Connect
To Top

Tutto pronto per la 20.000 Pieghe edizione 2011: chi sarà incoronato Magnifico Piegatore?

Numeri importanti per l’edizione 2011 della “20.000 Pieghe”, Raid stradale valido per il campionato italiano Gran Fondo e patrocinato dalla FMI, che quest’anno vedrà la partecipazione di ben 140 moto iscritte, più numerosi altri mezzi al via riservati allo staff.

Un boom di iscrizioni merito del grande successo ottenuto dalle passate edizioni, con un numero di partecipanti praticamente triplicato rispetto al primo appuntamento del 2009. Lo scopo della 20.000 Pieghe è quello di far riscoprire il gusto di un grande Raid senza doversi necessariamente trasferire su un altro continente. Tre giorni di moto e avventura che, a far data dal 13 luglio, porteranno gli AdventuRiders sui percorsi più eccitanti tra Lombardia, Emilia Romagna, Liguria e Piemonte, con numerosi sconfinamenti in territorio francese.

La manifestazione prenderà il via da Casteggio (Pavia) e giungerà il 16 luglio al Sestriere, dove si ricongiungerà con l’evento “gemellato”  della Cesana – Sestriere, rievocazione di un rally storico a cui partecipano vetture d’epoca esclusive e ricercatissime. Con il popolo della Cesana – Sestriere, la 20.000 Pieghe condividerà il paddock live realizzato nella piazza del Sestriere nelle giornate di sabato 16 e domenica 17 luglio.

Il Magnifico Piegatore

Chi sarà quest’anno ad aggiudicarsi l’ambito titolo? Tostissimi interpreti della Piega Perfetta si sfideranno lungo i 1.200 Km previsti dal Grand Tour, tra passi di montagna, tornanti e strade mozzafiato, immersi in una natura remota e suggestiva. Solo uno sarà “incoronato” Magnifico Piegatore, ma il Regolamento prevede anche premi e riconoscimenti che verranno attribuiti ai migliori per CLASSE o ai migliori a SQUADRA. Quest’anno c’è anche il prestigio di una squadra ufficiale Ducati iscritta in rappresentanza dei D.O.C., guidata da Marco Rimondi.

Al seguito della manifestazione, oltre agli organizzatori e alle staffette, saranno presenti anche 4 delegati della Federazione Motociclistica Italiana tra Commissari, Direttore di Gara e Marshal, più quattro medici professionisti che (anche loro in moto) veglieranno sui partecipanti, oltre ai furgoni e alle auto di supporto che seguiranno la carovana, fino al camion per l’assistenza pneumatici disponibile al termine di ogni tappa.

Il Regolamento

La formula del regolamento è quella classica delle gare di regolarità, con una media oraria imposta (35km/h) e controlli timbro e controlli orari disseminati con il nostro staff lungo il percorso. Il giorno dell’arrivo verrà messo a disposizione dei partecipanti un roadbook, dopodiché starà a loro dover dimostrare la propria capacità di navigazione e resistenza senza incorrere in penalità.

I controlli timbro sono fatti solo per verificare che i partecipanti passino in alcune strade senza effettuare tagli (sono vietate superstrade, autostrade e strade a scorrimento veloce), mentre i controlli orari servono, oltre che per forzare il percorso sulla giusta strada, per verificare che i partecipanti non vadano né troppo forte, né troppo piano, come si conviene ad una gara di regolarità.

Il Programma

Il programma dell’evento prevede la partenza il 13 luglio dalla piazza Cavour di Casteggio – Pavia, l’arrivo è previsto per le 14:00 e fino alle 17:30 si svolgeranno le attività di accredito e le operazioni preliminari.

Alle 19.30 ci sarà una prima tappa denominata “Prologo” da svolgere in notturna per un totale di circa 30km, utile ai partecipanti che potranno effettuare un ripasso del Regolamento, dal momento che incontreranno lungo il tracciato tutte le variabili presentate dallo stesso. Misurandosi dalla navigazione ai controlli orari, dalla velocità imposta ai controlli timbro fino ai temutissimi “Controlli Volanti” disseminati in punti a sorpresa lungo il tracciato.

Il giorno successivo ci sarà la partenza della tappa dalla piazza di Salice Terme con arrivo in serata nel basso Monferrato ad Acqui Terme. Il giorno successivo si andrà da Acqui fino a Limone 1400 (Cuneo) attraverso il Colle di Tenda e poi l’ultimo giorno da Limone fino al Sestriere passando dai più famosi colli francesi. Sestriere dove si dovrà giungere nella serata del 16 luglio con arrivo trionfale sotto l’arco della 20.000 pieghe.

A Sestriere si svolgerà poi la parata finale sulle strade della mitica Cesana – Sestriere il 17 luglio in  coabitazione nel paddock live realizzato in paese con la gara automobilistica d’epoca Cesana – Sestriere. La carovana motociclistica eseguirà anche una tappa sulla strada a corredo della bellissima manifestazioni di auto d’epoca.  Nella giornata di domenica 17 si svolgerà anche la premiazioni finali con tutte le classifiche divise per categorie.

Brevemente:

  • 13-Luglio:  “Prologo” Casteggio- Rivanazzano  (30 km ca)
  • 14-Luglio:   Salice Terme – Acqui Terme (390 km ca)
  • 15-Luglio:   Acqui Terme – Limone (1400 415 km ca)  (con sconfinamento in Francia  nella val Roia e rientro al Col di Tenda)
  • 16-Luglio:   Borgo San Dalmazzo – Sestriere  (375km ca) (con doppio sconfinamento in Francia: Col dell’agnello e Col d’Echelle)

La Sfida

Ma la sfida giornaliera in cosa consiste?
– nella resistenza alla fatica e nella regolarità del viaggio
– nella capacità di “vedere” assorbire metabolizzare e in parte ricordare tutte le cose che si incontrano
– nello spirito di amicizia verso gli altri partecipanti che ci deve sempre guidare
– nella capacità di “mantenere” il gruppo in sicurezza
– nella capacità di saper navigare il percorso, interpretare il regolamento e saper distribuire e razionalizzare al meglio le proprie energie psico-fisiche

Tutti i partecipanti ricevono semplicemente un Road-Book ma è il territorio il vero protagonista della manifestazione con i suoi panorami mozzafiato ed i monumenti ai quali è fondamentale prestare attenzione. Gli ingredienti e gli elementi indispensabili sono la passione per la moto e per i viaggi, il piacere di stare insieme e fare gruppo e lo spirito cordiale e gentile con tutti, dal rispetto delle regole alla capacità di affrontare con l’animo giusto gli inevitabili piccoli e grandi problemi che giornalmente si presentano durante il viaggio.

I Controlli

Percorso di 3 gg. divisi in 2 tappe al giorno. Partono 2 motociclisti ogni minuto e seguono per circa 12 ore un itinerario consigliato. I posti tappa vengono considerati “aperti” calcolando una media tra i 30 ed i 35 Km/h dalla partenza del mattino (media che verrà verificata ai Controlli Orari disseminati sul percorso).

Si apre quindi una “finestra” temporale che molto verosimilmente sarà di 5’/6’ al primo controllo e che via via crescendo diventerà di 30’ da metà a fine tappa. Per il conduttore ci sarà una penalità di 1 punto per ogni minuto o frazione di minuto di ritardo e di 2 punti per ogni minuto o frazione di minuto di anticipo ai Controlli Orari.

I Road Book verranno ogni sera consegnati al traguardo di giornata per permettere all’organizzazione di verificare tutti gli arrivi con certezza e controllare la regolarità di marcia di ogni partecipante (designandone il punteggio).

Si viaggia cioè per il piacere di farlo, con attenzione alla regolarità, alle bellezze paesaggistiche ed alla sicurezza. Per questo molta attenzione è stata posta nel selezionare percorsi nascosti di particolare bellezza.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Competizioni