Connect
To Top

Report GMG 2011: oltre 20.000 alle Giornate Mondiali Guzzi per un compleanno coi fiocchi

Nel fine settimana appena trascorso si è svolto l’appuntamento con le Giornate Mondiali Guzzi – GMG – 2011, a Mandello del Lario (LC).
Kermesse che, per il celebre marchio italiano, è stata anche l’occasione di festeggiare il bel traguardo dei 90 anni dalla fondazione.
Moto Guzzi, fondata nel 1911 da Emanuele Vittorio Parodi con il figlio Giorgio e l’amico Carlo Guzzi, dal 2004 è (come sapete) entrata a far parte del Gruppo Piaggio, insieme a brands come Aprilia, Gilera e Derbi.

Il primo dato da segnalare in merito all’evento è un‘affluenza davvero incredibile. Le Giornate Mondiali Guzzi hanno doppiato la boa dei 20.000 inscritti, una cifra importante (superiore di molto a quella dell’ultima edizione 2007) che conferma l’amore duraturo e crescente intorno al marchio dell’Aquila.

Girando per Mandello ci accorgiamo subito che l’atmosfera è internazionale: tantissime le lingue che si sentono parlare per strada. Constatazione che trova conferma nei dati percentuali di affluenza:40% di partecipanti Italiani (da tutte le regioni della penisola) e ben il 60% provenienti dall’estero. La maggior parte degli appassionati esteri era di provenienza Europea (ed in particolare Francese), ma non sono mancati Australiani, Americani ed Asiatici…
Nelle stupende vie della località lariana, abbiamo incrociato persino una coppia di Guzzisti provenienti dal lontano Giappone che, nonostante il caldo afoso, indossava il tradizionale kimono.

Tantissima gente, dunque, radunatasi sulle sponde del lago di Como per festeggiare la “Casa dell’aquila“, brand storico delle due ruote italiche che con i suoi 14 titoli mondiali di velocità, e gli 11 titoli vinti nel Tourist Trophy, si colloca in una posizione di rilievo nel panorama motociclistico mondiale. La Guzzi è stata una delle aziende pionieristiche nel settore moto, segnando e guidando l’evoluzione della due ruote a motore.

Arrivati nei pressi dell’azienda storica di Mandello, sembrava di essere ad un concerto Rock: centinaia le motociclette parcheggiate in ogni dove, anche sulle aiuole!
I modelli Guzzi presenti consentivano di rivivere, semplicemente passeggiando, l’intera storia del marchio, dalla Galletto alla California, per arrivare alle più recenti Stelvio, Norge, Griso e V7.
Una cronistoria molto completa, fatta di metallo e passione, per queste moto tutte italiane. Bello, poi, soffermarsi a guardare i modelli più curiosi, customizzati fino a renderli pezzi unici, senza snaturarne, però, l’inconfondibile stile dell’Aquila, col mitico bicilindrico V90 a caratterizzare appieno l’anima Guzzista.

Attorno all’ingresso di via Parodi 57, una grande calca è in coda per visitare la fabbrica dove nascono, e sono prodotti, tutti i modelli che fanno sognare migliaia di appassionati da 90 anni a questa parte. Non si può fare a meno di ricordare che la Moto Guzzi è stata una delle prime aziende Italiane a dotarsi di una galleria del vento: era il lontano 1950.

La Casa di Mandello, con l’apertura dei suoi stabilimenti al pubblico, ha voluto mostrare agli appassionati i lavori di rinnovamento e riqualificazione dei locali, i reparti produttivi, e il Museo Moto Guzzi. In più è stata presentata la California 90, una pregiata versione speciale, commemorativa del novantesimo anniversario.
Proprio in merito ai piani di rilancio del Marchio, durante la conferenza stampa tenutasi venerdì pomeriggio il presidente, Roberto Colaninno, ha illustrato gli investimenti stanziati da Piaggio sul marchio Lariano: si parla di 40 milioni di euro nei prossimi 5 anni, che vanno ad aggiungersi a quanto già destinato per la sistemazione degli stabilimenti.
Colaninno ha poi messo in evidenza i traguardi raggiunti da Guzzi quest’anno: grazie ai nuovi modelli commercializzati, Moto Guzzi ha superato, nei primi mesi del 2011, le 4300 unità vendute, segnando un incremento del 31% (in controtendenza rispetto all’andamento generale del mercato europeo della motociclette che ha segnato un decremento dell’8%).

La giornata di Sabato ha rappresentato il momento clou dell’evento, a partire dalle premiazioni dei singoli e dei motoclub Guzzi. Tante le categoria premiate: dal Guzzista più anziano al più giovane, da chi è arrivato da più lontano ai veterani del marchio; relativamente ai motoclub invece i premi andavano dal più numeroso, al più lontano geograficamente, a quello con il maggior numero di donne.
Premi speciali GMG Awards sono stati assegnati a Gianfranco Guareschi, pilota Moto Guzzi nel trofeo RC Classic Cup e a Mario Arosio, Presidente Moto Guzzi World Club.

La serata si sabato è stata poi caratterizzata dalla musica con DJ Ringo (direttore artistico e Rider DJ di Virgin Radio) implacabile mattatore, per concludersi col grande concerto Moto Guzzi Rock Live.

Purtroppo, a guastare un po’ le feste, una domenica dal tempo impietoso:  Giove Pluvio ha scatenato la sua ira sul nord Italia non risparmiando Mandello, e questo ha impedito lo svolgimento della parata storica Guzzi per le vie della città. La parata è stata sostituita, in un momento di tregua meteorologica, da un’esposizione dei modelli storici presso la fabbrica Guzzi, che gli orgogliosi proprietari hanno messo in bella mostra sullo sfondo del murales, fatto apposta dai ragazzi dell’accademia di Brera, per l’evento GMG.
Di seguito qualche scatto, mentre QUI trovate la gallery completa delle GMG 2011

4 Comments

  1. Sante

    2011/09/19 at 5:13 PM

    con tutte le moto che gli compriamo, ai giapponesi, è il minimo che si vestano come si deve per onorare le mitiche Guzzi 😀

  2. Gianni Botalla via Facebook

    2011/09/19 at 5:26 PM

    Presente! Bellissimo!!!!

  3. Gianni Botalla via Facebook

    2011/09/19 at 5:26 PM

    Presente! Bellissimo!!!!

  4. Enzo Nasto via Facebook

    2011/09/20 at 12:03 PM

    eccomi!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in eventi