Connect
To Top

Prova Yamaha Super Ténéré 2014

Presa di contatto con la rinnovata Yamaha XT1200ZE Super Ténéré 2014. Un test all-terrain in sella all’avventurosa viaggiatrice di Iwata: prova, giudizio, voti, scheda tecnica e Super-Gallery foto

[divider]

Copertina

Yamaha Super Ténéré torna ad aggredire il mercato delle Maxi all-arounder con la nuova versione 2014. Una Adventure touring bike che compie un deciso balzo in avanti rispetto al modello precedente, di cui mantiene pregi e virtù, andando al contempo a migliorarne diversi aspetti… a partire dall’erogazione del bicilindrico in linea da 1.199 cm3, ora decisamente più coinvolgente e appagante. Ma in generale, è la moto nel complesso ad aver raggiunto un notevole livello di maturità progettuale, che le consente di competere, senza timori, per la leadership nel combattuto segmento di appartenenza.

Abbiamo provato il nuovo Yamaha Super Ténéré lungo un avvincente percorso tra i panorami e gli eccitanti ghirigori d’asfalto delle costiere sorrentina e amalfitana: belle curve, tutte da guidare, ma anche passaggi stretti e terreni difficili su cui testare al meglio le doti di inarrestabile viaggiatrice di questa moto. Infilate il casco e scopriamo insieme quali sono le frecce al suo arco… e i suoi punti deboli.

[divider]

Design e filosofia del mezzo

Statica

Double face

Solida, come un’avventuriera; filante, come una mangiacurve. Le linee del Super Ténéré esprimono alla perfezione la doppia anima di questo mezzo, pronto a raggiungere qualunque orizzonte, ma anche a tuffarsi, con successo, in un bel toboga “tutte curve”. Un mix di solidità e sensazione di dinamicità (persino con le borse montate), che appaga soprattutto nella colorazione “white”, probabilmente la più riuscita delle due. Il contrasto tra il bianco della parte superiore e il grigio/nero di quella inferiore esalta i volumi, snellendo dove serve e facendo risaltare i particolari dorati come la robusta forcella. Una combinazione cromatica già sperimentata con successo su altri modelli della Casa Giapponese.

Più grinta nel motore

Tra gli aggiornamenti più interessanti che hanno riguardato il model year 2014, c’è soprattutto l’iniezione di grinta al collaudato bicilindrico in dotazione. Non tanto per il guadagno in termini di potenza (2 i cavalli in più, per un totale di 112),  quanto per l’efficace rimappatura della centralina, che si traduce in una inedita vivacità d’erogazione, sia nella mappatura T (Touring) che in quella S (Sport), selezionabili – anche in movimento – grazie al sistema D-Mode. Un deciso passo avanti, rispetto al precedente modello, che ridefinisce, e dà tono, all’apparato muscolare del Super Ténéré, oltre ad elevare non poco il fattore “fun”… ma di questo parleremo più avanti.

Sospensioni “pluri”-regolabili (elettronicamente)

Con 84 possibili combinazioni, il comparto sospensioni del Super Ténéré si può senza ombra di dubbio definire “pluri-regolabile” nel vero senso della parola. Già efficaci nella precedente versione, forcella e mono posteriore si evolvono ulteriormente grazie al sistema di regolazione elettronica, che offre la possibilità di tarare le sospensioni anche durante la guida. A sovraintenderne il funzionamento, un comando al manubrio che permette di selezionare 4 regolazioni precarico molla e 3 regolazioni dell’idraulica, per avere 12 opzioni principali. Il sistema offre anche la possibilità di selezionare altri 7 livelli, per un totale – come dicevamo – di 84 regolazioni. Quanto basta (e oltre) per cucirsi la moto addosso e renderla adatta ad affrontare ogni situazione, on-road, off-road a pieno carico o meno.

Nuovo cupolino

Uno degli elementi meno convincenti del precedente modello era forse il parabrezza anteriore – elemento con un ruolo importante su un mezzo da viaggio – che spesso innescava vortici sul casco nei tratti particolarmente veloci. I tecnici Yamaha sono intervenuti in maniera mirata a migliorare questo aspetto della moto, con un nuovo parabrezza di serie, regolabile su 4 posizioni senza la necessità di utilizzare chiavi. Provato, e… APPROVATO! 

Elettronica, gadget e Tecnica

Traction Control, ABS e sistema di frenata combinata (UBS) sono di serie, come su ogni viaggiatrice che si rispetti. Ma ad arricchire la dotazione “on board” della nuova Yamaha Super Ténéré, oltre al Cruise Control (come sulla FJR1300), anche le manopole riscaldate, la base per il bauletto, il maniglione per il passeggero, il cavalletto centrale ed i paramani. Notevole, poi, il nuovo display full LCD  a cristalli liquidi, ben leggibile, e ricchissimo di info, tra le quali l’indicatore di marcia. Per il resto, trovate tutte le caratteristiche della moto nel dettaglio, all’interno della ricca scheda tecnica in coda al test.

[divider]

La prova su strada

Prova-strada

Il peso c’è, ma non si sente

I 265 Kg della moto (comprensivi del pieno di benzina nel capiente serbatoio da 23 litri) incredibilmente quasi non si avvertono una volta in movimento. Ma anche nelle manovre a motore spento, non si fatica poi tanto a gestire il Super T. Merito di una sella sufficientemente stretta nel punto di raccordo col serbatoio, tale da far toccare bene con i piedi a terra anche a chi non è un gigante, mentre al resto pensa l’ottima distribuzione dei pesi.

Comfort

Tanto i lunghi spostamenti, quanto i rapidi passaggi urbani, non sono davvero un problema. La seduta è ampia, sia per il pilota che per il passeggero, con una ergonomia corretta, sostanzialmente neutra, che favorisce il massimo controllo del mezzo e la voglia di macinare chilometri. In pratica, non ci si stanca alla guida, merito anche del nuovo plexiglas anteriore che devia meglio la pressione dell’aria alle alte velocità rispetto al passato.

Touring o Sport?

La risposta è: entrambe. Le due mappature motore hanno un carattere proprio, molto ben definito. Se Sport mette in campo tutto il potenziale prestazionale che il bicilindrico da 112 Cv (e 117 Nm di coppia) è in grado di offrire, con una spinta corposa e piacevole sin dai bassi regimi, che si rafforza ulteriormente oltre metà scala del contagiri, Touring rappresenta l’ideale per guidare  un po’ ovunque, in surplace, senza troppe rinunce. Anzi, quando si procede nel misto con un buon ritmo, anche con mappatura Touring la potenza è sempre disponibile proprio lì dove serve, con il plus di potersi godere uscite di curva “full-gas” senza troppi patemi (comunque costantemente “sorvegliati” dall’efficace traction control).

Probabilmente, per il tipo di mezzo di cui stiamo parlando, sia la mappatura Sport, che la Touring, offrono una delle erogazioni più equilibrate (e azzeccate) in circolazione. Il giusto mix tra forza ed elasticità. Qualche concorrente, forse, propone qualcosa in più in termini di “castagna” quando si spalanca il gas, ma rimane il dubbio sulla reale utilità di tutto questo, in termini di efficacia e resa su strada, per una maxi enduro da viaggio. E comunque sappiate che, su un bel percorso guidato, molto difficilmente, col nuovo Super Ténéré, si rimane indietro a leggere le targhe altrui, e infatti…

Tra le curve me la spasso!

Affilata e divertente. Questi i due aggettivi che mi vengono in mente se ripenso alle belle curve inanellate durante il test. Super Ténéré, grazie anche all’ottimo lavoro svolto dalle sospensioni, entra in piega in maniera decisa e rigorosa, persino quando si forza oltremodo il ritmo e si guida aggressivi. In percorrenza la moto procede granitica, come su un binario (raggiungendo, tra l’altro, ottimi angoli di piega che aumentano ancora di più il divertimento). Nonostante gli spostamenti di carico e le masse in gioco, poi, anche i veloci pif paf risultano appaganti, con cambi di direzione veloci e precisi… neanche si fosse alla guida di un’agile naked. Buona, infine, la frenata, modulabile nella prima parte, per poi farsi più incisiva quando si strizza per bene la leva. Cambio non sempre fluidissimo, ma preciso negli innesti.

Off-road e terreni difficili

Off_1

Qui le sospensioni fanno davvero un gran lavoro, digerendo praticamente di tutto. La gestione della moto non è affatto impegnativa nonostante la mole, e permette di guidare in scioltezza lontano dall’asfalto, anche se non si è in sella ad una enduro specialistica. Chi non ha molta dimestichezza con l’off-road potrà godersi un mezzo facile da  controllare, con reazioni sempre prevedibili. L’ideale per raggiungere un particolare punto panoramico senza troppi patemi, procedendo anche a buon ritmo. Vecchi marpioni del tassello, o semplicemente chi ha qualche malizia in più in fuori strada, potranno invece scatenarsi (… e divertirsi parecchio, a patto – chiaramente – di disattivare traction control e sistemi di assistenza alla frenata. Operazione, quest’ultima, un po’ laboriosa – non essendo previsto un apposito switch – ma comunque possibile).

Off-road “puro” a parte, dove però il Super Ténéré colpisce, è nei passaggi su asfalto dissestato (anche parecchio dissestato), misto a terra e fango. Una situazione che ci siamo trovati ad affrontare durante il test, che ha messo in luce un’elevata efficacia in simili condizioni. Condizioni che ben conosce chi è solito avventurarsi in Raid impegnativi attraverso luoghi impervi del pianeta. L’elevato senso di fiducia nel mezzo, anche in “situazioni limite”, è un netto punto a favore per questa moto, che nasce soprattutto per viaggiare e andare lontano.

Il punto debole…

Davvero difficile riuscire scovare, almeno per quanto riguarda questa prima presa di contatto, “lati scoperti” sul Super Ténéré 2014. In Yamaha hanno saputo sapientemente intervenire sui fattori che, in precedenza, non consentivano la promozione a pieni voti, come la protezione aerodinamica offerta dal cupolino di serie (decisamente migliorata su questo modello 2014) e l’erogazione non pienamente coinvolgente (soprattutto nella mappatura touring)… cose che appartengono al passato. Se proprio dovessi trovare un pelo nell’uovo, beh, cara Yamaha… un sound allo scarico un po’ meno educato, al momento di spalancare il gas, non guasterebbe (ma chi lo desidera, potrà ovviare con estrema facilità).

[divider]

Conclusioni

Conclusioni

Un’arma da viaggio micidiale… ma non solo, soprattutto se siete Riders di ampie vedute, e intendete il viaggio come una reale esperienza a 360°, pronta a materializzarsi ogni qual volta ci siano posti da raggiungere e strade da guidare… qualunque sia il percorso. Curve, sterrati, nastri d’asfalto bombardati il giorno prima, il Super Ténéré davvero non delude e regala sempre feeling, e un gran divertimento. Sia quando si tratta di piegare a più non posso (dove l’unico limite sono le pedaline, che grattano con gusto il bitume tra una curva e l’altra), sia quando si assapora il piacere del fango e della polvere. Insomma, la all-arounder dei Tre Diapason non si tira certo indietro, con efficacia (anche se si gira a pieno carico), comfort, voglia di macinare chilometri, e inscalfibili sorrisi che prendono forma sotto al casco. Pensate stia esagerando? Allora provate a guidarne una e poi tornate qui… che ne riparliamo! 😉

La moto è disponibile nelle concessionarie Yamaha a partire da 15.390 euro f.c, nelle colorazioni Competition White e Racing Blu. A seguire, la speciale Super-Gallery (cliccando il pulsante qui in basso), i nostri voti al Super Ténéré 2014, con la moto in sintesi, la scheda tecnica e altre info interessanti.

[button color=”black” size=”big” link=”http://www.pianetaridersmultimedia.it/gallery/gallery-test-yamaha-super-tenere-2014/” target=”blank” ]Super Gallery Foto[/button] [review] [toggle title=”Scheda Tecnica Super Ténéré 2014″ state=”close” ]
ENGINE
Type Liquid cooled,4-stroke,DOHC,4-valve
In-line,2-cylinder
Displacement 1,199cc
Bore x stroke 98.0×79.5mm
Compression ratio 11.0:1
Max. Power 82.4 kW( 112PS)/7250 r/min
Max. Torque 117.0 Nm(11.9kgf・m)/6000 r/pm
Lubrication system Dry sump
Fuel supply system Fuel injection
Clutch type Wet,multiple-disc diaphragm spring
Ignition system Transistorized coil ignition
Starter system Electric starter
Transmission system Constant mesh 6-speed
Final transmission system Shaft drive
Primary reduction ratio 1.466(85/58)
Secondary reduction ratio 2.987(21/25×32/9)
Gear ratio 1st gear 2.769(36/13)
Gear ratio 2nd gear 2.063(33/16)
Gear ratio 3rd gear 1.571(33/21)
Gear ratio 4th gear 1.250(30/24)
Gear ratio 5th gear 1.042(25/24)
Gear ratio 6th gear 0.929(26/28)
CHASSIS
Frame Steel tube backbone
Front suspension Telescopic fork, 43mm tube, adjustable preload, compression and rebound damping
Front wheel travel 190mm
Rear suspension Swingarm(link,suspension)
Rear wheel travel 190mm
Caster angle 28°00′
Trail 126mm
Front brake Hydraulic Twin wave discs, Ø 310 mm
Rear brake Hydraulic single wave disc, Ø 282 mm
Front tyre 110/80R19M/C 59V
Rear tyre 150/70R17M/C 69V
DIMENSIONS
Overall length 2,255mm
Overall width 980mm
Overall height LOW 1,410mm/HIGH 1,470mm
Seat height LOW: 845mm / HIGH: 870mm
Wheelbase 1,540mm
Min. ground clearance 190mm
Wet weight (including full oil and fuel tank) 265kg
Fuel capacity 23L
Oil capacity 4.2L
Specification are subject to change without notice, in accordance with national regulation and legislations
[/toggle]

4 Comments

  1. Marcello Troiani

    2014/02/21 at 8:30 PM

    la moto che al momento mi interessa di più. Forte anche la KTM ma la Jap mi trasmette più fiducia in termini di affidabilità. Bel mezzo

  2. SOEZEO

    2014/02/22 at 6:31 PM

    Non vedo l’ora di provarla, avevo già provato due anni fa la versione sinora in produzione e già mi era piaciuta, ma confesso che con queste varie migliorie questa moto rappresenta esattamente il genere di moto che cerco, percorro 15000 km all’anno e li voglio percorrere in sella a una moto che mi soddisfi sia in termini di prestazioni, che sopratutto intendo come coppia disponibile ai bassi, e in termine di comfort ma sopratutto affidabilità. Il peso elevato? Mi farò i muscoli 😉
    PS …dovrò abbandonare la mia tigrotta

  3. Mr D

    2014/02/24 at 8:34 AM

    @Marcello
    due moto entrambe affascinanti

    @SOEZEO
    il peso del Super Ténéré – a mio avviso – è perfettamente gestibile. Se vieni da un Triumph Tiger, poi, non avrai alcun tipo di problema

  4. lorenzo carboni

    2014/03/08 at 9:37 AM

    Bellissima…la voglio

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in prove