Connect
To Top

Suzuki TR750 by Redonda Racing: l’immortalità di Barry Sheene

Special. Ecco l’ennesimo omaggio al pilota britannico Barry Sheene: un’officina portoghese ha creato una TR750, tricilindrica 2T, per celebrare il grande campione

[divider]

Il nome di Barry Sheene è un marchio a fuoco, una scritta indelebile… semplicemente una leggenda del motociclismo (leggi QUI la storia del celebre “Baronetto Volante”). Dal triste giorno della sua morte ad oggi, sono stati in tanti a rendere onore al pilota che ha segnato la storia delle due ruote: dai marchi che l’hanno accompagnato nella sua carriera, al suo grande estimatore Valentino Rossi, in molti gli hanno reso un tributo.

Il più recente arriva dal Portogallo, più precisamente da un laboratorio chiamato Redonda. Il proprietario, JP Barranca, è un appassionato di vecchie due tempi e la sua ultima creazione è proprio una Suzuki TR 750, ispirata alla moto che, per qualche anno, ha partecipato, pilotata da Barry Sheene, alle competizioni dedicate alle 750cc.

Sulla base di una TR 750 del 1976, l’obiettivo era di alleggerire la moto e di renderla il più veloce possibile. Il motore, un 2 tempi a tre cilindri, è stato completamente ricostruito, mentre l’elettronica è stata aggiornata utilizzando le moderne tecnologie.

Le vere difficoltà, ha spiegato JP Barranca, sono arrivate nel momento di rimodellare il serbatoio del carburante, dato che il serbatoio dell’olio si trova al suo interno. L’impianto frenante è stato modificato per renderlo ancora più efficace per le gare e le ruote sono state rimpiazzate da un paio di ruote Borrani.

Ovviamente, la carenatura replica quella della TR 750 di Barry Sheene, con la livrea, le grafiche e il numero 7 ad omaggiare il pilota due volte campione del mondo nella classe 500cc.

Dopo aver riprodotto anche un casco con il mitico paperino, inseparabile compagno del pilota britannico, JP Barranca ha portato in pista la sua creazione: i tempi non saranno stati gli stessi di Barry ma… sicuramente il costruttore portoghese può essere fiero della sua Suzuki


Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in special