Connect
To Top

SBK, Test Phillip Island, Day 2: Sykes suona la carica

Il Campione sfiora il record della pista. Laverty non migliora, ma è secondo,davanti alla sorpresa Lowes. Melandri e Giugliano nella top 5. Incidente per Scassa.

[divider]

Conclusi i test di preparazione al primo appuntamento della stagione, che riapre i battenti proprio a Phillip Island il prossimo 23 Febbraio. Al termine della seconda giornata di test, è Tom Sykes, a svettare in classifica, con un 1’30.239, a soli 5 millesimi dal record di Carlos Checa. Gioie e dolori però per Tom, che ha dovuto fare i conti con lo stop della sua Ninja per problemi tecnici, sul finire del turno.

Chiude secondo, la due giorni australiana, Eugene Laverty. Per il pilota di Ballymena, non si registra nessun miglioramento rispetto al best lap fatto segnare nelle prove di ieri, ma rimane comunque la conferma di quanto la GSX-R sia pronta a giocarsi la vittoria ad ogni gara. Conferma, e anche sorpresa in questo caso, arriva dalle prestazioni del giovanissimo Alex Lowes. Per il rookie  di Lincolnshire, al debutto solo ieri  a Phillip Island, un netto miglioramento di oltre un secondo, che lo porta in 3a posizione alle spalle del compagno Laverty nella classifica combinata.

Chiusura positiva anche per Melandri e Giugliano. Macio, che ieri lamentava problemi con il setting della sua RSV4, oggi ha compiuto dei decisi progressi, migliorandosi di oltre  mezzo secondo, e portandosi a poco più di 3 decimi da Sykes. Chiude la top 5 un buon Davide Giugliano, anche per lui passi avanti rispetto ai tempi del primo giorno.

Il duo  Honda Pata, Leon Haslam e Jonathan Rea, si è fermato a mezzo secondo dal best crono di Sykes.

Tra le Evo, miglior prestazione di Canepa con la Ducati Althea . Da segnalare l’incidente a Luca Scassa. Per il pilota toscano del team Pedercini, un brutto hig-side che gli è costato la frattura del bacino;  dimesso dall’ospedale, ora lo aspetta un periodo di riposo e debutto rimandato ad Aragon il 13 Aprile.

Di seguito la classifica combinata dei due giorni:

1. Sykes (Kawasaki) 1’30.239

2. Laverty (Suzuki) 1’30.513

3. Lowes (Suzuki) 1’30.528

4. Melandri (Aprilia) 1’30.579

5. Giugliano (Ducati) 1’30.644

6. Baz (Kawasaki) 1’30.757

7. Guintoli (Aprilia) 1’30.766

8. Haslam (Honda) 1’30.798

9. Rea (Honda) 1’30.813

10. Davies (Ducati) 1’31.087

11. Canepa (Ducati) 1’31.373

12. Elias (Aprilia) 1’31.441

13. Salom (Kawasaki) 1’32.008

14. Foret (Kawasaki) 1’32.780

15. Corti (MV Agusta) 1’32.858

16. Morais (Kawasaki) 1’32.895

17. Guarnoni (Kawasaki) 1’32.897

18. Barrier (BMW) 1’32.997

19. Andreozzi (Kawasaki) 1’33.205

20. Scassa (Kawasaki) 1’33.960

21. Fabrizio (Kawasaki) 1’34.314

22. Toth (BMW) 1’34.750

23. May (EBR) 1’34.807

24. Yates (EBR) 1’36.662

25. Sebestyen (BMW) 1’42.242

1 Comment

  1. Francesco Guglielmi

    2014/02/18 at 11:27 AM

    GRANDE TOM!! Ci risiamo!!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in SuperBike