Connect
To Top

La moto, le nuvole e la vertigine dei Riders

Ricordo la prima volta che puntai le ruote verso le nuvole. Era una mattina di inizio estate, la testa era sgombra, e il borbottìo del motore pronto a frullare allegro lungo tutta la strada che avevamo davanti.
Partimmo.
Ricordo che capitò tutto dopo appena qualche chilometro. Ad un tratto, come un’esplosione, avvertii una vertigine nel casco, un senso d’euforia, un’incontenibile voglia di andare. Non capivo esattamente cosa fosse, ma ero certo che da quel momento in poi non ne avrei potuto più fare a meno.

Col tempo, puntando sempre verso le nuvole, ho compreso il senso esatto di quella vertigine: le nuvole e la mia moto si somigliano… entrambe indifferenti all’utilità di uno steccato.

Senso di libertà… vita da Riders!


L’estate è alle porte e molti di voi si preparano a viverla sull’amata 2 Ruote. Se avete voglia di raccontare la vostra esperienza di viaggio, oppure un percorso speciale che non vi stanchereste mai di ripetere, scrivete a info@pianetariders.it

2 Comments

  1. Pingback: La moto, le nuvole e la vertigine dei Riders | Pagevo Italia

  2. Pingback: » “Corri Fiero Vivi Libero” il libro di Ralph “Sonny” Barger - Pianeta Riders

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in vita da riders