Connect
To Top

Millepercento inaugura uno store a Milano e presenta la nuova Scighera

Siamo stati all’inaugurazione del nuovo store milanese Millepercento. Nell’occasione è stata presentata la nuova esclusiva naked Scighera

[divider]

Scighera, ovvero, nebbia in dialetto brianzolo. Questo è il nome con cui Stefano Perego, proprietario e fondatore della Millepercento, ha voluto battezzare l’ultima creazione dell’azienda di Verano Brianza.

Ieri sera la Millepercento ha inaugurato il suo nuovo store, collocato nel quartiere storico Milanese, il quartiere Isola (conosciuto anche come “moto quartiere”), presentando una nuova bicilindrica. Lo store, in Piazzale Lagosta 1, è molto accogliente e curato. Per l’arredamento sono stati utilizzati materiali di riciclo ed eco-sostenibili: il legno la fa da padrone, viene definito un “bosco cittadino”. L’ecologia e l’ecosostenibilità sono il filo conduttore su cui la Millepercento ha puntato; infatti, oltre alle Moto Guzzi e alle creazioni motociclistiche artigianali, troviamo abbigliamento griffato “Millepercento” e prodotti molto particolari come scarpe, orologi, tutti rigorosamente ricercati e unici da un punto di vista “eco”… oltre alle bici elettriche, vero trend del momento.

Questo nuovo store non vuole essere solo una “vetrina Milanese”, ma un vero e proprio punto di riferimento per il capoluogo lombardo, tenendo conto anche della prossima apertura dell’ Expo. Torniamo però alla protagonista incontrastata della serata: Scighera, ovvero, la nebbia, qualcosa di impalpabile, sfuggente e misterioso.

Questa motocicletta nasce dalla volontà di Stefano Perego di creare una naked su base Alba. Per rendere possibile tutto ciò, Millepercento intraprende una collaborazione con le officine Rossopuro di Pescara: il risultato è una naked unica e accattivante. Il curatore e creatore di questa bike è Filippo Barbacane (Rossopuro).

Rispetto alla Millepercento Alba, la Scighera si è spogliata di tutto, tenendo solo telaio e motore (un 1150 cc 4 valvole), per poi aggiungere una serie di particolari e componenti di pregio. Filippo ci racconta che per ottenere la moto finita non è partito da un “disegno preciso” ma l’ha completata piano piano aggiungendo le varie parti, ma tenendo come riferimento la leggerezza. Il colore dominante sono il nero e l’alluminio. La particolare forcella nera da Ø48 è Ohlins fissata al telaio con massicce piastre di ergal ricavate dal pieno; Ohlins è anche il mono posteriore. Poi freni Brembo Ø320 con pinze radiali a 4 pistoncini, mentre i cerchi a raggi sono della Borrani. Il radiatore dell’olio è stato posizionato sotto il motore e per “raffrescarlo” è stato predisposto un carter sotto i collettori con due generose prese d’aria; un particolare che è impossibile non notare.

La Scighera sarà disponibile i primi mesi del 2015 ad un prezzo sicuramente non per tutti, ma giustificatissimo per un modello unico “handmade”: a partire da 29.000 euro, fino ai 34.000 del modello presentato.


Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in News