Connect
To Top

Triumph Tiger 800 “standard” 2011: caratteristiche tecniche, accessori e gallery

(articolo di Fabrizio Farinoni)

L’avevamo già preannunciata a metà settembre, e più volte ne abbiamo parlato in questi mesi, ma ora possiamo dirvi qualcosa in più in merito alla nuova Triumph Tiger 800 2011 versione “standard” (QUI, invece, la versione più specialistica XC).

Se è vero che il mercato ha consolidato il target delle maxi enduro sui 1200 cc, è altrettanto vero che, sempre più spesso, le case produttrici stanno puntando al segmento delle giramondo di media cilindrata. E con la Tiger 800 2011, Triumph si inserisce per la prima volta in questo settore, pronta a creare subito scompiglio.

La Tiger 800 standard si rivolge al prototipo di motociclista cui piace macinare chilometri comodamente, prediligendo la maneggevolezza e il confort (tanto invidiati ai moderni enduroni) senza fare a meno delle prestazioni. Ed eccolo accontentato. Il motore tre cilindri da 799cc che la equipaggia la moto è capace di erogare una potenza di 95CV e una coppia pari a 79 Nm, posizionandosi così al vertice della categoria. Un mix di prestazioni e agilità, cui giova il peso ridotto (210 kg in ordine di marcia sono veramente pochi) e l’adozione di cerchi in lega leggera a 10 razze che rendono questa street-tourer una libellula tra le curve. Il tutto agevolato da un telaio in tubi d’acciaio che riduce l’interasse.

Dal punto di vista ciclistico, troviamo, all’anteriore, una forcella a steli rovesciati da 43mm pensata per assorbire al meglio le asperità della strada; al posteriore, invece, un mono regolabile nel precarico che consente al pilota di trovare sempre il giusto setting in base alle sue esigenze.

Che la sicurezza sia importante, soprattutto quando parliamo di due ruote, alla casa di Hinckley, poi, non va certo rammentato. I due dischi anteriori da 308mm, morsi da pinze flottanti a doppio pistoncino, agiscono tramite il sistema ABS che può essere inserito e disinserito a discrezione del pilota, pigiando semplicemente un bottone.

A favore del feeling e della praticità di guida i tecnici inglesi hanno pensato bene di introdurre, per la felicità dei viaggiatori, interessanti regolazioni: l’altezza della sella da 810 mm può passere a 830 mm mentre la distanza dal manubrio è regolabile su due differenti posizioni. Inoltre il passeggero potrà tranquillamente godersi il panorama aggrappato alle comode maniglie. E per non avere il timore di lasciare la propria moto incustodita, Triumph offre la chiave con immobilizer di serie.

Chi invece non può fare a meno dei lunghi tragitti e ama l’avventura, infinita è la gamma di accessori : borse morbide e rigide, bauletto, rilevatore di pressione dei pneumatici, parabrezza maggiorato regolabile, cavalletto centrale, paramani, paramotore in alluminio, barre paramotore e parafango alto.

Vedremo se questa enduro made in GB riuscirà a mettere i bastoni tra le ruote alla ormai affermata e apprezzata Bmw F800 GS. Intanto godiamoci QUI la ricchissima foto-gallery della Tiger 800 (e 800XC).


1 Comment

  1. Pingback: Focus Triumph Tiger XC 2011: come un coltellino svizzero (video) | Pianeta Riders

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in foto