Connect
To Top

SBK: lavoro extra per Checa, a Giugno si prova la Panigale

Mentre Checa e la “vecchia” 1198 macinano vittorie in SuperBike, a Bologna la 1199 Panigale scalpita in vista della prossima stagione.

Continua incessante il lavoro di messa a punto da parte dei tecnici Ducati sulla nuova Panigale, l’arma che, dal prossimo anno, manderà in soffitta la coriacea 1198, che in questa sua ultima stagione ha deciso di vender cara la pelle. Tre vittorie su quattro gare disputate sono un bottino affatto male per una moto prossima al pensionamento.

Per Carlos Checa è prevista una prima presa di contatto nel mese di Giugno, non prima.  Il perchè è presto detto ” I test sono ammessi solo in prossimità delle gare, questo per noi, ma soprattutto per Carlos è un handicap per sviluppare la moto del prossimo anno -dice Ernesto Marinelli, direttore tecnico-. La Panigale è un concetto di moto nuovo rispetto alla 1198, che trasmette sensazioni diverse a chi la guida. Non vogliamo che il pilota distolga l’attenzione dal nostro obbiettivo che rimane il campionato del mondo. Contiamo comunque di fare salire Carlos per testare la nuova moto a metà Giugno“. Il test è previsto al Mugello dopo il Gp di Misano.

Il potenziale della futura superbike è comunque di altissimo livello, almeno a giudicare dai responsi fin qui ottenuti nelle varie Stock series nazionali e non. Ad Imola, nell’ultimo week-end del Civ, Eddie La Marra ha portato la Panigale in pole e terzo gradino del podio (ma era largamante in testa e la vittoria srebbe stata probabilmente sua senza la bandiera rossa a metà gara) nella Superstock 1000.

La nuova moto concettualmente riprende gli schemi della vecchia Gp11, utilizzata lo scorso anno dai piloti Ducati nel mondiale Motogp, motore portante e telaio scatolato monoscocca. Uno schema questo che, a quanto pare, richiede pazienza nello sviluppo e messa a punto e forse, per questo (oltre a qualche problema di gioventù), si è deciso di posticipare l’omologazione per correre in SBK di un anno. ” Ero con La Marra ad Imola, e sono stato molto contento per il risultato che abbiamo portato a casa. Un risultato che ha anche dimostrato la competitività della nuova moto, e sono altresì convinto che il potenziale sia ancora più alto, e presto verrà fuori”  dichiara un sicuro Marinelli. Nelle prossime gare vedremo quanto di buono ci sia nel progetto Panigale, ma se il buon giorno si vede dal mattino…


Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Senza categoria