Connect
To Top

Alessia Polita: “Per la moto ho dato tutto e non me ne pento”

Duro sfogo di Alessia Polita. Urlo di rabbia contro l’attuale situazione, contro i “soliti benpensanti”, ed infine, un appello…    

Sono le parole certamente di una persona che in questo momento, cerca dentro di sè la forza, il coraggio per rialzarsi ed andare avanti con fiducia, con speranza, con consapevolezza. Alessia, picchia duro, batte i pugni, non ci sta a ciò che sta vivendo. Affonda la lingua come una tagliente lama in petto al Destino. Si scuote, come una fiera incatenata, lotta, sbuffa, non vuole sentirsi esempio per nessuno, ma sente che forse molto può a se stessa, ed a chi gli sta intorno. Alessia Polita, buon per lei, è già esempio, di persona coraggiosa, forte, che riesce a trasmettere alla gente passione, ardore per ciò che si ama di più… per ciò che si desidera di più. Le sue parole sono dure, ma sincere, di ragazza genuina, cresciuta nel suo caso a “pane e cordoli”, parole di una Donna che ama le moto, ma ama chi le sta vicino e la vita ed aspetta che questa gli restituisca, almeno in parte ciò che ha allontanato… almeno in parte.

“Non mi serve essere di esempio a nessuno! Dentro Montecatone e nel mondo ci sono tante e forse troppe persone che si trovano nella mia condizione ed anche peggio. Ognuno di noi, con fatica, sofferenza, giorni stralunati, giorni duri e dolorosi, sono andati avanti in un modo o nell’ altro!! “

“Non mi interessa farmi vedere come una persona forte, perché mi sono rimboccata le maniche come tutti qua dentro e ho preso consapevolezza di quello che sto vivendo, anche piangendo, anche stando in giro la notte e chiedermi perché… “

Molti dicono con cattiveria e ignoranza… “Nessuno le ha chiesto di andare in moto” … Avete ragione, ma c’è chi decide di studiare per diventare avvocato e chi decide di andare avanti nello sport!!! Io ho sacrificato tutto per le moto e non me ne pento!!!”  il suo urlo… il suo animo battagliero che viene fuori e fa sentire alta la voce. Ed infine un appello, un ultimo acuto per una persona che, il Fato avverso, ora tiene lontano da lei, e che, speriamo presto, tornerà a respirare di fianco a lei, a vivere accanto a lei, ad essere forte insieme a lei “E tu … muoviti che eri il mio aiuto più grande! Le chiacchiere poi volano al vento!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Personaggi