Connect
To Top

Reevu Msx-1: il casco con retrovisore è in vendita

Il modello di punta della casa costruttrice inglese Reevu, il casco integrale Msx-1, regala ad ogni motociclista un inedito e sconosciuto punto di vista

[divider]

Quante volte, andando in moto, ci siamo chiesti se quell’automobilista che avevamo appena sorpassato ci avesse indicato a gesti la strada per mandarci ad un certo paese, o se la tipa a piedi avesse seguito con lo sguardo il passaggio di noi impavidi centauri… ma il ristretto campo visivo dei nostri specchietti ci ha lasciati sempre col dubbio.

La britannica Reevu, dopo anni di progettazione (i primi rumors risalgono al lontano 2006), ha finalmente immesso sul mercato il suo Msx-1, casco dotato di “rear view tecnology”, tecnologia tutelata da un brevetto internazionale. Il sistema di visione posteriore è costituito da un complesso meccanismo di rifrazione delle immagini catturate dalla lente posteriore, fino alla lastra in policarbonato posta nella parte alta della visiera. In sostanza, nel momento in cui il motociclista abbassa lo specchietto in policarbonato dalla parte frontale del casco, tutto ciò che accade alle sue spalle per un angolo di 180° circa viene proiettato sul visore nella parte alta del suo campo visivo, a portata di colpo d’occhio.

reevu-msx-1

La presenza nella calotta superiore del casco del sistema per la visione posteriore non ha reso l’Msx-1 un casco sgraziato. La piccola cresta risulta ben armonizzata con le linee filanti del casco. Da sottolineare, che gli studi di design sono stati fatti in Italia così come la stessa Reevu sottolinea.

Anche il fattore sicurezza è stato tenuto in debito conto. Il casco ha superato le prove di omologazione europee in maniera soddisfacente, prevedendo anche zone di resistenza sulla calotta di densità variabile. In caso di impatto, la lente interna per la visione posteriore non costituisce un rischio per il volto del motociclista, essendo interamente in policarbonato infrangibile. La Reevu ha anche provveduto a dotare il sistema di rifrazione di un filtro contro i rischi di accecamento dovuti a luci abbaglianti di veicoli alle spalle del motociclista.

Alla prova dei fatti, i motociclisti che per primi lo stanno sperimentano, sembra siano rimasti soddisfatti da questo innovativo MSX-1 a proiezione posteriore, nonostante qualche dubbio iniziale dovuto a timori di “messa a fuoco” tra visione normale e visione posteriore… nonché in merito al disorientamento che avrebbero potuto provocare oggetti apparsi  improvvisamente nel campo visivo posteriore e percepiti invece come ostacoli frontali,  con conseguente inchiodata. Sembra infatti che, dopo un po’ di pratica, gli aspetti positivi di utilizzare un casco Msx-1 sopravanzino i timori e i dubbi. A ben vedere, in versione ottimizzata, anche l’utilizzo in pista potrebbe trarne beneficio, eliminando le sbirciatine sopra la spalla o sotto l’ascella per controllare l’inseguitore di turno.

Diciamoci la verità: noi motociclisti spesso siamo tradizionalisti e quantomeno latentemente refrattari alle innovazioni. Ma il futuro incalza e la tecnologia si spinge sempre oltre, anche in campo motociclistico. Al punto che la stessa Reevu ha già in fase di sviluppo il successore del suo Msx-1, che sarà in grado, tramite visore hud (head up display) di fornire ogni sorta di informazione, dalla velocità ai dati di navigazione. Rumors parlano addirittura di avveniristiche applicazioni racing, come la possibilità di proiettare su hud  informazioni quali ad esempio il tempo sul giro.

Vista la celerità degli sviluppi tecnologici – i google glass sono già una realtà – per tutti i motociclisti addicted di tecnologia forse manca davvero poco al giorno in cui, indossando il nostro casco per andare al lavoro, saremo accolti dalla voce della nostra moto che ci da il “buongiorno”, ci informa sulle condizioni meteo, proietta il percorso migliore sulla visiera in base alla condizione del traffico e, mentre aspettiamo che la temperatura del motore visualizzata sull’hud sia ottimale, ci farà sentire un po’ come Tony Stark, quando abbassa la maschera di Iron Man.  


3 Comments

  1. Mao

    2014/07/07 at 12:11 PM

    In effetti la paura di confondersi l’avrei anch’io, ma mi piacerebbe tanto provarne uno 🙂

  2. Zeno Lucchetti

    2014/07/07 at 2:23 PM

    Ben venga il Reevu!La sicurezza non basta mai……..

  3. Davide Oratino

    2014/07/07 at 6:00 PM

    Così gli specchietti non servono più 😉 quindi via specchietti holee!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Abbigliamento, ricambi e accessori