Connect
To Top

SBK Silverstone 2011: vittoria di Checa su Ducati in Gara1 e Gara2. Risultati e commento

Giornata da incorniciare per Carlos Checa e il Team Althea che conquistano una strepitosa doppietta sul circuito inglese di Silverstone nonostante un pronostico che vedeva favorite le 4 cilindri Aprilia e Yamaha. Giornata da incorniciare, però, anche per Ducati che – grazie all’impresa dello spagnolo – supera i 300 successi in SuperBike confermandosi come la Casa più vincente di sempre nel campionato mondiale delle derivate di serie.

E se in Gara 1 Carlos ha dovuto darsi da fare in una progressione martellante di sorpassi e staccate feroci che lo ha portato a conquistare la testa della gara, in Gara 2 il Rider Althea ha confermato la sua voracità e fame di vittoria con una percussione  irresistibile che lo ha portato ancora una volta ad impallinare per primo la bandiera a scacchi. Un risultato che consolida la sua leadership in classifica mondiale, come anche quella di Ducati Althea nella classifica costruttori.

Alle spalle dello spagnolo, in un arrivo fotocopia per entrambe le manche, i piloti Yamaha Laverty e Melandri. Il primo – complice anche il GP di casa – si conferma portatore sano di talento e realtà emergente del motociclismo contemporaneo. Macio Melandri, invece, dopo aver beneficiato delle debacle di Camier e di uno scatenato Nori Haga in Gara1 (che perdono entrambi un’ascesa al podio quasi certa per via di problemi tecnici, il primo, e di una caduta, il secondo), si esibisce in una spettacolare bagarre con Max Biaggi in Gara2: ma il Corsaro non è in giornata e Marco conquista per la seconda volta il 3° posto.

Durante il primo Round, il Campione del Mondo in carica si ritrova alle prese con problemi alle leve del cambio e della frizione che lo limitano pesantemente, costringendolo ad accontentarsi di un misero 11° posto; in Gara 2, Max tenta il tutto per tutto, ma paga caro – nel finale – un eccessivo stress delle gomme nei primi giri: Melandri gli tiene botta e il Corsaro taglia quarto il traguardo. Il pilota romano si toglie comunque la soddisfazione di aver preceduto il compagno di squadra Leon Camier, quinto, dato per favorito sul circuito di casa (in Gara 1, come si accennava più su, l’inglese è stato costretto al ritiro a causa di un guasto tecnico mentre gravitava solidamente in terza posizione, pronto ad agguantare la seconda)
Troppo ampio, oramai, il distacco di Biaggi da Carlos Checa? Come dice il noto proverbio: non dire gatto se non l’hai nel sacco… e Max è uno abituato a vendere cara la pelle! A seguire, l’ordine d’arrivo completo di Gara1 e Gara2

Risultati GARA 1

01- Carlos Checa – Althea Racing – Ducati 1198
02- Eugene Laverty – Yamaha World Superbike Team – Yamaha YZF R1
03- Marco Melandri – Yamaha World Superbike Team – Yamaha YZF R1
04- Leon Haslam – BMW Motorrad Motorsport – BMW S1000RR
05- John Hopkins – Samsung Crescent Racing – Suzuki GSX-R 1000
06- Sylvain Guintoli – Team Effenbert Liberty Racing – Ducati 1198
07- Joan Lascorz – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R
08- Maxime Berger – Supersonic Racing Team – Ducati 1198
09- Troy Corser – BMW Motorrad Motorsport – BMW S1000RR
10- Ayrton Badovini – BMW Motorrad Italia – BMW S1000RR
11- Max Biaggi – Aprilia Alitalia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory
12- James Toseland – BMW Motorrad Italia – BMW S1000RR
13- Roberto Rolfo – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R
14- Jon Kirkham – Samsung Crescent Racing – Suzuki GSX-R 1000
15- Leon Camier – Aprilia Alitalia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory

Risultati GARA2

01- Carlos Checa – Althea Racing – Ducati 1198
02- Eugene Laverty – Yamaha World Superbike Team – Yamaha YZF R1
03- Marco Melandri – Yamaha World Superbike Team – Yamaha YZF R1
04- Max Biaggi – Aprilia Alitalia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory
05- Leon Camier – Aprilia Alitalia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory
06- Sylvain Guintoli – Team Effenbert Liberty Racing – Ducati 1198
07- John Hopkins – Samsung Crescent Racing – Suzuki GSX-R 1000
08- Leon Haslam – BMW Motorrad Motorsport – BMW S1000RR
09- Michel Fabrizio – Team Suzuki Alstare – Suzuki GSX-R 1000
10- Ayrton Badovini – BMW Motorrad Italia – BMW S1000RR
11- Jakub Smrz – Team Effenbert Liberty Racing – Ducati 1198
12- Maxime Berger – Supersonic Racing Team – Ducati 1198
13- James Toseland – BMW Motorrad Italia – BMW S1000RR
14- Mark Aitchison – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R
15- Jon Kirkham – Samsung Crescent Racing – Suzuki GSX-R 1000
16- Fabrizio Lai – Castrol Honda – Honda CBR 1000RR

More in Ducati