Connect
To Top

BMW Motorrad Days 2015: ecco com’è andata

Un weekend sulle Alpi, a Garmisch, in compagnia del popolo dell’Elica. Uno tsunami di passione, targato BMW, per la 15° edizione dei Motorrad Days






A qualunque tribù motociclistica tu appartenga – viaggiatore, passeggiatore, piegatore, VintageVictim, rimorchiatore di zavorrine, duoruotista da bar – se hai la passione per le moto BMW, non puoi – almeno una volta – non averci pensato. E se ci hai pensato e ancora non lo hai fatto, be’, il consiglio è assolutamente imperativo: non perdere altro tempo!

Il raduno BMW di Garmisch, giunto quest’anno alla sua 15° edizione, è una di quelle esperienze che, una volta provate, azionano estenuanti countdown di 365 giorni, fino all’appuntamento successivo. Una sorta di droga, un rito collettivo, che si ripete ogni anno, puntuale, il primo weekend di luglio.

Ma cosa rende tanto speciale questo evento, in grado di attirare appassionati da ogni angolo del pianeta?
Ho visto BMWisti argentini, ballare sui tavoli e issare festosi traboccanti boccali di birra, fianco a fianco a BMWisti inglesi, francesi, russi, svizzeri, italiani… e di chissà quanti altri paesi. Ho visto appassionati condividere le proprie esperienze motociclistiche, raccontarsi una vita su due ruote, ammirare spettacoli, special negli stand, scambiarsi opinioni e acquistare gadget e accessori di ogni genere.
E anche mangiare. Li ho visti mangiare di gusto succulenti stinchi di maiale, bratwurst alla griglia e tutte quelle prelibatezze, che contrappongono con decisione la gastronomia bavarese a certo cibo ‘da signorine’, tanto in voga ultimamente.

I Personaggi

I raduni sono sicuramente il luogo migliore dove incontrare, al meglio della propria forma, il tipico folklore motociclistico. Perché il popolo delle due ruote è fatto di gente di carattere, appassionati veri, Rider che non temono di palesare con naturalezza la propria indole e personalità… persino quella più particolare ed eccentrica.
E come fare, quindi, a non volere subito bene a questo vecchietto con barba bianca, occhi arzilli e vestito tirolese che, in sella alla più classica delle BMW, sembra più giovane di tanti 18enni di oggi, a spasso per strada con lo sguardo intontito su un tablet, o sull’ultimo smartphone?
Ospite fisso, ogni anno, ai BMW Motorrad Days sembra dire “chiamatemi pure matto, ma a me i matti sembrate voi!“.
La prova provata, che su due ruote non si invecchia mai.

Pianeta_6

E se poi, arrivando al raduno, pronti a piantare la vostra tenda nell’affollato prato, vi imbatteste in un tizio che si aggira nei paraggi senza pantaloni,nessuna paura… il gran caldo di questa edizione, con punte prossime ai 40° percepiti (assolutamente inverosimili per le Alpi bavaresi), ha costretto i partecipanti al 15° Motorrad Days a questo e altro.

Pianeta_9

 

Spettacoli e attività varie

Tra le cose più incredibili a cui si poteva assistere, quest’anno, passeggiando nella sterminata area del piazzale della funivia dell’Hausberg, che ospita il raduno, c’era sicuramente il Motorcycle Wall Of Death, il tradizionale muro della morte, in voga negli USA nella prima metà del secolo scorso. In pratica, un cilindro di legno a pareti verticali, dove moto e auto sfidano le più elementari leggi della fisica, sfrecciando a folle velocità. Uno spettacolo che ti lascia talmente a bocca aperta, da farti pensare, per un istante, che tutto ciò non sia possibile… che forse hai esagerato un po’ con la birra.
Invece è tutto vero… applausi a rotta di collo e pubblico in visibilio!

Pianeta_7

E sempre a proposito di leggi della fisica da violare, immancabili le evoluzioni del funambolico Chris Pfeiffer.

 

Pianeta_14

Tra le attività più gettonate, poi, dei Motorrad Days 2015, l’impegnativo e avvincente tracciato off-road, dove perfezionare la propria tecnica tassellata in sella a ipertrofiche GS, perfettamente allestite per resistere al meglio ad ogni sorta di maltrattamento. Chi invece, in occasione dell’evento, desiderava provare il proprio modello BMW preferito, ha avuto solo l’imbarazzo della scelta, grazie ad un parco moto praticamente infinito, a disposizione per i demo-ride.

Pianeta_15

 

Le special

Personalizzare e rendere unica la propria moto è un piacere che dilaga sempre più tra i motociclisti. Un piacere molto ben rappresentato anche in occasione di questi Motorrad Days, grazie alla partecipazione di alcuni tra i più importanti customizer internazionali (Nagel Motors e Roland Sands Design, solo per fare qualche nome).

Tutte belle le special proposte? In tutta sincerità, no!
D’accordo, è una questione di gusto personale, ma certe realizzazioni sembrano cercare il colpo di teatro a tutti i costi… con evidenti forzature.

Così come risulta evidente l’attenzione dei preparatori sulla NineT, modello ben disposto ad accogliere l’estro di questi autentici artisti, sempre pronti a dare vita alle proprie creature, trasformandole in ‘un insieme di concetti espressi in metallo’ (cit).

Pianeta_8

Pianeta_5

Reginetta dell’edizione 2015, la BMW Path 22 (concept proprio su base NineT, svelato al recente Wheels & Waves Festival di Biarritz), che sembrerebbe anticipare l’imminente arrivo di uno scrambler in salsa bavarese.

 

Il percorso

Ho raggiunto il raduno, macinando chilometri in sella alla sport-tourer BMW R 1200 RS. E che chilometri…
Prima il lago di Como, lungo, infinito da risalire… poi Chiavenna, le spirali del Maloja, Saint Moritz e la verde Engadina. La moto, già apprezzata in altre occasioni, si conferma una grintosa compagna di viaggio, in grado di spiccare nella nutrita famiglia ‘boxer’ della Casa bavarese.
Una piccola deviazione, ed ecco il lago di Resia, col suo campanile che sbuca dalle acque, simbolo della Val Venosta.
È ciò che rimane visibile del piccolo paese che fu sommerso quando venne creato il bacino artificiale. Una suggestione che mi cattura ogni volta.
Esattamente come le sfumature di azzurro del lago di Silvaplana, invaso da una policromatica moltitudine di vele da kitesurf, sospinte dal vento.
E poi, attraversata l’Austria, ecco il Fernpass, curvosa e trafficata anticamera, che segna l’imminente arrivo a Garmisch.

Prev1 of 4Next
Utilizza le ← → (frecce) per navigare

Pianeta_3

Prev1 of 4Next
Utilizza le ← → (frecce) per navigare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in luoghi da Riders