Connect
To Top

Libere 2 MotoGP Austin 2013: Marquez li distrugge tutti

Lo spagnolo della Honda surclassa gli avversari nelle Prove Libere 2 sul Circuito americano di Austin. A seguire, il compagno di squadra Pedrosa e Stefan Bradl. Poi le tre Yamaha di Lorenzo, Rossi e Crutchlow.

[divider]

Si parte in sordina, sul tracciato texano. Poi una lampadina si accende nel casco dello spagnolo più scatenato del momento e la Honda Numero 93 prende a correre come sospinta da un tornado inferocito. Più che un turno di qualifiche, quella di Marquez è sembrat una partita alla Playstation, col giovane folletto iberico impegnato in un’appassionante sfida con se stesso

Difficile pensare cosa si sia agitato nel caschi degli avversari a vedersi mettere in riga dall’ultimo arrivato. Di certo non sarà di buon umore Daniel Pedrosa, nonostante il secondo crono, ma neanche Lorenzo e Rossi devono passarsela meglio, sopravanzati nel finale anche da Stefan Bradl dopo un giro affilatissimo. Nel complesso, le Yamaha sembrano meno pronte delle Honda a danzare tra i cordoli USA. Settimo, alle spalle di Crutclow, si piazza il nostro Andrea Dovizioso, migliore tra i ducatisti in pista!

Classifica FP2  Austin 2013

01- Marc Marquez – Repsol Honda Team – Honda RC213V – 2’05.031
02- Dani Pedrosa – Repsol Honda Team – Honda RC213V – + 0.554
03- Stefan Bradl – LCR Honda MotoGP – Honda RC213V – + 1.142
04- Jorge Lorenzo – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – + 1.606
05- Valentino Rossi – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – + 1.837
06- Cal Crutchlow – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 1.868
07- Andrea Dovizioso – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP13 – + 2.205
08- Alvaro Bautista – GO&FUN Honda Gresini – Honda RC213V – + 2.225
09- Nicky Hayden – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP13 – + 2.668
10- Ben Spies – Ignite Pramac Racing – Ducati Desmosedici GP13 – + 3.003
11- Aleix Espargaro – Power Electronics Aspar – ART GP13 – + 3.268 (CRT)
12- Yonny Hernandez – Paul Bird Motorsport – ART GP13 – + 4.343 (CRT)
13- Bradley Smith – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 4.393
14- Randy De Puniet – Power Electronics Aspar – ART GP13 – + 4.708 (CRT)
15- Andrea Iannone – Energy T.I. Pramac Racing – Ducati Desmosedici GP13 – + 4.829
16- Karel Abraham – Cardion AB Motoracing – ART GP13 – + 5.380 (CRT)
17- Claudio Corti – NGM Mobile Forward Racing – FTR Kawasaki – + 5.689 (CRT)
18- Hiroshi Aoyama – Avintia Blusens – BQR FTR – + 6.152 (CRT)
19- Danilo Petrucci – CAME Iodaracing Project – Ioda Suter BMW – + 6.583 (CRT)
20- Michael Laverty – Paul Bird Motorsport – PBM 01 – + 6.797 (CRT)
21- Lukas Pesek – CAME Iodaracing Project – Ioda Suter BMW – + 7.199 (CRT)
22- Bryan Staring – GO&FUN Honda Gresini – FTR Honda MGP13 – + 7.431 (CRT)
23- Colin Edwards – NGM Mobile Forward Racing – FTR Kawasaki – + 7.473 (CRT)
24- Hector Barbera – Avintia Blusens – BQR FTR – + 7.542 (CRT)
25- Blake Young – Attack Performance Racing – Attack Performance APR – + 8.127 (CRT)
26- Mike Barnes – GP Tech – BCL GP212 – + 11.138 (CRT)

3 Comments

  1. Massimiliano Benvenuti via Facebook

    2013/04/19 at 11:06 PM

    Chissà che battaglie ci fosse stato stoner

  2. Pianeta Riders via Facebook

    2013/04/19 at 11:21 PM

    davvero. Se come detto in passato potrebbe corrre qualche gara come wild card, sarà da leccarsi i baffi. Poi se nel 2014… va be’ 😉

  3. Pingback: MotoGP Austin 2013, Rossi dopo le FP2: "Marquez, Pedrosa e Bradl sono più veloci di noi" | Pianeta Riders

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in MotoGp