Connect
To Top

Test gomme: Michelin Anakee III… around the world

La novità Michelin 2013, nel segmento Trail, si chiama Anakee III. Rivoluzionate rispetto al prodotto precedente, rappresentano un alleato prezioso sulle moderne Maxi-enduro e CrossOver. La prova di PianetaRiders.IT

[divider]

Votate ad un utilizzo più stradale rispetto alla precedente generazione, la nuova versione degli pneumatici Michelin per le moto all-arounder è stata totalmente rivista, profondendo maggiore attenzione alla resa chilometrica e al piacere di guida. Non semplice evoluzione, ma vera e propria rivoluzione: le nuove Anakee III rappresentano un passo avanti anche per ciò che concerne le doti di stabilità in piega ed in frenata. Ma andiamo con ordine e scopriamole nel dettaglio.

[divider]

Chilometri in più grazie alla silice e alla tecnologia HMLS

Destinati prevalentemente all’utilizzo stradale (90% road 10% off road), con le nuove Anakee III i tecnici di Clermont-Ferrant sono riusciti a realizzare un prodotto che manda definitivamente in pensione il pur valido Anakee II

Migliorate nella stabilità in piega, oltre che nella maneggevolezza (con profilo rivisto nella zona centrale, ora più “a punta” rispetto al passato), la nuova carcassa grazie all’adozione di cords in polyestere (HMLS) e fibre aramidiche offre una maggiore rigidità e risposta alle asperità del terreno. Nuova anche la mescola del battistrada: realizzata in silice (in luogo del classico nerofumo), ha consentito l’aumento di aderenza del 25% rispetto al passato, incrementando inoltre la durata chilometrica del 20% (test Dekra). Il tutto intervenendo anche sul rapporto pieni-vuoti, diminuito del 10% rispetto all’ Anakee II.

Testate tra i birilli…

Sul tracciato di prova messo a disposizione per i test di handling, il grande lavoro dei tecnici Michelin ha dato i suoi frutti. Per comprendere meglio il comportamento dinamico, ci è stata data la possibilità di un confronto con le  Anakee II. Con quest’ultime, nella guida sullo stretto avvertivamo un’ottima fase di discesa in piega, a cui però seguiva una certa “durezza” quando si richiedeva al mezzo di aumentare l’angolo di inclinazione. Con le III, questa sensazione è del tutto azzerata, e si riescono ad eseguire anche micro-correzioni in totale scioltezza. Merito del nuovo profilo, con la misura di corda della zona centrale del battistrada particolarmente azzeccata; ma anche di un miglior controllo delle deformazioni dello pneumatico, garantite dall’apporto delle fibre in poliestere.

… e su strada

Portate a spasso sulle strade di montagna, la sensazione di miglior padronanza nelle traiettorie è stata pienamente confermata. Sia nell’affrontare lunghe serie di “esse”, che stretti tornanti, la guida è sempre fluida e precisa, con la moto che si disimpegna bene nei cambi di direzione, risultando allo stesso tempo rigorosa quando si è in appoggio. Il grip offerto è notevole, merito anche del più favorevole rapporto tra pieni e vuoti, mentre, grazie alla nuova tecnologia costruttiva, in presenza di forti folate di vento, o viaggiando a velocità elevate, non abbiamo avvertito l’innesco di qualsivoglia ondeggiamenti. Anche esagerando con il gas, in uscita dai lenti tornantini, la risposta è buona, la traiettoria non allarga, con la moto che prosegue “granitica” come su una rotaia.

[divider]

In conclusione

Nell’introduzione abbiamo parlato di “rivoluzione” e non di semplice evoluzione, ed alla luce dei fatti, diremmo che questo termine ci appare più che azzeccato. Step in avanti deciso delle Anakee III, che riescono ad evolvere egregiamente rispetto ad un prodotto già di per sé valido come le II, con una serie di migliorie ben mirate per riuscire a dare il massimo supporto ai tanti Riders viaggiatori che chiedono da questa tipologia di prodotto grande comfort e sicurezza, resa chilometrica, e piacere nella guida. Seppur a scapito della resa in off-road, per la quale, però, sono altri i prodotti a cui rivolgersi.

[box type=”shadow” align=”alignleft” width=”610″ ]

Misure disponibili

Anteriore

  •   90/90 – 21 M/C 54S TL/TT
  •   90/90 – 21 M/C 54H TL/TT
  •   90/90 – 21 M/C 54V TL/TT
  •   100/90 – 19 M/C 57H TL/TT
  •   110/80 R 19 M/C 59H TL/TT
  •   110/80 R 19 M/C 59V TL/TT
  •   120/70 R 19 M/C 60V TL/TT*

Posteriore

  •   130/80 R 17 M/C 65S TL/TT
  •   130/80 R 17 M/C 65H TL/TT
  •   140/80 R 17 M/C 69H TL/TT
  •   150/70 R 17 M/C 69H TL/TT
  •   150/70 R 17 M/C 69V TL/TT
  •   170/60 R 17 M/C 72V TL/TT*

* Approvato da  BMW  per 1200 GS

[/box] [box type=”shadow” align=”alignleft” width=”610″ ]

Abbigliamento Tecnico della prova

  • GIUBBOTTO: IXON Oxigen (perfetto per l’utilizzo anche nella bella stagione. Grazie all’efficace impianto di aerazione, infatti, si trasforma in un 4 stagioni rimuovendo la calda imbottitura. Un capo che combina elevata vestibilità a buone doti di protettività)
  • GUANTI:  ALPINESTARS SP-1 (comfort elevatissimo, grazie al disegno anatomico e alla morbidissima pelle, si tratta di un prodotto “premium” di grande qualità e capacità protettiva. L’ideale su moto sportive e naked di ultima generazione )
  • STIVALI: ALPINESTARS SM-X 5 (stivale versatile per prestazioni. Ottimo su strada, va bene anche in pista. Buona la sensibilità al piede e, al tempo stesso, si garantiscono sicurezza e prevenzione da urti o pericolose torsioni della caviglia).
  • CASCO: SHARK Speed R (comodo nella calzata, con un buon isolamento dai rumori esterni).
[/box]

1 Comment

  1. Luigi

    2013/04/05 at 11:12 AM

    Hanno fatto bene tanto con quelle moto ci vanno tutti in ufficio altro che RAID…..ahahahahahhah 😀

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Pneumatici