Connect
To Top

I 10 Piloti più leggendari nella storia del Motociclsmo

Ci sono piloti che hanno fatto parte della storia del motociclismo ed altri che, invece, la storia l’hanno scritta. Che hanno emozionato, che ci hanno fatto gioire, e anche piangere. Pur non avendo vinto molto. Ecco la nostra personalissima (e sottolineo personalissima) “Top Ten” dei piloti più leggendari nella storia del motociclismo. Anche se, forse, ci sarebbe voluta una “Top Twenty”.

1. Joey Dunlop

Pluricampione del mondo della categoria TTFormula1 e Re indiscusso delle corse su strada, soprattutto del Tourist Trophy, dove ha trionfato per ben 26 volte. Grande uomo, ancor prima che grandissimo campione, Joey correva per pura passione, per la sola voglia di lasciarsi andare in un ballo scatenato oltre le leggi della fisica.

2. Omobono Tenni

La velocità era la sua “linfa vitale”, e rischiare la vita era per lui quasi un divertimento. E nel 1937 “L’uomo venuto dalla terra dei Cesari” diventò per tutti The Black Devil-il Diavolo Nero- il primo pilota non inglese capace di vincere all’Isola di Man. E cosa dire di quando, dopo un incidente, impassibile raccolse le sue dita in un fazzoletto e le portò all’ospedale sperando che gliele potessero riattaccare?

3. Kevin Schwantz

Il mito. Uno dei campioni più amati di sempre. Il suo nome era sinonimo di spettacolo. Perché solo lui sapeva far danzare a quel modo la sua “compagna”. Perché solo lui sapeva colpirti quando meno te lo aspettavi, quando ormai sembrava tutto già scritto. A proposito, ve lo ricordate il sorpasso su Rainey ad Hockenheim nel 1991? Roba da far venire i brividi.

4. Giacomo Agostini

Il Campionissimo. Inarrivabile per chiunque con i suoi 15 titoli mondiali. Ha battuto i piloti più forti della sua epoca. Insieme alla sua fidata MV sono stati il binomio più vincente della storia del motociclismo. Protagonista anche fuori dalle piste, ha fatto film, ha fatto fotoromanzi e ha riempito intere pagine di rotocalchi. Insomma, un divo del motociclismo.

5. Mike Hailwood

All’inizio tutti pensavano fosse solo un “figlio di papà” che aveva frequentato il Pangbourne College, ma nelle sue vene scorreva il sangue del campione, quello vero. MV, Norton, Honda, FB Mondial, Ducati e Suzuki, non importava quale moto fosse, Mike corse e vinse con tutte. E poi, quel suo rientro vincente al Tourist Trophy del 1978 a 38 anni… Se non vuol dire essere una leggenda questo…

6. Valentino Rossi

Difficilmente un altro pilota potrà ripercorrere la sua straordinaria carriera, che tra l’altro non è ancora terminata. Figlio d’arte, ha corso e vinto (spesso anche in maniera imbarazzante) in tutte le classi. E’ il pilota che più di tutti ha fatto scricchiolare il trono di sua maestà Giacomo Agostini. Un genio della moto in pista, e della comunicazione fuori.

7. Freddie Spencer

Chi lo conosceva raccontava di non averlo mai visto sudare, e mai affaticato: serio, composto e concentrato prima di ogni gara… serio, composto e concentrato al termine di ogni gara. Un campione dalla psicologia certamente complessa e che forse, proprio grazie a questo, riuscì in quella leggendaria doppietta del 1985, la più incredibile impresa del motociclismo moderno.

8. Kenny Roberts

Dagli ovali in terra battuta del dirt-track agli asfalti dei circuiti del campionato AMA, quel ragazzino di Modesto, che avrebbe dovuto diventare un cow-boy, diventò in realtà uno delle più grandi leggende del motociclismo. Vinse il mondiale della 500 all’esordio e rivoluzionò il modo di guidare la moto. Sembrava provenisse da un altro pianeta, non a caso fu soprannominato il “marziano”

9. Max Biaggi

Pignolo e difficile di carattere, Max è stato il dominatore della classe 250 negli anni 90 ed è stato anche il primo (e unico) italiano capace di vincere il titolo mondiale della Superbike. Il suo stile pulito ricordava molto quello di Jarno Saarinen e di Kenny Roberts. E pensare che da ragazzino giocava a calcio e sognava di diventare il capitano della Roma!

10. Troy Bayliss

Uomo simbolo della Ducati e mito assoluto della Superbike. E’ stato l’unico pilota capace di vincere il titolo mondiale delle derivate di serie in sella a tre diverse moto della casa di Borgo Panigale: la 996, la 999 e la 1198. Oltre ad aver vinto anche una gara in MotoGP con la Desmosedici. Niente male per uno che a Melbourne faceva il carrozziere e si divertiva correndo con le moto!


35 Comments

  1. Daniele Carnevali

    2014/02/06 at 11:34 AM

    diciamo Rainey e Fogarty…

  2. Gianfranco Rotondo

    2014/02/06 at 11:36 AM

    Ago e Mike the Bike!

  3. Andrea DP

    2014/02/06 at 11:36 AM

    Biaggi leggendario? Ma finiamola, ha fatto più marquez che lui

  4. Andrea DP

    2014/02/06 at 11:36 AM

    Agostini e Rossi.

  5. Alex Perri

    2014/02/06 at 11:37 AM

    e che centra biaggi!?

  6. Giorgio Eccher

    2014/02/06 at 11:39 AM

    Avete dimenticato un certo Doohan……

  7. Daniele Grammatica

    2014/02/06 at 11:52 AM

    bayliss

  8. Gary Baldy

    2014/02/06 at 11:52 AM

    Dunlop

  9. Nino Carla Favoccia Miceli

    2014/02/06 at 11:53 AM

    come si fa a dimenticare doohan……….

  10. Gabriele Minguzzi

    2014/02/06 at 11:59 AM

    Bayliss tutta la vita!!!

  11. Enrico Volpini

    2014/02/06 at 12:03 PM

    Tb21

  12. Valletta Manlio

    2014/02/06 at 12:14 PM

    Rossi Agostini e come non mettere due legende Troy Bayliss e de kig Karl Fogarty

  13. Francesco Ministro

    2014/02/06 at 12:17 PM

    Mike e Troy

  14. Luigi Pasi

    2014/02/06 at 12:19 PM

    #34 tutta la vita!

  15. Fabio Avossa

    2014/02/06 at 2:23 PM

    Ne mancano tanti, uno su tutti: SAARINEN

  16. Valerio Alessandri

    2014/02/06 at 12:28 PM

    Come che c’entra Biaggi???? Ma vai in bicicletta vai 5 mondiali all’Italia glela dati!!

  17. Ezio Balsamo

    2014/02/06 at 12:28 PM

    BIAGGI

  18. Ezio Balsamo

    2014/02/06 at 12:42 PM

    sinonimo di “casco e tuta”

  19. Murdok Depresbiteris

    2014/02/06 at 12:53 PM

    A chi dice … (che centra Biaggi..) dico che di piloti come lui ce ne sono pochi, che poi è stato meno fortunato di altri privilegiati è un altra storia…. quello di Biaggi è talento puro e x me è e rimarrà il n 1.

  20. Morgan Betti

    2014/02/06 at 1:03 PM

    Rossi sopra tutti per durata della carriera ad alto livello e per aver saputo vincere con Honda e con Yamaha.

  21. Davide Capretti

    2014/02/06 at 1:19 PM

    Rossi Agostini Hailwood Doohan e per il Tourist Trophy Dunlop

  22. Jean-claude Cambier

    2014/02/06 at 2:08 PM

    J’aime !

  23. Jean-claude Cambier

    2014/02/06 at 2:08 PM

    J’aime !

  24. Fabio Avossa

    2014/02/06 at 4:24 PM

    Se poi vogliamo parlare di titoli conquistati vorrei ricordare Ubbiali (9), Nieto (13), Redman (6), Read (7), Surtees (7 + 1 in Formula1 con la Ferrari), Rainey (3), Lawson (4), pedrosa (3), Duke (6), Mang (5), Villa (4) e poi ancora Provini, Ballington, Aspar Martinez
    …..

  25. Emanuele Borgonovo

    2014/02/06 at 3:05 PM

    Il migliore TB 21 mitico

  26. Giò Quadrofinia

    2014/02/06 at 5:13 PM

    senza dubbio dunlop , lui è stato un pilota estremo al di la di ogni limite umano gli altri sono dei bravi piloti ma umani.

  27. Giò Quadrofinia

    2014/02/06 at 5:15 PM

    secondo spencere. terzo il grande agostini

  28. ado

    2014/02/06 at 8:48 PM

    Ragazzi è solo la nostra personalissima lista. So che ciascuno di voi ha un proprio idolo o i propri idoli. Potevamo metterne solo dieci, e non per forza dovevano essere i più vincenti e infatti non abbiamo guardato al numero di titoli vinti. Anche se, come detto all’inizio, avremmo preferito una top 20, e molti dei vostri idoli ci sarebbero rientrati.

  29. Rezakis

    2014/02/07 at 1:39 PM

    Dedicato a che si stupisce che ci sia Biaggi in classifica: Ma sapete un accidente voi di Biaggi, ma lasciate stare!! e andate a magiare la colazione di mamma nello zainetto della scuola!!!!!

  30. Emanuele Borgonovo

    2014/08/19 at 5:00 PM

    Ma quello in mezzo chi è non mi sembra uno che correva…..

  31. Marco Tamburini

    2014/08/19 at 6:27 PM

    Al posto di Biaggi ci sarebbe dovuto essere Capirossi!!!

  32. Angelo Bonvicin

    2014/08/19 at 7:30 PM

    …non capisco cosa centra uno come Biaggi….sicuramente Capirex nei dieci ci deve essere!!!!!

  33. Emanuele Borgonovo

    2015/04/16 at 8:03 PM

    Quello in mezzo nn c’entra un cazz…..

  34. Guido Mae

    2015/06/28 at 1:13 AM

    Beh, non tralascerei Nieto, Ubbiali, Doohan come minimo !

  35. Claudio Sganzerla

    2020/04/03 at 12:36 PM

    Phil Read. Chi critica max Biaggi capisce poco

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Top Ten