Connect
To Top

Risultati SBK Imola 2010: Max Biaggi è campione del Mondo, vittoria di Checa in Gara1 e Gara2. Sfortuna nera per Leon Haslam


Sotto il cielo di Imola si compie il prodigio: Max Biaggi, su Aprilia, agguanta la storica impresa e si laurea Campione del Mondo SuperBike (primo campione del mondo SBK italiano) al termine di due manche che hanno tenuto il popolo delle derivate di serie costantemente col cuore in gola. E se dalle parti di Noale si stappa lo champagne, musi lunghi nel box Suzuki per la sfortuna  nera che ha condizionato la giornata di Leon Haslam; sfortuna dagli esiti addirittura clamorosi in Gara 2.  Carlos Checa si aggiudica le due manche con una bella doppietta che premia il lavoro del Team Althea. Da applausi, infine, le belle prestazioni di Haga, Lanzi e Sykes, su una Kawasaki in grande spolvero.

GARA 1

Carlos Checa mette a paiolo uno splendido risultato vincendo una manche difficile e combattuta, arricchita in spettacolarità da improvvisi colpi di scena e sorpassi a ripetizione. E se da un lato meritano un applauso il bravissimo Lanzi, secondo sulla Ducati DFX Corse, e il sorprendente Sykes, che dopo la Pole di ieri domina con la sua ZX-10R la prima parte della gara per poi concludere buon sesto, a tenere banco sono le vicende di Biaggi e Haslam con il titolo mondiale in gioco.

E se Biaggi parte male, commette un brutto errore, rischia di cadere, poi arriva lungo, si riprende, finisce tredicesimo, salva il salvabile e alla fine è il numero undici a tagliare il traguardo, ben più beffardo è il fato con Leon Haslam (sempre poco, però, rispetto a quello che accadrà in Gara 2). Il pilota inglese conduce una manche tutta all’attacco, consapevole del montepremi in gioco. Dopo un errore alla Tamburello, l’alfiere Suzuki intraprende una rimonta martellante, e proprio mentre i suoi sforzi stanno per essere premiati, finisce largo all’ingresso della “Rivazza”, all’ultimo giro, nel tentativo di soffiare via la prima posizione a Checa. Haslam taglia il traguardo quinto e per Biaggi, gran sospiro di sollievo.

Da sottolineare l’ottimo terzo posto di Nori Haga che conduce una seconda parte di manche da vero fuoriclasse concludendo sotto la bandiera a scacchi davanti ad un coriaceo Smrz. A seguire, l’ordine di arrivo in Gara 1

CLASSIFICA GARA1

01- Carlos Checa – Althea Racing – Ducati 1198 – 21 giri in 38′27.631
02- Lorenzo Lanzi – DFX Corse – Ducati 1198 – + 1.171
03- Noriyuki Haga – Ducati Xerox Team – Ducati 1198 – + 1.472
04- Jakub Smrz – Team Pata B&G Racing – Aprilia RSV4 Factory – + 6.691
05- Leon Haslam – Team Suzuki Alstare – Suzuki GSX-R 1000 – + 9.584
06- Tom Sykes – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX 10R – + 10.979
07- Michel Fabrizio – Ducati Xerox Team – Ducati 1198 – + 15.023
08- Shane Byrne – Althea Racing – Ducati 1198 – + 15.913
09- Sylvain Guintoli – Team Suzuki Alstare – Suzuki GSX-R 1000 – + 17.025
10- Cal Crutchlow – Yamaha Sterilgarda Team – Yamaha YZF R1 – + 20.795
11- Max Biaggi – Aprilia Alitalia Racing – Aprilia RSV4 Factory – + 21.243
12- Ruben Xaus – BMW Motorrad Motorsport – BMW S1000RR – + 25.860
13- Luca Scassa – Supersonic Racing Team – Ducati 1198 – + 31.551
14- Max Neukirchner – HANNspree Ten Kate Honda – Honda CBR 1000RR – + 31.689
15- Troy Corser – BMW Motorrad Motorsport – BMW S1000RR – + 44.349
16- Federico Sandi – Gabrielli Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 58.693
17- Ian Lowry – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX 10R – + 1′10.388
18- Matteo Baiocco – Team Pedercini – Kawasaki ZX 10R – + 1′13.648
19- Fabrizio Lai – ECHO CRS Honda – Honda CBR 1000RR – + 1′15.939

GARA 2

Ci sono due gare essenzialmente da raccontare all’interno di questa seconda manche. La prima è quella che vede Carlos Checa conquistare una splendida doppietta davanti ad uno scatenato Nori Haga, dopo che un generosissimo Sykes, su un Freccia Verde targato Kawa, molla il colpo nel finale finendo quarto alle spalle di Cal Crutchlow. Poi c’è una seconda gara, la gara nella gara, quella per il Mondiale, vinta da Max Biaggi complice una clamorosa debacle di Haslam che, partito benissimo, in rimonta dopo un errore (l’ennesimo della giornata) che lo fa finire quinto, rompe improvvisamente il motore della Suzuki “regalando” – senza appello – il titolo al Corsaro. Meglio, però, evitare fraintendimenti: un titolo che Max ha ampliamente meritato. Complimenti a lui e a tutto il Team Aprilia. A seguire, l’ordine di arrivo di Gara2.

CLASSIFICA GARA2

1. Carlos Checa – Althea Racing – 38’24.452

2. Noriyuki Haga – Ducati Xerox Team – 38’26.581

3. Cal Crutchlow – Yamaha Sterilgarda Team – 38’28.378

4. Tom Sykes – Kawasaki Racing Team – 38’30.214

5. Max Biaggi – Aprilia Alitalia Racing – 38’31.477

6. Shane Byrne – Althea Racing – 38’36.599

7. Lorenzo Lanzi – DFX Corse – 38’38.664

8. Sylvain Guintoli – Team Suzuki Alstare – 38’42.481

9. Ruben Xaus – BMW Motorrad Motorsport – 38’42.701

10. Luca Scassa – Supersonic Racing Team – 38’43.898

11. Troy Corser – BMW Motorrad Motorsport – 38’48.126

12. Max Neukirchner – HANNspree Ten Kate Honda – 38’59.256

13. Federico Sandi – Gabrielli Racing Team – 39’17.992

14. Fabrizio Lai – ECHO CRS Honda – 39’27.554

15. Matteo Baiocco – Team Pedercini – 39’31.637

16. Ian Lowry – Kawasaki Racing Team – 39’33.378

RT. Michel Fabrizio – Ducati Xerox Team -23’56.269

RT. Leon Haslam – Team Suzuki Alstare – 18’22.553

RT. Jakub Smrz – Team PATA B&G Racing – 16’44.872

RT. Roger Lee Hayden – Team Pedercini – 16’57.244

RT. James Toseland – Yamaha Sterilgarda Team – 5’34.967


2 Comments

  1. Pingback: Max Biaggi neo campione del mondo SBK: La MotoGp è più una vetrina, un mondo più di paillettes | Pianeta Riders

  2. Pingback: SBK Francia 2010: presentazione della Gara a Magny Cours più orari e programmazione Tv | Pianeta Riders

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Aprilia