Connect
To Top

MotoGp: Suppo e Puig, prime scintille in casa Honda


(articolo di Davide Petrachi)

Quella alla quale ci apprestiamo ad assistere è, o meglio, potrebbe essere una vera e propria guerra. Le premesse ci sono tutte: due personalità forti, un Team da “tenere in pugno” e un pilota da far vincere, il “proprio”. La situazione creatasi è di “proprietà” Honda, in particolare della squadra interna, il Team Repsol, il colosso della MotoGp. Protagonisti della vicenda sono Livio Suppo e Alberto Puig con la “buona” compagnia dei loro assistiti, rispettivamente Casey Stoner (prossimo rider a vestire le effigie del colosso nipponico) e Daniel Pedrosa (pilota di punta della squadra HRC, di cui Puig è manager). Motivo di quella che potrebbe essere la prima scintilla di una lunga diatriba fra l’italiano e lo spagnolo, da un lato, la diffidenza che Pedrosa e Puig hanno nei confronti di Suppo, dall’altro, il fatto che Puig tutela il suo assistito e Livio si appresta ad accogliere quel numero 27 che tanta gloria gli ha portato ai tempi di Ducati: una rivalità che rischia di infiammare il box.

La posizione di Suppo all’interno di Honda pone l’italiano in una condizione di netta dominanza e la cosa indispettisce Puig che prepara il terreno per Dani in vista della prossima stagione. La Repsol, potente main sponsor iberico, per il momento evita dichiarazioni, né tantomeno si sbilancia, ma viene da domandarsi quanto gli possa far piacere un rider australiano che viene ad insidiare il “proprio” spagnolo nel ruolo di prima guida del team Honda

 Livio Suppo, attualmente, ricopre la carica di responsabile per il marketing ma dalla prossima stagione andrà a rivestire la prestigiosa carica di responsabile del team HRC. Questa cosa, per Alberto Puig (spagnolo in un Team con pilota spagnolo e munifico  sponsor petrolifero iberico), non è e non sarà il massimo della vita. I due già non si amano e non se le mandano a dire, anche se a Suppo va dato il merito di saper tenere i toni bassi.

Le affermazioni di Puig, invece, hanno tutt’altro colore: “Con Suppo noi non parliamo”. Una dichiarazione di guerra che il manager di Pedrosa si è lasciata scappare e che non potrà non lasciar strascichi. A far da eco al manager spagnolo ci ha pensato, forse mal consigliato come spesso è accaduto, proprio Dani Pedrosa. Il pilota di casa Honda ha affermato, durante  una recente puntata della trasmissione Fuori giri: “Suppo lavora per il marketing non ha niente a che fare con la squadra”. Dichiarazioni più che sibilline. Ma è stata ancor più dura la reazione da parte del pilota quando gli è stato riferito che Livio Suppo dal prossimo anno avrebbe preso le redini del Team Repsol: “Chi l’ha detto, lui? Io vado d’accordo con Yamano, l’uomo giapponese che adesso occupa quel ruolo e nel 2011 bisogna tenere la squadra così com’è”. E siamo solo all’inizio, all’antipasto signori.  

Come accennavamo, contrariamente ai due spagnoli, Livio Suppo ha dato fondo a tutta la sua diplomazia e a tutto l’autocontrollo possibile nel rispondere – sempre all’interno della puntata di Fuori Giri andata in onda dopo la gara di Aragon – a quella che è stata una vera e propria provocazione. Il manager italiano ex Ducati, si è così espresso: “Dani è stato molto bravo (riferendosi ovviamente alla gara appena conclusa, che aveva visto lo spagnolo chiudere alle spalle di Casey Stoner), in questo momento non ha un contatto diretto con me, sta andando forte ed è logico che si aspetta di continuare alla stessa maniera nel 2011. I piloti fanno il loro mestiere, coinvolgerli in questioni non loro non è rispettoso”. Poi Suppo prosegue: “Queste difficoltà sono state messe in piedi dalla stampa: ci sono delle problematiche da affrontare, lasciateci lavorare in pace” – poi conclude con una vera bomba che spiazza tutti – “nel 2011, la HRC schiererà quattro piloti ufficiali, anche se ancora vanno definiti i colori”. 

Dichiarazioni, quelle di Suppo, che vanno prese comunqye con le molle. Il Team Gresini, quello che potrebbe essere destinato a diventare il 2° Team Ufficiale, non è al corrente (?) della situazione; la situazione nel Team Repsol, poi, è tutta da definire con un Andrea Dovizioso che ha ancora un contratto in mano con Honda, un contratto da ufficiale.

Il pilota di Forlì sa di avere in mano la “carta” che gli garantirebbe la permanenza in orbita Honda, obbligata a fornire ad Andrea un trattamento da Pilota ufficiale anche per il 2011. Dovizioso però non si sbilancia, usa molta diplomazia: “Dovrebbe essere così, i piani non sono ancora definiti e quindi non puoi dire che sarà così. E’ molto probabile, ma ci stiamo ancora lavorando”. Come dire tutto e il contrario di tutto. Insomma, ogni strada sembrerebbe praticabile. Fatto sta che il prossimo anno Honda avrà diverse beghe da gestire. Anche chi non è dell’ambiente potrà fare un 2+2 semplice semplice. Vediamo un po’ di analizzare la questione. Dalle dichiarazioni fatte, e da come pare stia evolvendo la situazione, Honda avrà nel Team Repsol HRC Pedrosa e Stoner, nel Team Ufficiale Gresini (?) Dovizioso e Simoncelli. Fin qui tutto bene. Ma leggendo i Team già notiamo qualche problema: da un lato il main sponsor Repsol (spagnolo) che, accompagnato dal buon Puig, vorrà il trattamento paritario (?) fra Stoner e Pedrosa (pupillo della casa petrolifera); dall’altro Livio Suppo, mentore di Casey Stoner, il quale, diventando responsabile del Team interno, potrebbe guardare con occhio troppo “benevolo” il rider australiano facendo gridare allo scandalo gli “spagnoli” di casa Honda (Puig, Pedrosa e Repsol).Insomma, se queste sono le premesse

Honda sta (ri)provando a creare un Team all’altezza del suo nome, con una moto finalmente rinata e competitiva e una squadra di Top Rider pronti a far man bassa di risultati. Ma se i vertici di Tokio non saranno in grado di gestire una situazione che appare sin da ora spinosa, le conseguenze potrebbero essere dolorose per la casa che investe più di tutti in MotoGp. Staremo a vedere, intanto godiamoci il finale (potrebbe essere incandescente) di questa stagione. Da come la vedo io, poi, la guerra fra Stoner e Pedrosa è già iniziata, basta vedere l’impegno che l’australiano ha messo nel Gp di domenica scorsa. Che i due si stiano già contendendo i galloni di prima guida per la prossima stagione?


1 Comment

  1. Pingback: MotoGp 2011: Casey Stoner correrà con un Team Honda tutto suo guidato da Livio Suppo | Pianeta Riders

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in honda