Connect
To Top

Nuova Ducati SuperBike 2012: Extreme? SuperQuadrata? 1199? Se ne parla tanto, ma come sarà per davvero?

Tutti la stanno aspettando. C’è persino chi di notte prova ad immaginare le sue forme, a riprodurre il suo misterioso sound, indecisi tra quello emesso dal consueto bicilindrico a L Ducati, o la rivoluzionaria musica dell’innovativo 4 a V. Ci si chiede quale sigla ci sarà poi sulla carena, titubanti tra un fantomatico “Extreme”, il classico “1199” o l’italianissimo “Superquadrata”.

Dunque tanti, tantissimi, i punti interrogativi che ruotano attorno alla futura SBK made in Ducati, l’icona della moto sportiva stradale della casa italiana pronta a rimpiazzare l’ormai “anzianotta”1198: una bella sfida quella degli ingegneri della casa Bolognese.

Nella rete cominciano ad affiorare da qualche tempo le prime indiscrezioni e immagini renderizzate che abbozzano le probabili linee della futura Superbike. Da quello che si può intravedere sembra che siano state riprese le forme della 1198 avvicinandole a quelle della sorella maggiore, Desmosedici RR: la copia stradale della moto di Valentino Rossi. La parte anteriore dovrebbe mantenere la logica del faro sdoppiato simil 1198, con una maggiorazione delle prese d’aria pronte ad ossigenare la nuova unità; le zone oggetto di profondo rinnovo, dal punto di vista stilistico, sembrano interessare in particolar modo le fiancate laterali e il codino che, striminzito, riecheggia quello adottato dall’Aprilia RSV4. Ovviamente, lo ribadiamo, sono immagini non ufficiali e nulla è ancora stato dichiarato dalla casa (quelli che vi proponiamo in basso, sono bozzetti realizzati dal designer Luca Bar sulla base delle info che circolano).

E cosa ci fa il sistema di scarico lì sotto? Siamo stati abituati, fin dai tempi della 916, a catalogare la Ducati come la moto per antonomasia con il doppio scarico sotto il codone. Pare che gli ingegneri abbiano optato per questa soluzione allo scopo di centralizzare il più possibile le masse e rendere ancora più reattiva e veloce la moto nel guidato (come se quelle precedenti non lo fossero!)

E l’inconfondibile e intoccabile telaio a traliccio che fine ha fatto? Sembra proprio che in Ducati stiano pensando in grande, e più che una moto nuova, stia nascendo una nuova concezione di moto, pronta a fare da spartiacque ad un passato molto recente. Dall’esperienza in Moto Gp, sì è sempre più convinti che la soluzione di lasciare al motore la funzione portante di tutta la ciclistica sia quella migliore e così sarà per la sportiva bolognese 2012.

Sì, avete capito bene, il telaio se ne va in pensione. Questa costruzione monoscocca dovrebbe permettere all’ air-box di funzionare in modo più efficiente ossigenando abbondantemente il motore oltre a migliorare il comportamento dinamico del mezzo.

Altro particolare inusuale, sopratutto su una sportiva purosangue,che si scorge dalle ricostruzioni fotografiche è il mono posteriore posto in posizione laterale. Svolgerà al meglio il suo compito? Sarà in grado di sopportare il nuovo potenziale di questo missile su due ruote?

E il motore? La nuova unità dovrebbe rimanere un bicilindrico di 90° ma, voci di corridoio, annunciano che si abbandonerà il classico schema ad ‘L’. Chissà cosa si sono inventati per la nuova creatura! In Ducati sono alla continua ricerca di ulteriori CV per poter tallonare e lottare con quei mostri di potenza quali Aprilia e BMW. I dati disponibili sono ancora scarsi, ma ci si aspetta un alesaggio e corsa dell’ordine di 112 x 60,6 millimetri (per 1194cc) e 1.500 RPM in più per un totale di 11.500 giri\min e 190b bhp. Numeri che fanno venire i brividi!

Sembra inoltre plausibile che la nuova Sbk 2012 abbandoni la gloriosa frizione a secco, come già successo per Diavel e Multistrada 1200 – giusto per citarne due – e metta a bagno d’olio anche la sua frizione. Beh se è questo è quello che ci attende per la ciclistica e il propulsore non osiamo neanche immaginare quali rivoluzioni a livello elettronico saranno introdotte.

Per concludere. Tanto ancora è da scoprire e la carne sul fuoco… scotta, scotta parecchio. L’idea di rivoluzionare un progetto ancora vincente e valido – lo conferma Checa, in testa al mondiale SBK – spaventa, ma nello stesso tempo stuzzica il palato di tanti appassionati che sentono la necessità di un cambiamento, forse non così radicale. Staremo a vedere cosa Ducati darà alla luce, conscia del potenziale che Aprilia, Bmw, Yamaha e Kawasaki hanno messo in campo.


18 Comments

  1. Marcos

    2011/06/17 at 12:15 PM

    Da perderci il sonno sul serio. Sono curioso di scoprire cosa tireranno fuori da Borgo panigale. Mi aspetto una moto totalmente rivoluzionaria, bella come quelle che iniziavano col 9 🙂

  2. Duca Rosso

    2011/06/17 at 12:17 PM

    Marcos Ha Scritto:

    Da perderci il sonno sul serio. Sono curioso di scoprire cosa tireranno fuori da Borgo panigale. Mi aspetto una moto totalmente rivoluzionaria, bella come quelle che iniziavano col 9

    quelle che iniziavano col 9, chi ce l’ha se le tenesse strette 😉

    per questa qui staremo a vedere!!!

  3. S C

    2011/06/17 at 12:27 PM

    Lo scarico in quella posizione è un tributo a quel genio assoluto di Erik Buell, anche se la sua nuova EBR 1190RS è tornata ad un tradizionale laterale.
    Se la nuova Ducati comediavolosichiamalei somiglierà anche solo a 1/3 di quello che si vede nelle foto/rendering vari, spacca di brutto!
    (che vada forte lo do per scontato)

  4. Sante

    2011/06/17 at 5:43 PM

    dei 3 nomi non me ne piace neanche uno :-/

  5. Raffaella

    2011/06/28 at 6:41 PM

    Qui ne parlano approfonditamente! ci sono foto spia dal vivo delle versione stradale! http://www.blogobike.it/2011/ducati-extreme-stessa-passione-nuova-emozione/

  6. frenchi

    2011/06/29 at 9:04 PM

    secondo me dovrebbero svegliarsi e pensare di montare un motore 4cilindri a v come sulla desmosedici perche ormai tutte sono a 4 cilindri e de impesabile fare un motore 2 cilindri da 190- 200 cavalli il rischio di rottua e troppo elevato . comunqe a buon intenditore poche parole .

  7. hyper gian

    2011/06/29 at 9:07 PM

    dalle foto e abbastanza bella speriamo che sia ancora piu bella come ducati sa fare

  8. il rosso

    2011/06/29 at 9:09 PM

    i nomi non sono niente male

  9. motardone

    2011/06/29 at 9:11 PM

    per me e una cgagata pazzesca ai capito e merdaccia!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  10. flippone

    2011/06/29 at 9:12 PM

    sono daccordo con motardone

  11. impennatore

    2011/06/29 at 9:20 PM

    e una moto da tarrone

  12. hyper gian

    2011/06/29 at 9:23 PM

    sono daccordo con te

  13. hyper gian

    2011/06/29 at 9:25 PM

    bellaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

  14. vito in infradito

    2011/06/29 at 9:27 PM

    bella? allora sei non ci vedi bene

  15. Pingback: Nuova Suzuki GSX-R 1000 2012: le prime indiscrezioni | Pianeta Riders

  16. Roooby

    2011/07/06 at 10:24 PM

    Mi auguro che Ducati non diventi una”giapponese”italiana.Chi ha una Ducati e in special modo una ipersportiva di Borgo Panigale,sa bene a cosa mi riferisco.Meglio qualche centinaia di moto in meno,ma moto vere con un’anima.

  17. Alem

    2011/07/12 at 2:17 PM

    La cina è sempre più vicina !

  18. Pingback: Anteprima nuova Ducati 1199 Panigale 2012 (video) | Pianeta Riders

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Ducati