Connect
To Top

A Milano, una tavola rotonda con lo scopo di ridefinire i programmi della Velocità FMI per i prossimi 3 anni


(articolo di Giorgio Pirovano)

Si è conclusa recentemente a Milano una due giorni di confronti, valutazioni e analisi del settore velocità della Federazione Motociclistica Italiana. Una tavola rotonda attorno alla quale sono state riunite diverse categorie di addetti ai lavori: moto club, organizzatori, promotori, autodromi aziende sia costruttrici che di pneumatici; chiaramente la “conduzione” dell’incontro era affidata al “Comitato Velocità” della FMI.

Per avere un quadro completo e poter valutare tutti gli aspetti della questione è stato dato il giusto spazio ai diversi interlocutori intervenuti; la base di partenza per la discussione è stata l’analisi dei numeri complessivi di partecipazione alle attività agonistiche in pista nel triennio che va dal 2008 al 2011. Da qui, si è poi proseguito per gettare le premesse di un piano di sviluppo per i prossimi tre anni.

Scopo della Federazione è quello di riuscire a migliorare il servizio e la qualità dei trofei presenti e quindi avere un maggior riscontro in termini di partecipanti. Per ottenere ciò si è deciso di fondere assieme alcuni trofei già quest’anno e, per l’anno prossimo, si prevedono alcuni tagli.

La velocità sta molto a cuore alla Federmoto, che sta investendo molte risorse in questo settore; risulta quindi fondamentale la necessità di collaborazione e coordinamento fra tutti i protagonisti coinvolti. Argomento vagliato ampiamente e in dettaglio è stato il settore giovanile di alto livello, cioè MiniGP e Minimoto; questi campionati sono i vivai da cui attingere i futuri campioni e le palestre dove coltivarli. Per questo motivo gli autodromi avranno un ruolo di primaria importanza come enti di supporto al “Progetto giovani della FMI“. A conclusione lavori ci si è dati appuntamento a giugno 2011, mese nel quale il Comitato Velocità verrà elaborato e presentato pubblicamente il piano per il prossimo triennio.

Paolo Sesti, presidente FMI, ha così commentato il meeting: “Sono state giornate importante, perché oggi più che mai, in una situazione economica ancora difficile, è fondamentale lavorare in sinergia. L’obbiettivo che ci siamo dati è, da un lato, intervenire al meglio sull’attività giovanile e, dall’altro, migliorare l’offerta complessiva dei campionati e trofei. Per fare questo serve che tutti abbiano una visione globale della cose

Alfredo Mastropasqua, coordinatore della velocità, ha affermato: “E’ stato utile creare un momento di analisi e confronto. E’ iniziato un percorso coordinato, in cui ogni protagonista faccia la sua parte. Arriviamo da un periodo molto difficile dal punto di vista economico, a cui siamo riusciti a fare fronte con una buona qualità complessiva dell’attività. Adesso dobbiamo crescere, passando per la ristrutturazione dell’offerta sportiva, puntando all’ampliamento della base e sostenendo l’attività giovanile. Crediamo sia la strada giusta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Competizioni