Connect
To Top

Al via il Campionato Moto2 2010: facciamo il punto su regolamento, team e piloti

(articolo di Amedeo Roma)


Il prossimo 11 aprile, sul circuito di Losail, Qatar, prenderà finalmente il via il mondiale 2010 MotoGP. Tra le novità più eclatanti di questa nuova stagione, la fine della gloriosa e spettacolare classe 250 Gp, che verrà sostituita dalla nuova  Moto2, la cui impostazione sarebbe maggiormente in linea con l’attuale “sensibilità” mondiale nei confronti dell’inquinamento e delle tematiche ambientali. Come noto, infatti, i motori due tempi risultano più inquinanti rispetto ad un moderno quattro tempi; queste le motivazioni “ufficiali”. Di fatto, tutt’altre sembrano essere le logiche alla base di questa scelta. Logiche che parrebbero andare a braccetto più con fattori di natura “commerciale” che ambientale. Ma tant’è, abbandonata la 250 cm3, classe ricca di storia, emozioni e campioni che vi sono transitati, in una sorta di rito di passaggio per la classe regina (Valentino Rossi, Max Biaggi, Loris Capirossi, solo per citarne alcuni), inizia una nuova era.

IL REGOLAMENTO

Il motore (Honda per tutti) sarà di 600 cm3 di cilindrata, con un regime di rotazione massimo di 16.000 giri/min; mentre l’elettronica sarà fornita da produttori designati dalla Fim, ovvimante uguali per tutti. In sostanza, il motore non sarà altro che quello che equipaggia attualmente la  Honda CBR 600 R, fornito di un Kit di potenziamento HRC. Per quanto riguarda l’elettronica, il regolamento è più restrittivo rispetto alla classe 250 cm3, che negli ultimi anni utilizzava anche il controllo di trazione. Sarà consentita esclusivamente la raccolta di dati tramite ECU, forniti direttamente dall’organizzatore; nessun altro controllo elettronico sarà permesso. Il telaio è l’unico componente completamente libero per i Team, mentre per quanto riguarda l’impianto frenante non si  potranno utilizzare sistemi in carbonio nell’ottica di mantere costi ridotti. Dunlop, infine, sarà l’unico fornitore per gli pneumatici

LE MOTO

Il regolamento della nuova classe, appositamente studiato per non far rimpiangere la spettocolarità della quarto di litro e mantenere i costi più contenuti, ha aperto la strada delle competizioni mondiali anche a piccoli preparatori. Questo ha determinato un proliferare di nomi “nuovi” con i quali sarà difficoltoso, soprattutto all’inizio, prendere confiedenza viste alcune sigle (speriamo che l’elenco in basso vi sia d’aiuto). Nomi che, almeno sulla carta, potrebbero essere da subito competitivi: il regolamento, infatti, garantisce a tutti i piloti mezzi con le medesime prestazioni. Da questo punto di vista lo spettacolo dovrebbe essere garantito visto che la differenza la faranno soprattutto la classe e il manico dei Riders in pista, oltre alle scelte ciclistiche azzeccate. Perlomeno nella prima parte di campionato. Successivamente chi avrà soldi da spendere per evolvere l’unità telaistica e ciclistica, inizierà a fare la differenza.

I TEMPI

Dando un’occhiata ai tempi dei primi test, si può già valutare che la nuova classe paga circa un secondo e mezzo sul giro rispetto alla più veloce 250 cm3. Questo, ovviamente, è dovuto in parte al motore, che in questo momento anche con il kit HRC esprime una potenza di circa 130/135 CV contro i 150 CV promessi, e in parte ad uno sviluppo delle moto ancora in fase embrionale. Il record di gara (classe 250) sul circuito di Valencia, ad esempio, appartiene a Mika Kallio che nel 2007 aveva girato in 1’35.659. La moto 2 negli ultimi test svoltisi sul circuito spagnolo dal 6 all’ 8 marzo ha visto Julian Simon il più veloce in pista con la RSV: il suo tempo, 1.37.156.

Questa differenza di tempi non inciderà sullo spettacolo, che viene garantito ovviamente dall’alto numero di partecipanti e dall’equilibrio tra i mezzi, ma rimane il dubbio sull’inevitabile confronto di prestazioni (che potrebbero essere del tutto simili) con le moto che partecipano al mondiale Super Sport 600 cm3, dove si gareggia con moto derivate dalla serie.

Elenco Iscritti

                 
    Pilota Nazionatlità Team Moto    
                 
    2 Gabor  Talmacsi Ungheria Speed Qatar Aprilia Speed Up    
    4 Stefan Bradl German Viessmann Kiefer Racing Suter    
    5 Joan Olive Spagna Jack&Jones By A.Banderas Promoharris    
    6 Alex Debon Spagna Red Bull Ajo Motorsport Ftr    
    7 Axel Pons Spagna Pons Racing Pons Kalex    
    9 Kenny Noyes Usa Jack&Jones By A.Banderas Promoharris    
    10 Fonsi Nieto Spagna G22 Holidaygym Moriwaki    
    12 Thomas Luthi Svizzera Interwetten Moriwaki Racing Moriwaki    
    14 Ratthapark Wilairot Tailandia Honda-Sag Suter    
    15 Alex De Angelis San Marino Scot Racing Team Scot    
    16 Jules Cluzel Francia Forward Racing Suter    
    17 Karel Abraham Rep. Ceca Cardion Ab Motoracing Rsv    
    24 Toni Elias Spagna Gresini Racing Moto2 Moriwaki    
    25 Alex Baldolini Italia Caretta Technology Race Dept I.C.P.    
    29 Andrea Iannone Italia Speed Up Aprilia Speed Up    
    35 Raffaele De Rosa Italia Tech 3 Racing Tech 3    
    37 Fabricio Perren Argentina Kino Racing Kino    
    39 Robertino Pietri Venezuela Italtrans S.T.R. Suter    
    40 Sergio Gadea Spagna Pons Racing Pons Kalex    
    41 Arne Tode Germania Racing Team Germania Suter    
    44 Roberto Rolfo Italia Italtrans S.T.R. Suter    
    45 Scott Redding Gran Bretagna Marc Vds Racing Team Suter    
    48 Shoya Tomizawa Giappone Technomag-Cip Suter    
    52 Lukas Pesek Rep. Ceca Matteoni C.P. Racing Moriwaki    
    53 Valentin Debise Francia Wtr San Marino Team Adv    
    55 Hector Faubel Spagna Honda-Sag Suter    
    56 Vladimir Leonov Russia Vector Kiefer Racing Suter    
    59 Nicola Canepa Italia Scot Racing Team Scot    
    60 Julian Simon Spagna Mapfre Aspar Team Rsv    
    61 Vladimir Ivanov Russia Gresini Racing Moto2 Moriwaki    
    63 Mike Di Meglio Francia Mapfre Aspar Team Rsv    
    71 Claudio Corti Italia Forward Racing Suter    
    72 Yuki Takahashi Giappone Tech 3 Racing Tech 3    
    75 Mattia Pasini Italia Jir Moto2 Tsr    
    76 Bernat Martinez Spagna Blusens Bqr Bqr-Moto2    
    77 Dominique Aegerter Svizzera Technomag-Cip Suter    
    88 Yannick Guerra Spagna G22 Holidaygym Moriwaki    
    95 Mashel Al Naimi Qatar Blusens Bqr Bqr-Moto2    
    27 Vincent Lonbois* Belgio Marc Vds Racing Team Suter    
    TBA TBA TBA Jir Moto2 Tsr    
    TBA Anthony West* Australia Mz Racing Team Mz    
                 
    * RISERVE          
                 
                 

MOTO

Bimota: Ciclistica in tubi di acciaio 

 

RSV Motor: Ciclistica in tubi di acciaio

 

ADV: Telaio doppio trave

 

BQR-M2: Telaio doppio trave

 

FTR-Moto2: Telaio doppio trave

 

Ilmor-Moto2: Telaio doppio trave

 

Mz: Telaio doppio trave

 

Pons-Kalex: Telaio doppio trave

 

Scot-Moto2: Telaio doppio trave

 

Suter: Telaio doppio trave

 

Tech3: Telaio doppio trave

 


1 Comment

  1. Nadia

    2010/03/29 at 11:09 AM

    Complimenti.

    😉

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in curiosità