Connect
To Top

Tripletta Triumph Bonneville all’Intermot: Newchurch, Spirit e T214

Direttamente da Hinckley a Colonia, la casa britannica presenta tre edizioni speciale dell’affermata Bonneville: la Newchurch, la Spirit e la T214.

[divider]

È noto che la Bonneville si presta a numerose personalizzazioni, dando modo di trasformare radicalmente il prodotto di serie realizzato dalla Triumph. Ma da Hinckley ,negli ultimi anni, ci hanno abituato a frequenti edizioni speciali già caratterizzate da una customizzazione di partenza più elaborata: una su tutte la Steve McQueen tribute bike. All’intermot di Colonia la Triumph presenta ben tre modelli che hanno il loro punto di forza nella caratterizzazione di particolari, spesso personalizzati da subito da parte degli stessi motociclisti. Il cuore pulsante resta sempre il classico e fedele propulsore da 865 cc raffreddato ad aria e dall’inconfondibile aspetto, inclusi i finti carburatori, che grazie alla sua progettazione e calibrazione ha reso la Bonneville una moto versatile e piacevole. La ciclistica e la distribuzione non sono state modificate, mantenendo il comfort e l’agilità di sempre.

Newchurch

BONNEVILLE_SE_2015_003

La Newchurch special edition è una Bonneville dal fascino marcato. Risalta immediatamente la verniciatura a mano del serbatoio realizzata con linee classiche e disponibile negli abbinamenti di colore Cranberry Red / Pure White oppure Sapphire Blue / Pure White. Quasi a contrasto, spariscono le cromature e le parti lucide; supporto faro, manubrio, specchietti, molle e cerchi in lega a sette razze con strisce a contrasto sono stati presentati in stile “all black” a vantaggio di un look più contemporaneo. La Bonneville Newchurch nasce per celebrare l’evento annuale dei Tridays, i Triumph days, che ogni anno richiama in Austria da tutta Europa e non solo gli afficionados della casa inglese. Disponibile da marzo 2015 nelle concessionarie al prezzo di € 8.600.

Spirit

BONNEVILLE_SE_2015_005

La seconda special edition è stata battezzata Spirit: il nome che è tutto un programma, oltre ad essere il nome della rivista interna della Triumph. La Spirit è stata sviluppata sulla base della T100 e anche in questo caso colpisce immediatamente la particolare e unica colorazione chiamata Spirit Blue / New England White, assente il fregio lucido sostituito con la scritta Triumph in stile contemporaneo realizzata in bianco su blue, anzi su Spirit blue. La sella presenta delle cuciture bianche che risaltano molto in contrasto con il nero dei fianchetti, del manubrio, degli specchietti e del parafango anteriore. Anche i mozzi e il contorno dei cerchi sono in nero creando un piacevole contrasto con il lucido dei raggi dei cerchi. Al centro del manubrio, proprio sotto i nostri occhi, la Triumph ha piazzato la placchetta che riporta modello e nome: “Bonneville Spirit”. Faro anteriore nero e compatto di diretta ispirazione della scrambler di casa e parafango posteriore corto, sportivo come quello della truxton. La spirit forse ancora più della Newchurch fa risaltare i contrasti tra il richiamo alle moto classiche, con la scelta della colorazione e i cerchi a raggi, alle intuizioni più contemporanee nello stile come il nero onnipresente e gli scarichi conici invece che a bottiglia. La Spirit sarà disponibile da marzo 2015 al prezzo di € 9.890.

T214 land speed

BONNEVILLE_SE_2015_001

Last but not least, stiamo parlando di moto inglesi in fondo, la bonneville T214 land speed limited edition. Un nome molto enigmatico che identifica addirittura una bonneville in produzione limitata a 1.000 esemplari che farà di certo gola ai collezionisti. Tanta “specialità” sta nel fatto che la T214 nasce per celebrare i 100 anni del record di velocità su terra conquistato da Johnny Allen nel 1956 proprio sulle Salts Flats (pianure salate) di Bonneville. Lo sviluppo di questo modello parte dalla T100 black e si inspira a rendere omaggio a quel primo record di velocità su terra. La colorazione scelta, Caspian Blue / Pure Ehite, è ispirata ai colori dell’originario Texas Cee-Gar del 1956 (oggi conservato presso il National Motorcycles Museum vicino a Birmingham), così come è stata riprodotta la bandiera a scacchi bianchi e rossi sui fianchetti. Il parafango anteriore blu, inoltre, riporta la stella bianca presente sulla punta dello steamliner. La sella dall’aspetto filante con cuciture a contrasto rosse insieme agli scarichi a bottiglia accompagna lo sguardo verso il corto parafango posteriore bianco. La T214 Land speed è di sicuro una Bonneville che non lascia indifferenti, già da ottobre 2014 nelle concessionarie al prezzo di € 10.190 insieme alla collezione di abbigliamento ispirate allo stesso record di velocità.


Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in News