichiarazioni post gara Team Yamaha: la soddisfazione di Lorenzo e la delusione di Spies | Pianeta Riders

  4. Pingback: Pedrosa, operato nel pomeriggio, tornerà in tempo per il GP del Portogallo | Pianeta Riders

  5. Pingback: MotoGP Le Mans Francia 2011: Orari e Programmazione TV più presentazione della gara e spiegazione del circuito | Pianeta Riders

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in MotoGp