Connect
To Top

Test Bite Brux automodellante: meno stress, più efficienza e rendimento in sella

Sicuramente ne avrete sentito parlare, ma in effetti sono ancora in molti a domandarsi “cos’è questo Brux”?
Il Brux è di un dispositivo intraorale, simile al paradenti dei pugili,  denominato comunemente “bite”. Un dispositivo in grado di risolvere i problemi di malocclusione eliminando le interferenze dentali.
Problema di cui molti, inconsapevolmente, soffrono e che limita le prestazioni di sportivi (amatoriali e non) in diverse discipline, compresa la guida di auto e moto. Grazie al Bite, infatti, si riequilibra la postura con conseguente incremento della forza, della coordinazione e della flessibilità.

Abbiamo voluto provare personalmente gli effetti del Brux per comprenderne i reali benefici nella guida “sprint” della motocicletta. Il dispositivo è infatti comunemente utilizzato da moltissimi piloti nelle più prestigiose competizioni sportive, ma anche da semplici appassionati che – nelle proprie scorribande in sella – non vogliono rinunciare al massimo della condizione fisica e mentale.

BRUX è realizzato in materiale termoformabile e si adatta all’arcata dentale inferiore semplicemente immergendolo in acqua bollente per pochi secondi. Dopo la preliminare operazione di adattamento del dispositivo (che si esegue facilmente seguendo le istruzioni riportate nella confezione) siete subito pronti per partire. Chiaramente, un accessorio di questo genere, non verrà utilizzato, di norma, nel normale commuting casa/ufficio, ma sarà destinato alle uscite in pista o a quelle del week-end sui vostri percorsi “tutte curve” preferiti.

Le prime volte occorrerà prendere confidenza abituandosi gradualmente alla strana sensazione di stringerlo tra i denti, dopodiché, sarà come non averlo… un “amico” discreto e silenzioso che lavora per noi garantendoci il massimo del rendimento alla guida.

[box_dark]

Scopriamo nello specifico come lavora il Brux

Il sistema motorio dell’uomo è organizzato per contrastare due forze: quella di gravità e quella centrifuga. La postura, cioè la posizione che il corpo assume per contrastare tali forze, richiede un costante adattamento. La postura è condizionata dalla testa e dai muscoli della masticazione e del collo che sono in stretta relazione tra loro e interagiscono direttamente con la muscolatura delle spalle.

Ecco perché un’interferenza dell’occlusione dentale è in grado di compromettere la postura determinando disequilibrio muscolare e minor rendimento. Per eliminare tali interferenze nasce il bite, che bilancia l’occlusione, riequilibra la postura, ripristina la coordinazione motoria migliorando l’efficienza e il rendimento.

[/box_dark]

Tutto questo si traduce in un maggiore rendimento psico-fisico a parità di sforzo e dispendio energetico. Ciò che colpisce maggiormente è l’effettiva percezione di un incremento nella capacità di concentrazione, circostanza che diminuisce l’impegno psichico – già di per sé notevole in sella ad una moto sportiva – consentendo di godersi maggiormente il piacere di guida.


2 Comments

  1. Ale

    2012/01/11 at 6:03 PM

    mi sa che ne ho bisogno. Quando guido tendo a digrignare i denti e mi da molto fastidio!!!
    Spero funzioni 🙁

  2. Nicola

    2012/01/23 at 6:09 PM

    lo uso regolarmente, funziona funziona!!!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in prove