Connect
To Top

Honda CBR250R 2011: caratteristiche, foto e scheda tecnica della piccola sportiva giapponese


A pochi giorni dall’inizio dell’EICMA, Honda svela in anteprima una delle novità che saranno presentate al Salone di Milano. Si tratta della CBR250R, moto che si propone come mezzo versatile per chi desidera una due ruorte sportiva ma allo stesso tempo economica e facile da gestire. La “piccola” CBR andrà a rompere le uova nel paniere alla Kawasaki Ninja 250, fino ad oggi, unica tra le sportive in listino a proporsi in questa cilindrata ricca di potenzialità.

La dotazione tecnica della CBR250R appare decisamente interessante. Il motore è un monociclindrico 4 tempi raffreddato a liquido, in grado di erogare 26,4 CV a 8.500 giri/min, con una coppia massima di 22,9 Nm. Valori piuttosto inrteresanti se rapportati al peso complessivo della moto di soli 162 Kg in ordine di marcia. Per quanto riguarda le sospensioni, la CBR250R monta una forcella idraulica con steli da 37mm e un monoammortizzatore poseriore Pro-Link, la famosa architettura che assicura un movimento progressivo dell’articolazione, capace di “copiare” la conformazione di qualsiasi tipo di strada. La frenata, invece, è affidata ad un disco anteriore da 296 mm con un’efficace pinza a doppio pistoncino. Al posteriore è presente un disco da 220 mm con una pinza a pistoncino singolo.

Ma questi sono solo alcuni dei “contenuti” offerti dalla sportiva di casa Honda. A seguire, tutte le specifiche, in dettaglio, dal ricco comunicato stampa giunto in redazione (in coda, la scheda tecnica). QUI, invece, la Gallery fotografica 

Introduzione

Passare da una moto di cilindrata inferiore a una di cubatura superiore è da sempre una consuetudine nel mondo dei motociclisti che, con l’esperienza, maturano il desiderio di provare prestazioni via via superiori. Le moto di grande cilindrata, infatti, hanno sempre rappresentato un irresistibile incentivo per i possessori di moto più piccole, attratti, oltre che dalle superiori performance, da quell’indiscutibile senso di prestigio derivante dal possedere una maxi-moto. Nel 21esimo secolo, però, questo trend è stato sicuramente meno riconoscibile: il traffico delle grandi città, il prezzo crescente dei carburanti e una maggiore consapevolezza ambientale, hanno reso molto popolari e apprezzate le moto semplici e di piccola cilindrata. 

Negli anni, i modelli della serie CBR hanno definito quali debbano essere le principali caratteristiche di una moto sportiva creata per la strada, che prestazioni debba avere e che emozioni debba trasmettere. Emozionanti come le supersportive, ma con un livello di versatilità e facilità di guida di cui normalmente le Super Sport difettano, le CBR hanno sempre soddisfatto le richieste di alte prestazioni dei piloti più esperti, offrendo al contempo la facilità d’uso apprezzata dai neofiti delle due ruote. 

La nuova CBR250R fonde le virtù intrinseche di una 250cc con le qualità che contraddistinguono tutte le CBR: alte prestazioni, grande agilità, guida intuitiva e notevole facilità d’uso. Il risultato è una moto di una versatilità unica, in qualsiasi situazione, che regala però emozioni tali da rendere divertente qualsiasi tipo di utilizzo. Con il suo leggero ed efficiente motore monocilindrico, la ciclistica avanzata e un design sorprendente, la CBR250R eserciterà un appeal unico su un’ampia fascia di utenti. La maneggevolezza, il motore fluido e potente e una ciclistica gratificante sono le armi di una moto che piacerà sia a chi ama guidare la moto per puro piacere, sia a chi è attento a risparmiare tempo e denaro negli spostamenti quotidiani.

Progettazione e Sviluppo

Sebbene i vantaggi delle leggere moto di piccola cilindrata siano ben noti, in passato i loro possessori hanno dovuto cedere a qualche compromesso. I motociclisti ne amano alcuni vantaggi, quali i bassi costi di gestione, l’uso efficiente del carburante e la grande maneggevolezza, ma non vogliono rinunciare a una guida sofisticata, alle emozioni della sportività e allo stile accattivante delle moto di grossa cubatura. Esiste pertanto una domanda di modelli 250cc che – tanto per il look quanto per l’efficacia di guida – possano gratificare i loro possessori quanto quelli di moto più potenti e costose. 

La nuova CBR250R è la risposta di Honda a questo desiderio. Con il suo nuovissimo monocilindrico da 249,4cm³ raffreddato a liquido, caratterizzato da un’efficiente distribuzione DOHC a 4 valvole e alimentazione a iniezione elettronica PGM-FI, è leggera e molto compatta, oltre che dotata di una vantaggiosa erogazione di coppia per una guida efficace e divertente. Equilibrata nel rendimento e caratterizzata da un perfetto bilanciamento tra prestazioni e maneggevolezza, è una vera sportiva da 250cc ma con in più i vantaggi di una incredibile versatilità e di consumi particolarmente contenuti.   

Caratteristiche principali

  • – Potente motore monocilindrico da 249,4cm3 con distribuzione DOHC a quattro valvole, per una coppia generosa e brillanti accelerazioni.
  • – Avanzato sistema di iniezione PGM-FI: prontissima risposta al comando del gas ed efficiente economia di carburante.
  • – Telaio a doppio trave in acciaio con forcella telescopica da 37mm e sospensione posteriore con Pro-Link e monoammortizzatore, per una maneggevolezza e una guidabilità superiori.
  • – Look sportivo ma elegante grazie alla carenatura integrale.
  • – Sistema frenante sportivo con dischi di grande diametro e pinze generosamente dimensionate per decelerazioni sempre sicure su qualsiasi fondo.
  • – Strumentazione con pannello digitale multifunzione: chiara e perfettamente leggibile fornisce complete informazioni su velocità istantanea, giri motore, temperatura di esercizio, livello carburante e contachilometri totale/parziale.

Design ergonomico

Posizione di guida istintiva 

La posizione di guida della CBR250R è la garanzia della sua versatilità perché garantisce comfort e controllo assoluto in ogni tipo di situazione. La sella posta ad appena 784mm, fa sentire a proprio agio piloti di qualsiasi statura, consentendo anche ai meno alti di appoggiare con sicurezza i piedi a terra. Il risultato è una maggiore sicurezza e agilità nei movimenti a qualsiasi andatura, tanto nel traffico urbano quanto fuori città. La posizione del manubrio e delle pedane è in sintonia con la sella per favorire una guida sportiva che offre un controllo ottimale e la sensazione d’essere una cosa sola con la propria moto. Allo stesso tempo i movimenti del pilota sono naturali e mai limitati. La posizione di guida è talmente bilanciata che anche una lunga giornata in sella risulta piacevole lasciando sempre la mente libera di concentrarsi sulla guida. 

Una maneggevolezza sorprendente 

La maneggevolezza della nuova CBR250R è enfatizzata dal peso di appena 162,8kg, che sembra addirittura inferiore grazie all’ideale bilanciamento della ciclistica, capace di far scomparire ogni timore una volta in movimento. 

Carena integrale 

Un elemento chiave per il comfort e la sicurezza, soprattutto quando si coprono lunghe distanze a velocità di crociera, è una carena completa, in particolare se dotata di un cupolino che riduce in modo considerevole le turbolenze e assicura un elevato grado di protezione dagli eventi atmosferici. La carena della CBR250R contribuisce in modo determinante alla facilità d’uso della moto, rendendo la guida meno stancante e aiutando a mantenere elevato il livello di concentrazione. 

Avanzata strumentazione digitale 

La sofisticata concezione ergonomica della CBR250R è sottolineata anche dalla bella strumentazione digitale multifunzione, che con un rapido sguardo offre al pilota tutte le informazioni necessarie. La concentrazione del pilota può così rimanere sempre sulla strada, per gettare rapidamente uno sguardo al quadro strumenti verificando velocità, regime di giri, temperatura del motore, livello del carburante, orario e contachilometri totale/parziale, tutte informazioni sempre ben visibili. 

Il comfort del passeggero 

La generosa potenza sviluppata dal motore permette di muoversi agevolmente anche con il passeggero a bordo, che gode peraltro di una posizione comoda e naturale. Le maniglie sul codone sono pensate per un pratico appiglio anche indossando i guanti, in modo da garantire a chi siede dietro una piacevole sensazione di sicurezza. Sotto la sella del passeggero non manca un pratico spazio in cui riporre il libretto di uso e manutenzione, il kit di attrezzi e altri accessori come l’antifurto meccanico a U, il telo protettivo o il kit di emergenza. La CBR250R si dimostra così anche sotto questo punto di vista particolarmente pratica ed efficiente.

Styling 

La carena, tipicamente Super Sport nel design, è scolpita con tratti aggressivi e si slancia verso un leggero e marcato taglio del codone. Le linee, dinamiche e sofisticate, ne sottolineano la duplice personalità: appassionante e sportiva ma pratica in ogni situazione. 

Le accattivanti colorazioni della CBR250R si sposano a meraviglia con le finiture coordinate ed eleganti dei componenti della ciclistica. Il risultato è una sportiva con una classe che non passa inosservata.

Scelta Cromatica

Asteroid Black Metallic 

Il colore Asteroid Black Metallic della CBR250R riflette perfettamente il carattere sicuro e sofisticato di questa nuova sportiva “quarto di litro”.

 

Pearl Blue – Tricolour 

Ispirata alle livree delle moto Honda plurivittoriose nelle competizioni mondiali, questa combinazione di colori racchiude idealmente la gloriosa tradizione sportiva della Casa dell’Ala, offrendo ai motociclisti più sportivi una valida alternativa all’elegante nero.

 

Motore

Nuovo design del motore, potente ed efficiente 

Il cuore pulsante della nuova CBR250R è il motore monocilindrico raffreddato a liquido. Equipaggiato con testata del cilindro a 4 valvole e layout a doppie camme in testa, il nuovo motore è stato sviluppato privilegiando l’efficienza e la coppia. Grazie a un’eccellente riduzione degli attriti interni, il motore della CBR250R offre prestazioni emozionanti ed una straordinaria economia dei consumi. La potenza massima di 19,42 kW (26,4 CV) a 8.500 giri/min e la straordinaria coppia massima di 22,9 Nm combinata al peso particolarmente contenuto, assicurano accelerazioni da leader della classe, sia partendo da fermi che in ripresa, tanto in città che sulle strade extraurbane. 

Configurazione monocilindrica 
La CBR250R sfrutta i notevoli vantaggi di un motore monocilindrico. Infatti grazie al numero di parti in movimento mantenuto a un minimo assoluto, il propulsore risulta più efficiente nell’uso del carburante, generando un notevole risparmio. La grande efficienza meccanica riduce inoltre i costi di assistenza e manutenzione ordinaria, un altro elemento che rende ancora più piacevole il possesso di questa splendida sportiva di 250 cc. Il motore monocilindrico, compatto e leggero, ha facilitato il suo ideale posizionamento all’interno della ciclistica, permettendo di realizzare una ottimale distribuzione dei pesi, fondamentale per ottenere un perfetto bilanciamento dinamico e una maneggevolezza assoluta. 
 
PGM-FI 
Come tutti i modelli della famiglia CBR, anche la CBR250R impiega l’avanzato sistema di iniezione Honda PGM-FI, per un’erogazione lineare e istantanea che offre anche un notevole risparmio di carburante. La centralina di gestione (ECU) opera congiuntamente con l’accensione elettronica per garantire al cilindro una miscela di carburante sempre perfetta in tutte le condizioni. Il risultato è un motore che primeggia in tutti gli ambiti, con un’ampia erogazione della potenza e quell’immediatezza di risposta al comando del gas che solo l’iniezione elettronica è in grado di assicurare. Per semplificare la manutenzione, il sistema PGM-FI sfrutta inoltre un filtro del carburante esterno che contribuisce a ridurre ulteriormente i costi di manutenzione ordinaria. 
 
Cambio a sei rapporti 
Una moto con le prestazioni e la versatilità della CBR250R non poteva che avere un cambio a sei rapporti, per rendere la guida ancora più redditizia e fluida a tutte le velocità. Il peso contenuto e l’ottima erogazione della potenza non richiedono un uso frequente del cambio, ma la possibilità di sfruttare sempre il rapporto migliore e il regime di giri più appropriato garantisce accelerazioni prontissime e consumi particolarmente contenuti. 
Affidabilità totale e bassi costi di gestione 
Il nuovo ultra affidabile motore monocilindrico da 250 cc richiede una ridotta manutenzione ed è molto parco nei consumi. In normali condizioni di guida copre una distanza di 27 chilometri con un litro di benzina, per un’autonomia di oltre 350 chilometri grazie al compatto ma capiente serbatoio da 13 litri. Questa straordinaria economicità dei consumi è il diretto risultato dell’attenta progettazione del motore, all’interno del quale pesi e attriti sono ridottissimi. Pistone e biella, componenti leggeri e perfettamente accoppiati, favoriscono l’efficienza meccanica e quindi il risparmio di carburante, così come il peso ridotto e il basso attrito delle fasce del pistone, il cui movimento è innescato dalla candela all’iridio, determinante per l’ottimizzazione della combustione. Il raffreddamento a liquido garantisce un funzionamento con temperature costanti, contribuendo anch’esso alla riduzione dei consumi ma soprattutto alla grande affidabilità. 
Scarico moderno 
La nuova CBR250R ha un sistema di scarico che all’accattivante estetica unisce la più recente tecnologia catalitica, per contenere al minimo le emissioni inquinanti. Il convertitore catalitico trivalente riduce il livello di idrocarburi, monossido di carbonio e nitrati. La sonda lambda inserita nello scarico permette alla centralina ECU di monitorare la quantità di ossigeno ottimizzando la combustione e quindi riducendo ulteriormente le emissioni.

Ciclistica

Telaio rigido e leggero 

Il motore è montato in un telaio in acciaio con configurazione perimetrale, un leggera struttura che contribuisce al contenimento del peso ma al contempo garantisce la rigidità necessaria a realizzare una ciclistica rigorosa ed efficace, anche grazie alle sospensioni di alta qualità. La rigidezza dell’insieme è fondamentale per le doti di stabilità e maneggevolezza che sulla nuova CBR250R sono a livelli di eccellenza, per un’andatura sempre sicura anche ad alta velocità o sui percorsi più tortuosi. Una moto così polivalente si può godere anche in coppia, e così il telaietto che sorregge le selle di pilota e passeggero è particolarmente robusto, per affrontare con sicurezza anche le strade più dissestate e i trasferimenti a pieno carico.

Sospensioni avanzate 

Il comportamento delle sospensioni è stato considerato prioritario durante la progettazione della nuova CBR250R: lo scopo era assicurare un livello di raffinatezza difficile da trovare su una moto dal prezzo tanto concorrenziale. La CBR250R monta infatti una forcella idraulica con steli da 37mm e una sospensione posteriore con monoammortizzatore Pro-Link, la famosa architettura che assicura un movimento progressivo dell’articolazione, capace di “copiare” la conformazione di qualsiasi tipo di strada. Il risultato è una qualità di guida eccellente, combinata a una posizione in sella ideale per affrontare anche i percorsi più impegnativi.

Cerchi, pneumatici e freni ad alte prestazioni 

La nuova CBR250R si affida alle stesse ruote e pneumatici delle moto di grossa cilindrata per una superiore tenuta di strada ed una resa estetica da maxi-moto. Sui cerchi in lega leggera sono montati pneumatici nelle misure 110/70-MC17 all’anteriore e 140/70-MC17 al posteriore, coperture performanti per una guida redditizia e sicura. 

La frenata è gestita da un disco anteriore di ampio diametro da 296 mm con un’efficace pinza a doppio pistoncino. Al posteriore è presente invece un disco da 220 mm con una pinza a pistoncino singolo, non solo molto efficiente ma anche particolarmente modulabile, una caratteristica importante per le manovre a bassa velocità.

Accessori disponibili a richiesta

Il carattere sportivo e la versatilità della CBR250R possono essere ulteriormente aumentati grazie a una vasta gamma di accessori che include: 

  • – Lucchetto a U. Progettato appositamente per essere alloggiato sotto la sella della moto, questo robusto antifurto meccanico a U è un deterrente per i malintenzionati.
  • – Coprisella posteriore. Con verniciatura carbon-look e disegno in linea con lo styling della CBR250R, il coprisella offre un look più sportivo durante la guida senza passeggero coprendo elegantemente la parte finale del codone.
  • – Borsa sella passeggero. L’ampia borsa per la sella del passeggero rende ancora più pratico l’uso quotidiano della CBR250R.
  •  
  • – Protezione serbatoio. Progettata per preservare la vernice del serbatoio, questa protezione evita graffi e usura.
  •  
  • – Kit stickers per i cerchi. Questo kit una volta applicato ai cerchi in lega leggera della nuova CBR250R ne sottolinea le caratteristiche da vera Super Sport.

SCHEDA TECNICA CBR250R (tipo ED) 2011

MOTORE

  • Configurazione Monocilindrico, 4 tempi, 4 valvole, raffreddato a liquido (DOHC)
  • Cilindrata 249,4 cm3
  • Alesaggio per Corsa 76
  • Rapporto di compressione 10.7: 1
  • Potenza massima 19,42 kW / 8.500 min-1 (95/1/EC)
  • Coppia massima 22,9 Nm / 7.000 min-1 (95/1/EC)
ALIMENTAZIONE

 

  • Carburazione Iniezione elettronica (PGM-FI)
  • Diametro corpi farfallati 38 mm
  • Capacità serbatoio carburante 13 litri (compresa riserva con segnalazione su schermo LCD)
  • Consumo di carburante 27km/l (modalità WMTC*)
IMPIANTO ELETTRICO

 

  • Accensione Digitale transistorizzata a controllo computerizzato, con anticipo elettronico
  • Avviamento Elettrico
  • Capacità batteria 12V/6AH
  • Fari 60/55W (H4)
TRASMISSIONE

 

  • Frizione Lubrificata, multidisco con molle
  • Funzionamento frizione Meccanico, con attuazione a cavo
  • Cambio A 6 rapporti
  • Trasmissione finale Catena sigillata con “O-ring”
TELAIO

 

  • Configurazione A doppio trave discendete in acciaio
CICLISTICA

 

  • Dimensioni (L
  • Interasse 1.369 mm
  • Inclinazione cannotto sterzo 25°
  • Avancorsa 95 mm
  • Altezza sella 784 mm
  • Altezza da terra 148 mm
  • Peso in ordine di marcia 162,8 kg
SOSPENSIONI

 

  • Configurazione Anteriore Forcella telescopica da 37 mm, escursione 130 mm
  • Posteriore Monoammortizzator
  • Pro-Link, escursione 104 mm
RUOTE

 

  • Cerchi Anteriore In lega a 5 razze, 17 M/CxMT2.75
  • Posteriore In lega a 5 razze, 17 M/CxMT4.00
  • Pneumatici Anteriore 110/70-17M/C
  • Posteriore 140/70-17M/C
FRENI

 

  • Configurazione Anteriore Disco idraulico da 296 x 4 mm con pinza a due pistoncini e pastiglie in metallo sinterizzato
  • Posteriore Disco idraulico da 220


5 Comments

  1. Lady pit lane

    2010/10/27 at 10:20 AM

    l’aspettavo da un po’ perché la Kawasaki non mi ha mai fatto impazzire. Mi piace, peccato solo per quello scarico orrendo che sarà la prima cosa che le toglierò. Aspetto di vederla dal vero alla Fiera di Milano.

  2. Manuele

    2010/10/27 at 10:37 AM

    bianca rossa e blu 😯 😯

    speriamo rimanga sotto i 5.000 euros

  3. Bastard Machine

    2010/10/27 at 10:44 AM

    facciamo il punto. Avete detto che Honda presenterà 8 novità all’eicma. Esclusi i ptobabili spooter ci sono, CBR 125 e 250, Crossover, forse una endurona (molti dicono la nuova Africa Twin), e poi? Basta così? Io mi aspetto anche una nuova naked :mrgreen:

  4. J.B

    2010/12/09 at 1:41 PM

    Beh, diciamo che preparandola, forse comincia ad andare come una 125 anni 80/90. Ovviamente scherzo!

    Complimenti ad Honda perchè secondo me hanno imboccato una strada giustissima.

    Sono anni che sostengo le moto da 1000cv non servono a nulla se non in pista, dove anche li solo pochi le sanno veramente sfruttare.

    E poi… la crisi! La crisi che continua e se le spinte inflazionistiche continueranno ed il petrolio tornerà ben sopra i 100 dollari al barile… beh, ci siamo capiti, no?

    Viva le 250 belle, economiche, poco costose e parsimoniose nei consumi e divertenti da guidare.

  5. Pingback: Rumors Honda: in arrivo nuovi modelli equipaggiati col motore del CBR250R? | Pianeta Riders

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in anticipazioni