Connect
To Top

Gara MotoGP Spagna Aragon 2012: vittoria di Pedrosa su Lorenzo e Dovizioso

Ordine d’arrivo, risultati e commento del GP Spagnolo sul Circuito di Aragon: Pedrosa surclassa gli avversari mettendosi dietro l’intera armata Yamaha. Ottimo podio per Andrea Dovizioso!

Che Aragon sarebbe stato un affare tra Lorenzo e Pedrosa lo si sapeva sin dal’inizio. Sfruttando la pole, è il Rider Yamaha a mettersi subito in testa alla gara, inseguito dal rivale Honda che gli alita sul collo come un mastino, senza mai mollare la presa. Si capisce subito che è solo questione di tempo. E infatti, dopo un terzo di gara passato a prendere le misure, Daniel Pedrosa infila Lorenzo con un  sorpasso da manuale. Conquistata la posizione di Testa, l’alfiere Honda prende il largo e impallina la bandiera a scacchi con un notevole vantaggio… come a dire, forse non conquisterò il mondiale, ma venderò cara la pelle!
Lorenzo, secondo,
acquisisce in ogni caso punti importanti in chiave iridata. La sfida continua!!!

Ma la vera battaglia è stata quella combattuta per il terzo gradino del podio, nel finale, tra Crutchlow e Dovizioso. Dopo aver archiviato la pratica Spies, i due piloti Tech3 si sfidano a colpi proibiti, con incroci e sorpassi al limite delle leggi della fisica. La spunta il nostro Dovi, che riesce a tenere dietro magistralmente il coriaceo compagno di squadra inglese!

Quinto, sotto la bandiera a scacchi, Ben Spies, che – ultimo tra gli yamahisti – perde tonicità nel finale, precedendo Bautista e Rea: continua la buona cavalcata dell’inglese sulla Honda di Stoner, segno che quando il talento c’è, tutto il resto vien da sé! Alle sue spalle, un Rossi che oggi ha più volte sperimentato passaggi in off-road, i quali ne hanno condizionato irrimediabilmente la performance.

Da segnalare, infine, l’incredibile volo mette fuori gioco Nicky Hayden. Un episodio che non mancherà di far discutere, col Pilota Ducati che perde il controllo della moto e – finito fuori pista – arriva sparato sulle protezioni per poi essere sbalzato oltre le stesse. Per fortuna, pare che il Californiano non abbia riportato conseguenze dall’accaduto, ma rimangono le polemiche su una situazione di evidente negligenza che ha messo in grave pericolo l’incolumità del Rider Ducati.

Risultati MotoGP Aragon 2012

01- Dani Pedrosa – Repsol Honda Team – Honda RC213V – 23 giri in 42’10.444
02- Jorge Lorenzo – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – + 6.472
03- Andrea Dovizioso – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 11.047
04- Cal Crutchlow – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 11.184
05- Ben Spies – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – + 13.786
06- Alvaro Bautista – San Carlo Honda Gresini – Honda RC213V – + 28.166
07- Jonathan Rea – Repsol Honda Team – Honda RC213V – + 32.290
08- Valentino Rossi – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP12 – + 44.432
09- Karel Abraham – Cardion AB Motoracing – Ducati Desmosedici GP12 – + 57.417
10- Aleix Espargaro – Power Electronics Aspar – ART GP12 – + 58.525 (CRT)
11- Randy De Puniet – Power Electronics Aspar – ART GP12 – + 59.863 (CRT)
12- Hector Barbera – Pramac Racing Team – Ducati Desmosedici GP12 – + 1’14.561
13- Yonny Hernandez – Avintia Blusens – BQR FTR – + 1’16.159 (CRT)
14- James Ellison – Paul Bird Motorsport – ART GP12 – + 1’16.580 (CRT)
15- Michele Pirro – San Carlo Honda Gresini – FTR Honda MGP12 – + 1’25.815 (CRT)
16- Mattia Pasini – Speed Master Team – ART GP12 – + 1’31.801 (CRT)
17- Danilo Petrucci – CAME Iodaracing Project – Ioda Suter BMW – + 1’42.300 (CRT)
18- Colin Edwards – NGM Mobile Forward Racing – Suter BMW – a 1 giro (CRT)


1 Comment

  1. Ezio Balsamo via Facebook

    2012/09/30 at 6:41 PM

    menomale, finalmente un commento dove vengono citati solo veri top-riders… 😀

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in MotoGp