Connect
To Top

Prova Honda CBR500R: la Sportiva per imparare. Il Test di PianetaRiders.IT

Abbiamo testato per oltre 1.000 Km la Sportiva Honda CBR500R per svelarne pregi, difetti e caratteristiche dinamiche. La moto, completa di ABS di serie, è in vendita al prezzo di 6.200 euro. Scopriamo insieme come va!

[divider]

Una sportiva da 500 cm3 non estrema. Oppure, se preferite, una piccola sport-touring. In ogni caso, un mezzo da non sottovalutare sui percorsi più tortuosi. Agile, leggera, parca nei consumi, Honda CBR500R si propone come soluzione DOC per i ventenni che vogliono approcciare il segmento delle Sportive, dopo il conseguimento della patente A2.

[divider]

DESIGN E FILOSOFIA DEL MEZZO

Test_CBR500R_l

Il giusto posizionamento

Un gradino più in alto rispetto al CBR250R (QUI il nostro Test), uno più in basso rispetto alle Sportive più “specialistiche” della Casa. Honda CBR500R prova a venire incontro alle mutate esigenze dei giovani SportRiders senza tradire, però, le prerogative che da sempre caratterizzano le proposte dell’Ala: divertimento di guida, prestazioni interessanti (qui è stato fatto un grande lavoro per far rendere al meglio i pochi cavalli a disposizione) ma, soprattutto, elevata guidabilità su strada.

Racing… a tratti

Il look del nuovo CBR500R riprende le linee tipiche delle sportive Honda, ripulendole, però, da quegli eccessi Racing che probabilmente stonerebbero su un mezzo dedicato sì, a chi vuole muovere i primi passi tra i cordoli, ma dall’impostazione (e destinazione d’uso) segnatamente stradale. Quindi, via linee taglienti e appuntite a vantaggio di una carenatura “tondeggiante” che richiama – idealmente – la gloriosa dinastia CBR600F.

Motore e ciclistica

Per rientrare nella stringente normativa sulla nuova patente A2, il motore – un compatto bicilindrico in linea di modernissima concezione – conta al suo interno meno di 50 Cavalli; non proprio numeri da sportiva purosangue ma, grazie al sapiente intervento dei tecnici Honda, l’erogazione può contare su una curva assai favorevole superati i bassi regimi, con una buona “robustezza” proprio lì dove serve.  Il resto lo fa una ciclistica razionale che punta al sodo. Da segnalare, l’impianto ABS a due canali offerto di serie, dall’ottima resa e mai invasivo (se non sai di averlo neanche te ne accorgi).

La moto viene accreditata per un peso complessivo (liquidi e carburante on-board) di 194 Kg. In merito ai consumi, invece, dopo aver percorso con lei più di 1.000 Km, in ogni condizione d’uso, possiamo garantire che difficilmente si scende sotto la soglia dei 26-28 Km/l nel ciclo misto.
Tutte le specifiche sulla moto le potete approfondire direttamente nella scheda tecnica in coda al pezzo.

[divider]

SALTIAMO IN SELLA

Test_CBR500R_e

Una Sportiva comoda

Al punto che – con una carenatura un pelo più protettiva – la si consiglierebbe anche come Sport-Touring tutto fare (risultato facilmente ottenibile, ad esempio, già cambiando il plexy originale con un modello un po’ più alto). La seduta è confortevole (anche per il passeggero), non si registrano vibrazioni fastidiose e, nonostante l’impostazione vagamente da sportiva, i polsi non soffrono neanche dopo diverse ore in sella. Ci si ritrova a stringere i semimanubri con il busto moderatamente piegato in avanti e una buona sensazione di controllo, ben caricati sulla ruota anteriore.

Il meglio lo da nel guidato…

A patto di lasciarla correre in curva, senza (inutili) pinzate assassine. Si può entrare forte in piega grazie alla ciclistica sana, dare gas in percorrenza, e uscire con la giusta verve, strizzando fino in fondo il propulsore, per poi lanciarsi senza pietà nella curva successiva. Un giochino facilitato dalla notevole agilità del mezzo che – complice anche il baricentro basso, il peso contenuto  e quote ciclistiche abbastanza “svelte” – saetta da una piega all’altra con grande facilità. Senza contare il piacere assoluto di spremere il motore fino in fondo. Piacere che solo le piccole cilindrate sanno offrire su strada, vista l’impossibilità di “assaggiare” il limite delle moderne Racing Replica 600 e 1000 cc sui percorsi aperti al traffico.

E sul veloce?

Anche in questo frangente la moto non delude. La posizione di guida, con l’anteriore abbastanza caricato e il busto disteso moderatamente in avanti, facilita una buona resa in quanto a stabilità. Certo, sospensioni “entry level” non regolabili, mostrano giocoforza il fianco quando vengono maltrattate senza riguardo, ma non si arriva mai – viste anche le potenze in gioco – a situazioni limite. Solo la risposta un po’ secca dell’ammortizzatore posteriore ci è apparsa talvolta un po’ fastidiosa.

[divider]

Prima di passare alle conclusioni, diamo uno sguardo alla moto in azione nel video girato durante il TEST

[divider]

CONCLUSIONI

Test_CBR500R_m

Una Sportiva per tutti, facile, con tante frecce al suo arco e pochissimi nei. Menzioni di lode vanno alla frenata, con ABS due canali di serie che lavora molto bene, e al comparto cambio/frizione, morbido e preciso.

Divertente, efficace su strada, economica nella gestione e adatta anche ad imparare i segreti della guida tra i cordoli (prima di passare magari a qualcosa di un po’ più impegnativo), CBR500R è la scelta giusta per entrare nell’affascinante mondo dei semimanubri in maniera sana e graduale. Trovate questo modello nelle concessionarie Honda al prezzo di 6.200 Euro nella sola colorazione Tricolour, Pearl Himalayas White.

[review] [toggle title=”SCHEDA TECNICA HONDA CBR500R” state=”close” ]

PROPULSORE

Tipo Bicilindrico in linea frontemarcia, bialbero 8 valvole (DOHC), raffreddato a liquido
Cilindrata 471 cc
Alesaggio x corsa 67 mm x 66,8 mm
Rapporto di compressione 10,7 : 1
Potenza massima 35 kW (48 CV) / 8.500 giri/min (95/1/EC)
Coppia massima 43 Nm / 7.000 giri/min (95/1/EC)

ALIMENTAZIONE

Alimentazione Iniezione elettronica PGM-FI
Capacità serbatoio carburante 15,7 l (inclusa riserva)
Consumi 28,4 km/l (ciclo medio WMTC)

IMPIANTO ELETTRICO

Avviamento Elettrico
Capacità batteria 12V 8.6Ah
Potenza alternatore 23.4 A/2.000 giri/min
Gruppo ottico 60/55W
Sistema antifurto HISS (Honda Intelligent Security System)
Strumentazione Completamente digitale con schermo LCD

TRASMISSIONE

Frizione Multidisco in bagno d’olio
Tipo di cambio A 6 marce
Trasmissione finale A catena, passo 520

TELAIO

Configurazione Tubolare in acciaio, a diamante

CICLISTICA

(LxLxA)Dimensioni 2.075 x 740 x 1.145 mm
Interasse 1.410 mm
Inclinazione cannotto di sterzo 25,5°
Avancorsa 101,9 mm
Altezza della sella 785 mm
Altezza da terra 140 mm
Peso in ordine di marcia Con il pieno benzina 194 kg
Peso a secco 177,4 kg

SOSPENSIONI

Anteriore Forcella telescopica da 41 mm
Posteriore Monoammortizzatore con leveraggio Pro-Link, precarico regolabile su 9 posizioni, forcellone in tubi quadri di acciaio

RUOTE

Anteriore In alluminio pressofuso a 12 razze
Posteriore In alluminio pressofuso a 12 razze

CERCHI

Anteriore 17 x MT3.50
Posteriore 17 x MT4.50

PNEUMATICI

Anteriore 120/70ZR – 17M/C
Posteriore 160/60ZR – 17M/C

FRENI

Anteriore Disco wave da 320 mm, pinza a 2 pist., ABS
Posteriore Disco wave da 240 mm, pinza a 1 pist., ABS
[/toggle] [box type=”shadow” align=”alignleft” ]

Abbigliamento tecnico della Prova

Giubbotto, pantaloni, stivali e guantiDAINESE
CascoAGV
[/box]

11 Comments

  1. Paolo Vani

    2013/05/16 at 12:35 PM

    manca solo il test della naked! 😉

  2. Saverio Savex Sacchi

    2013/05/16 at 12:41 PM

    Tra ninja 300 e cbr500 che differenze significative avete trovato(a parte l´estetica, che è soggettiva)?

  3. Pianeta Riders

    2013/05/16 at 1:35 PM

    Paolo,
    a brevissimo abbiamo ben 2 naked in arrivo. Oltre al CB500F, appunto, anche la StreetTriple 2013. Bellezze “nude” a volontà 😉

    Saverio,
    benché ufficialmente non abbiamo ancora pubblicato nulla sul Ninja 300, avendola utilizzata abbastanza, in estrema sintesi posso dirti questo: NINJA 300, impostazione di guida più sportiva e in generale più “reattiva” nei cambi di direzione; CBR500R, fa la differenza sul motore… i cc in più si sentono molto, soprattutto nell´erogazione ai medi regimi. Questo in estrema sintesi e semplificando 😉

  4. Paolo Vani via Facebook

    2013/05/16 at 5:04 PM

    manca solo il test della naked! 😉

  5. Saverio Savex Sacchi via Facebook

    2013/05/16 at 5:05 PM

    Tra ninja 300 e cbr500 che differenze significative avete trovato(a parte l’estetica, che è soggettiva)?

  6. Pianeta Riders via Facebook

    2013/05/16 at 5:05 PM

    Paolo,
    a brevissimo abbiamo ben 2 naked in arrivo. Oltre al CB500F, appunto, anche la StreetTriple 2013. Bellezze “nude” a volontà

    Saverio,
    benché ufficialmente non abbiamo ancora pubblicato nulla sul Ninja 300, avendola utilizzata abbastanza, in estrema sintesi posso dirti questo: NINJA 300, impostazione di guida più sportiva e in generale più “reattiva” nei cambi di direzione; CBR500R, fa la differenza sul motore… i cc in più si sentono molto, soprattutto nell’erogazione ai medi regimi. Questo in estrema sintesi e semplificando

  7. Michele Menci

    2013/05/17 at 10:09 AM

    Ohi ragà in settimana prossima mi arriva la f poi vi dico 😉

  8. Pianeta Riders

    2013/05/17 at 10:12 AM

    Complimenti Michele… ottima scelta. Aspettiamo le tue impressioni (settimana prossima, a te arriva la F, noi facciamo uscire il TEST… magari ne chiacchieriamo insieme lì 😉 )

  9. Fabio V Maddiona

    2013/05/17 at 10:49 AM

    prezzo eccessivo considerando che con 600 euro in più si possono avere il doppio dei cavalli e scarico akrapovic della 600F. Poteva essere interessante se stava sui 75 cv e costava 500 euro in –

  10. Pingback: Video: Itinerario Moto Umbria: Gubbio, Scheggia, Bocca Serriola | Pianeta Riders

  11. Pingback: Toscana in Moto: le province di Siena e Grosseto (video) | Pianeta Riders

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in prove