Connect
To Top

Superpole SBK Portimao 2010: la Yamaha di Crutchlow prima sulla griglia di partenza. Malissimo le Ducati Ufficiali


Spettacolare Cal Crutchlow sul circuito di Portimao. Il giovane pilota inglese conquista, con la sua Yamaha, un’incredibile SuperPole polverizzando il record della pista realizzato lo scorso anno da Ben Spies (anche lui su Yamaha). Che si tratti di un evento profetico? Un passaggio del testimone? Difficile dirlo. La cosa certa è che la Casa dei 3 Diapason ritrova i fasti dello scorso anno grazie ad un altro esordiente col turbo: 1.42.092 il magnifico tempo fatto segnare da Cal. Chiudono la prima fila, Max Biaggi, Carlos Checa e Leon Haslam. Disastro, invece, dalle parti di Ducati Xerox e per James Toseland. Ma  intanto, vediamo i primi 8 sulla griglia di partenza:

  1. Cal Crutchlow – Yamaha Sterilgarda – Yamaha YZF R1
  2. Max Biaggi – Aprilia Alitalia Racing – Aprilia RSV4 Factory
  3. Carlos Checa – Althea Racing – Ducati 1198 F10
  4. Leon Haslam – Team Suzuki Alstare – Suzuki GSX-R 1000
  5. Jonathan Rea – HANNspree Ten Kate Honda – Honda CBR 1000RR
  6. Jakub Smrz – Team Bata B&G Racing – Ducati 1198 RS
  7. Shane Byrne – Althea Racing – Ducati 1198 F10
  8. Troy Corser – BMW Motorrad Motorsport – BMW S1000RR

Subito dietro lo scatenato Crutchlow il Corsaro ritrova grinta e motivazione per mettersi alle spalle, una volta per tutte, il pessimo avvio di Phillip Island. La RSV4 sembra finalmente girare bene tra le mani del pilota romano che domani potrebbe essere tra i protagonisti più accreditati per le manche di gara.

Terzo tempo per Carlos Checa che conferma l’ottimo stato di forma dopo la vittoria australiana portando ancora una volta la Ducati clienti Althea dalle parti alte del tabellone. E a seguire, Leon Haslam a dimostrazione che il livelo di competitività mostrato da Suzuki nella gara d’esordio è stato tutt’altro che un fuoco di paglia.

In seconda fila, invece, Jonathan Rea, che sembra finalmente iniziare a carburare; il sempre ottimo Smrz con un’altra Ducati clienti (Bata B&G Racing), l’altra Ducati Althea di Shane Byrne e per concludere, Troy Corser con la BMW S1000RR.

Come dicevamo, invece, debacle clamorosa per le Ducati Xerox che, a detta di Fabrizio (vittima di una scivolata che ne ha compromesso il turno) hanno accusato gravi problemi di messa a punto all’anteriore. Il Risultato? Michel partirà 17° e Haga, subito dietro, al 18° posto, entrambi buttati fuori da uno scatenato Luca Scassa al debutto con la Ducati SuperSonic che si piazza, all’ultimo minuto, tra i 16 ammessi alla seconda Trance della Superpole facendo fuori, così,  le Ducati ufficiali. Giornataccia anche per James Toseland che, a causa di una caduta al secondo turno, sarà al via in 15° posizione.

L’appuntamento con il Mondiale SuperBike, GP del Portogallo, Portimao 2010 è per domani ore 13.00 Gara1, ore 16.30 Gara2


Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in SuperBike