Connect
To Top

A “Buon Pomeriggio Italia”, su Rai Uno, va in onda una protesta contro i Motociclisti

… nello specifico, gli incriminati sarebbero i frequentatori del Passo di Forca D’Acero e del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise. Autentici paradisi, per noi Riders!

Che il servizio andato in onda su Rai Uno possa essere vagamente di parte, in effetti, lo si coglie facilmente. A fronte di una popolazione (un po’ anziana) di indignati, pronta ad argomentare contro i famigerati criminali a due ruote che rovinano la quiete del loro territorio, l’unica parola concessa alla controparte, i pericolosi criminali motociclisti, sono stati pochissimi secondi in cui un poverino ha cercato di dire la sua.

Ed è un peccato non essere stati ascoltati meglio, e di più: prima di tutto, perché chi ha realizzato il servizio sulla famigerata SS666, avrebbe scoperto che – come sa perfettamente chiunque frequenti quei luoghi, soprattutto in moto – la statale 666 è solo un brevissimo tratto iniziale del percorso (appena pochi chilometri), che da Sora, sale al passo di Forca d’Acero, per poi ridiscendere a Opi (nel parco nazionale d’Abruzzo); percorso che si snoda, invece, quasi interamente sulla SR509 (vedi foto). Ma non solo, dando più voce ai motociclisti, si sarebbe scoperto anche che sono i motociclisti stessi a condannare chi tra loro scambia la strada per una pista e non rispetta le norme di sicurezza (esattamente come può avvenire – tra l’altro – tra gli automobilisti… né più né meno!). Avrebbe scoperto anche che ci sono gruppi di Riders del tutto pacifici, e rispettosi del’ambiente circostante, che si riuniscono per percorrere insieme quelle strade, affollare i ristoranti della zona, sostare presso Bar e campeggi, godersi i paesaggi. E che sono la maggioranza!

Dopodiché, non vogliamo essere ipocriti. Ci piacciono le curve e ci piace la bella guida. Ma dateci la parola, la prossima volta. E magari scoprirete che siamo noi stessi ad avere interesse a che gli “idioti” se ne stiano a casa. Che tante volte, su quelle strade, ci ritroviamo i ciclisti contro mano, ma mai ci salterebbe in mente di dire che i ciclisti sono tutti criminali (perché sappiamo bene che gli imbecilli sostano in ogni categoria). Dandoci la parola, scoprireste che, per l’Italia, il motociclismo è un patrimonio di storia, passione e tradizione “a due ruote” insospettabile.

Insomma, non sarà un po’ troppo “semplice” dare la parola a 4/5 anziani (con tutto il rispetto) pur di fare ascolti e gridare alle streghe? Secondo la nonna di chi scrive, i giovani che si baciano in pubblico sono degli svergognati… eppure, viva i baci, e viva le moto!

Quindi, cari Riders, il nostro invito è quello di continuare ad affollare la bellissima statale 509, Forca d’acero, il Parco d’Abruzzo, Lazio e Molise, e tutti i ristoranti della zona, che offrono una gastronomia superlativa. E se vedete qualcuno dei nostri che va sopra le righe, una sana tirata d’orecchie, e via.

QUI trovate un nostro itinerario, da Roma a Napoli (autostrada Zero), che passa proprio da quelle parti… e buon divertimento!  


11 Comments

  1. Simone Adami via Facebook

    2012/11/20 at 4:56 PM

    l’ho visto… cosi l’opinione della gente diventa smepre più merdosa.

  2. Alessandro Munaò via Facebook

    2012/11/20 at 5:07 PM

    BASTARDI MASS MEDIA

  3. Alessio Giordano via Facebook

    2012/11/20 at 5:20 PM

    Poveracci… Scommetto che però quando ci fermiamo nei bar, ristoranti ed alberghi che in bassa stagione non fanno una lira

  4. Alessio Giordano via Facebook

    2012/11/20 at 5:20 PM

    …lì siamo bravi, simpatici ed educati..

  5. Fabrizio Risso via Facebook

    2012/11/20 at 5:43 PM

    vabbè sono programmi da ospizi, chi vuoi che veda la tv a quell’ora, vecchi rincoglioniti!…che se proprio devo stare in casa sicuramente non guardo “buon pomeriggio italia”….

  6. Simone Adami via Facebook

    2012/11/20 at 5:57 PM

    tu no, ma fidati che gente che guarda la tv ne è piena l’italia.

  7. Marco Tamburini via Facebook

    2012/11/20 at 6:08 PM

    Non ho visto il servizio…ma anche qua in Romagna non ci vogliono più in giro x le strade dei passi montani…durante l’estate ogni fine settimana è pieno ovunque di autovelox, posti di blocco e pattuglie che ti fermano contestandoti qualsiasi cosa anche la più ridicola!!!BASTA!!!

  8. Ci vuole equilibrio da entrambe le parti….è giusto divertirsi, ma è anche giusto rispettare gli altri….come gli altri (automobilisti) devono rispettare noi….che oltretutto rischiamo in prima persona, visto che non abbiamo lamiere a proteggerci.

  9. Massimo

    2012/11/20 at 6:44 PM

    Io sono indignato dalla vecchia babbiona che per prendere un parcheggio prima di tutti, ha tirato dritto allo stop dell’incrocio fregandosene di tutti. Ma non solo, ha pure madato tutti a fare in c….

  10. Black Job's via Facebook

    2012/11/20 at 7:05 PM

    Non ho visto il programma ma ciò non è di fondamentale importanza!!!!
    Conosco bene quella strada e devo dire che sembra davvero un pista !!!!

    Ho ancora davanti gli occhi quello che successe durante un giretto domenicale con tanti colleghi riders….. Un brutto incidente (ma senza conseguenze disastrose) accaduto ad uno di noi….
    Purtroppo quando si esagera per strada i primi a pagare sono i motociclisti!!!!

    Beh ragazzi …… Quando si inizia a mettere il ginocchio a terra per le strade pubbliche….. Significa che è ora di prendere coscienza che se si cercano tali emozioni ……. Esistono le piste !!!!!!

    Per i rumori invece………. Scatenate l’infernoooooooooo!!!!!

    Ahahahahahahahahahahahahahahahah

    Scarichi aperti tutta la vitaaaaaaaaaaaa!!!!!!!!!

  11. pix93

    2012/11/21 at 12:10 PM

    non conoscevo quella strada… buono a sapersi 😛
    P.S.
    che facciamo? si torna ai tempi degli 1%?

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in News