Connect
To Top

Yamaha YZF-R3 2015: caratteristiche e foto

Yamaha R3, ovvero, la nuova sportiva per chi possiede la patente A2: caratteristiche, prezzo, scheda tecnica e gallery foto

[divider]

Per i possessori di patente A2, o per chi desidera una sportiva dalle prestazioni non esagerate, e vuole godersi un approccio graduale e non troppo impegnativo dal punto di vista psico-fisico al mondo dei semi-manubri, YAMAHA propone la nuova YZF-R3: grinta, carattere, leggerezza ed un’estetica davvero azzeccata. A completare il pacchetto, l’ottimo rapporto qualità/prezzo. Yamaha YZF-R3 2015 sarà disponibile nelle colorazioni Race Blu e Black a partire da Aprile 2015, a 5.390 € f.c

[divider]

MOTORE

La nuova YZF-R3 è equipaggiata col nuovo bicilindrico frontemarcia da 321 cc. Ecco i numeri: rapporto alesaggio x corsa 68,0 mm x 44,1 mm e rapporto di compressione 11,2:1; potenza massima 42 CV a 10.750 giri/min; coppia massima 29,6 Nm  a 9.000 giri/min.

Distribuzione diretta, come su R1. Il trapianto di tecnologie dalle R-series di cilindrata superiore alla nuova YZF-R3 è notevole, e comprende – tra le varie cose – anche il design della distribuzione. Su YZF-R3 gli unici componenti tra la camma e la valvola sono il bicchierino e il piattello, una distribuzione diretta compatta e leggera, che assicura prestazioni eccellenti, specialmente al limite della zona rossa.

CICLISTICA

Leggero telaio a diamante. YZF-R3 adotta un telaio tubolare in acciaio a diamante dal nuovo design, sviluppato con l’impiego delle più recenti tecnologie di analisi strutturale. I tubi principali sono in acciaio e misurano 35 mm di diametro, ed il compatto motore da 321 cc ha una funzione portante a quattro punti d’ancoraggio, tre rigidi ed uno in gomma.

Con il peso di soli 169 kg in ordine di marcia (con tutti i serbatoi dei liquidi pieni), YZF-R3 è stata pensata per attrarre i piloti che vogliono passare dalla 125 cc ad una cilindrata superiore, e anche per invogliare all’acquisto i neofiti con un’esperienza di guida limitata. Considerando queste fasce di pubblico, i tecnici Yamaha hanno sviluppato una ciclistica che offre una guida prevedibile e rassicurante. L’interasse è relativamente corto, 1.380 mm, l’inclinazione del cannotto di sterzo è di 25,5 gradi, e l’altezza della sella è contenuta (780 mm) per aumentare la confidenza del pilota. Anche la distribuzione dei pesi è significativa: si avvicina molto al 50/50 tra avantreno e retrotreno, tutti dati che, sommati all’uso di pneumatici da 17 pollici e alla centralizzazione delle masse, rendono la moto gestibile e maneggevole, in città e nei percorsi extraurbani.

Forcellone lungo tipo R1. Il forcellone lungo con i suoi 573 mm offre ad YZF-R3 lo stesso rapporto forcellone/interasse della mitica YZF-R1, per una tenuta di strada granitica in rettilineo ed un trasferimento di potenza più efficace alla ruota posteriore. Realizzato in acciaio pressato e con un design asimmetrico tra il lato destro e quello sinistro, il forcellone garantisce un ottimo bilanciamento tra peso, resistenza e rigidità.

Sospensioni leggere. La forcella di YZF-R3 adotta massicci steli da 41 mm di diametro, il massimo nella categoria. La piastra superiore di sterzo ed il supporto inferiore sono in alluminio, l’escursione della forcella è di 130 mm, per offrire un’azione progressiva ed una sensazione di rigidità che contribuisce a una guida prevedibile, che ispira confidenza da subito. La sospensione posteriore Monocross ha un’escursione di 125 mm, ed ha un peso contenuto, per una guida fluida e confortevole. Il compatto ammortizzatore è montato direttamente sul forcellone lungo, e la geometria tra sterzo, forcellone e mozzo della ruota posteriore è stata ottimizzata, per aumentare la stabilità della moto, ed esaltare il carattere adrenalinico ed eccitante della moto in accelerazione e frenata.

[divider]

Yamaha R3 m.y. 2015 in sintesi

  • Modello Supersport per patentati A2
  • Bicilindrico frontemarcia da 321 cc, 4 tempi, 4 valvole DOHC, raffreddamento a liquido
    • Potenza massima 30,9 kW/42 CV @ 10.750 giri/min
    • Coppia massima 29,6 Nm/3.0 kg-m @ 9.000 giri/min
    • Leggero telaio tubolare in acciaio a diamante
    • Distribuzione dei pesi vicina al 50/50
    • Interasse corto, 1.380 mm
    • Forcellone lungo ispirato a YZF-R1, con lo stesso rapporto forcellone/interasse
    • Forcella con steli da 41 mm ed escursione di 130 mm
    • Sospensione posteriore Monocross con 125 mm di escursione
    • Leggeri cerchi in alluminio a 10 razze
    • Freni a disco anteriore da 298 mm, posteriore da 220 mm
    • Strumentazione multifunzione, contagiri analogico e tachimetro digitale
    • Altezza sella 780 mm, selle pilota e passeggero separate
    • Semimanubri clip-on con angolo di sterzo di 68 gradi
    • Serbatoio da 14 litri
    • Peso di soli 169 kg in ordine di marcia


1 Comment

  1. Andrea Crociara

    2014/10/16 at 3:12 PM

    Onestamente le livree sono carine, ma è molto più povera ciclisticamente e non solo della R125, questa è una moto ideata per il mercato asiatico, l’unico mercato in attivo economicamente…

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in News