Connect
To Top

Honda XRE300 by Shibuya Garage: il brutto anatroccolo diventato cigno

La splendida creazione di un team di San Paolo: una enduro stradale di bassa cilindrata trasformata in una special, perfetta per le assolate strade della costa brasiliana.

[divider]

Honda_2

Quanti di voi conoscono la Honda XRE300? Questa moto, voluta da Honda Brasil per il mercato sudamericano, non è mai stata importata in Europa. Si tratta di una enduro stradale, ma con la possibilità di percorrere tranquillamente tragitti sterrati.

Il look non è dei più accattivanti: il lungo “becco” di plastica fa sembrare la XRE300 proprio come il brutto anatroccolo della fiaba. Ma quando il team di Shibuya Garage, di San Paolo, ha messo le mani su questa moto, lo sgraziato pennuto si è trasformato in un candido cigno.

Il designer e proprietario di Shibuya, Teydi Deguchi, ha apportato numerose modifiche alla moto: le ruote da fuoristrada sono state sostituite con dei cerchi DID e una coppia di pneumatici Firestone; mentre il parafango anteriore è stato notevolmente ridotto, in puro stile minimalista. Anche l’altezza da terra è stata modificata, montando dei cerchi più piccoli rispetto a quelli di fabbrica. Ovviamente, la punta frontale e il faro sono stati scartati: a lavoro finito, la XRE si presenta con due particolari indicatori di direzione collegati da una sottile barra, posta sotto un classico faro tondo.

Il team brasiliano ha creato poi un nuovo serbatoio, dalla forma e dai colori davvero raffinati. Sui lati possiamo notare il simbolo dell’ala che Honda adottò nel 1968, ma con una personale modifica firmata Shibuya Garage. Anche la parte posteriore del telaio è stata stravolta, per permettere di montare la sottile sella vintage e di modificare ulteriormente l’estetica della moto.

Il sistema di scarico originale è molto particolare, con il tubo che si infila tra il motore e il telaio, e difatti ne è stato mantenuto lo stile. Il tubo adesso è in cromato opaco, come si usava negli anni ’70, e termina con un silenziatore creato appositamente, con tanto di staffa per fissarlo al telaio.

Teydi Deguchi e il suo team possono essere fieri del lavoro svolto: sono riusciti a trasformare una moto da enduro, dall’estetica spigolosa, in un’affascinante moto da bullo, perfetta per agganciare le splendide donne di Rio.


4 Comments

  1. Giuseppe Luca

    2014/10/14 at 9:12 AM

    Sandro Aretano Honda che risponde alla scrambler

  2. Pianeta Riders

    2014/10/14 at 9:14 AM

    Occhio Giuseppe, come ben specificato si tratta di una SPECIAL realizzata da un preparatore brasiliano 😉

  3. Giuseppe Luca

    2014/10/14 at 9:16 AM

    Ah ok, grazie non mi ero fermato a leggere l’articolo

  4. Sandro Aretano

    2014/10/14 at 10:04 AM

    Più passa il tempo e più mi piacciono queste realizzazioni!!!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in special