Connect
To Top

MotoGp Germania 2008: vittoria a Stoner, l’australiano con le branchie

Che Stoner sia un autentico campione è chiaro da tempo, ma che lui e la sua Ducati avessero le branchie era difficile da immaginare. In un Sachsenring trasformato in un autentico pantano, l’australiano a 2 ruote più veloce che c’è trionfa e si porta a casa anche il MotoGp di Germania 2008. Ho detto trionfa? Scusate, volevo dire stravince, domina, umilia gli avversari con un vantaggio che sul bagnato si fa francamente imbarazzante. Oramai per parlare delle gesta del campione di Borgo Panigale non ci sono più parole, e allora, passiamo oltre.

Valentino Rossi, secondo, bravo comunque. Parte settimo e parte male, ma recupera. Guida bene, grande regolarità e ha un buon feeling con la pista nonostante il bagnato. In alcuni tratti il suo passo di gara riesce ad eguagliare quello di Casey. Ma l’australiano è oramai troppo avanti. Tutto sommato, quindi, ottima prova anche per il Dottore.

Vermeulen, terzo: quando piove spuntano i funghi. In gara, invece, vengono fuori gli specialisti del bagnato. Ottima prova per lui, anche se oramai c’è un tizio vestito di rosso, su una moto tutta rossa, che sembra essere specialista di qualunque cosa.



Splendida gara anche per De Angelis, quarto. Sull’acqua è un altro di quelli che va forte e in Germania manca un podio sicuramente meritato solo per un pelo. Bravo Alex, parte dalle retrovie e conclude una gran gara. Questa volta il casco d’oro di Pianeta Riders è tutto suo. Già, perché assegnarlo a Stoner, in effetti, ci sembrerebbe un po’ superfluo!

Dopodiché, come si dice: gara bagnata, gara fortunata? Un detto forse da rivedere. Pedrosa parte bene e va subito forte, eppure Camomillo non è mai stato uno specialista dell’acqua. Non si fa in tempo a complimentarsi con lui, però, che arriva la beffa. Brutta scivolata dopo pochi giri e una frattura ad un dito che speriamo non comprometta il prossimo appuntamento di Laguna Seca.

Ma la sua non è stata l’unica caduta. Vanno a terra, tra gli altri, anche Lorenzo, Edwards ed uno sfortunatissimo Melandri che esce di gara proprio nel momento in cui stava iniziando a far registrare tempi di tutto rispetto. Evidentemente la fortuna è cieca, ma la sfiga ci vede sempre troppo bene!

L’appuntamento è per la prossima gara di Laguna Seca. Come sempre grandi emozioni, come sempre MotoGp!!! 


1 Comment

  1. Pingback: MotoGp Laguna Seca 2008: Pedrosa ancora in forse per la gara | Pianeta Riders

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in MotoGp