Connect
To Top

Risultati SBK Sepang 2014: la doppia vittoria di Melandri in Malesia

Doppietta di Marco Melandri nel GP di Sepang, SBK 2014: risultati, resoconto e classifica Gara 1 e Gara2

[divider]

Marco Melandri rompe finalmente il digiuno e… si fa subito una scorpacciata: nella prima domenica vincente in sella ad Aprilia, firma una splendida e inattesa doppietta nel GP di Sepang, SBK 2014. Una doppietta “doppia” per Aprilia, che vede entrambi i suoi piloti, Melandri e Guintoli, nelle prime due posizioni in Gara 1 e Gara 2. Commento, eventi salienti e classifica finale dei due round.

GARA 1 – eventi salienti e ordine d’arrivo

Da tempo si attendeva una risposta all’evidente differenza di rendimento tra Marco Melandri e il compagno di squadra, Guintoli. Risposta che arriva – per la prima volta in questo 2014 – nel primo round di Sepang, vinto dal ravennate. Sebbene Guintoli, tenace come sempre, non abbia poi sfigurato con un ottimo secondo posto, maturato dopo il sorpasso da parte di Macio a circa metà gara. Due Aprilia in fuga, inseguite, fin sul podio, dalla rediviva Suzuki di Eugene Laverty, terzo sotto alla bandiera a scacchi. A condizionare pesantemente la gara, un episodio nelle primissime battute, quando un (probabile) eccesso di agonismo porta Loris Baz ad assaggiare l’asfalto, coinvolgendo anche Tom Sykes e Alex Lowes. Fuori gioco le Kawasaki, ma anche pesantemente penalizzate la Honda di Rea e la Ducati di Giugliano, costrette a rallentare per evitare il peggio. “Verde” dalla rabbia, Tom Sykes non risparmia dure frecciate al compagno di squadra.

01- Marco Melandri – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – 16 giri in 33’42.359
02- Sylvain Guintoli – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 0.620
03- Eugene Laverty – Voltcom Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 12.865
04- Chaz Davies – Ducati Superbike Team – Ducati 1199 Panigale R – + 15.437
05- Toni Elias – Red Devils Roma – Aprilia RSV4 Factory – + 15.723
06- Jonathan Rea – Pata Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR SP – + 31.304
07- Leon Haslam – Pata Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR SP – + 34.093
08- Davide Giugliano – Ducati Superbike Team – Ducati 1199 Panigale R – + 35.804
09- David Salom – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 42.031 (EVO)
10- Leon Camier – BMW Motorrad Italia Superbike Team – BMW S1000RR – + 49.465 (EVO)
11- Jeremy Guarnoni – MRS Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 53.715 (EVO)
12- Ayrton Badovini – Team Bimota Alstare – Bimota BB3 – + 55.638 (EVO) *
13- Alessandro Andreozzi – Team Pedercini Racing – Kawasaki ZX-10R – + 1’07.783 (EVO)
14- Bryan Staring – IRON BRAIN Grillini Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 1’10.746 (EVO)
15- Imre Toth – BMW Team Toth – BMW S1000RR – + 1’18.143
16- Romain Lanusse – Team Pedercini Racing – Kawasaki ZX-10R – + 1’21.026 (EVO)
17- Aaron Yates – Team Hero EBR – EBR 1190RX – + 1’49.054

[divider]

[divider]

GARA 2 – eventi salienti e ordine d’arrivo

Il secondo round sul circuito di Sepang si caratterizza subito per una “fiammata” della MV Agusta F4 RR di Claudio Corti. Una fiammata d’olio che rende la pista impraticabile. Bandiere rosse e tutto da rifare, con gara ridotta. Marco Melandri, però, non si lascia sconcentrare dagli eventi, ingrana la marcia giusta, e porta a casa la seconda vittoria della giornata, regalando una bella “doppia” doppietta all’Aprilia, cui contribuisce l’ennesimo secondo posto di Sylvain Guintoli (nonostante questa volta abbia lottato fino all’ultimo per non darla vinta al compagno di squadra). Completa il podio Tom Sykes, che rimedia in parte alla sfortuna patita in Gara1. Un Davide Giugliano con qualche linea di febbre, infine, deve accontentarsi di un misero 10° posto.

01- Marco Melandri – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – 10 giri in 21’00.424
02- Sylvain Guintoli – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 0.166
03- Tom Sykes – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 2.689
04- Toni Elias – Red Devils Roma – Aprilia RSV4 Factory – + 5.386
05- Loris Baz – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 5.514
06- Jonathan Rea – Pata Honda World Superbike Team – Honda CBR1000 RR SP – + 7.073
07- Eugene Laverty – Voltcom Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 7.476
08- Chaz Davies – Ducati Superbike Team – Ducati 1199 Panigale R – + 11.057
09- Alex Lowes – Voltcom Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 15.866
10- Davide Giugliano – Ducati Superbike Team – Ducati 1199 Panigale R – + 16.206
11- Leon Haslam – Pata Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR SP – + 16.488
12- Leon Camier – BMW Motorrad Italia Superbike Team – BMW S1000RR – + 23.820 (EVO)
13- Ayrton Badovini – Team Bimota Alstare – Bimota BB3 – + 29.094 (EVO) *
14- David Salom – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 30.653 (EVO)
15- Jeremy Guarnoni – MRS Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 31.266 (EVO)
16- Christian Iddon – Team Bimota Alstare – Bimota BB3 – + 29.094 (EVO) *
17- Niccolò Canepa – Althea Racing – Ducati 1199 Panigale R – + 43.009 (EVO)
18- Bryan Staring – IRON BRAIN Grillini Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 46.127 (EVO)
19- Sheridan Morais – IRON BRAIN Grillini Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 58.167 (EVO)
20- Imre Toth – BMW Team Toth – BMW S1000RR – + 1’00.017
21- Peter Sebestyen – BMW Team Toth – BMW S1000RR – + 1’03.574 (EVO)
22- Aaron Yates – Team Hero EBR – EBR 1190RX – + 1’13.522

1 Comment

  1. Pingback: SBK Misano 2014: orari, programmazione TV e presentazione della gara

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in SuperBike