Connect
To Top

LeoVince, salva grazie alla polacca Promet

L’impianto siderurgico della società Promet sarà riattivato per la produzione e vendita  di tutti i prodotti a marchio LeoVince e Sito.

[divider]

Dopo la notizia della chiusura per fallimento della società LeoVince, arrivano ora importanti novità per il famoso marchio. Grazie ad una serie di accordi strategici, gli impianti metallurgici della polacca Promet sp. z o.o. che per circa 15 anni si sono occupati della produzione dei prodotti LeoVince, saranno riattivati per continuare a sostenere il famoso marchio di scarichi aftermarket. Nei piani per l’immediato futuro, oltre ad una riorganizzazione della forza lavoro, ci sarà la realizzazione di un nuovo reparto di Ricerca e Sviluppo che avrà come scopo la nascita di nuovi prodotti per un rilancio in grande stile. L’obiettivo è quello di aumentare la presenza internazionale dei marchi LeoVince e Sito, oltre a continuare a sostenere la rete di vendita.

Tim Calhoun, CEO di LeoVince USA ha dichiarato: “Siamo felici di annunciare la ripresa dell’attività di questo prestigioso marchio. Maggiori dettagli sull’operazione li forniremo nei prossimi mesi”

6 Comments

  1. Gio' Bellocchio

    2014/01/22 at 9:06 AM

    che penosa presa per i fondelli.

  2. Fil Ronzulli

    2014/01/22 at 9:17 AM

    C’è chi lo diceva giá da quando annunciarono la chiusura

  3. Ivan Mezzanotte

    2014/01/22 at 11:15 AM

    Mai piu leovince!!!

  4. Tomaž Pertoci

    2014/01/22 at 12:33 PM

    Akrapović is N1.

  5. Cosimo

    2014/01/23 at 7:09 PM

    I proprietari della Promet son gli stessi della Sito. Appare una manovra per non pagare debiti e far fuori i dipendenti. Dipendenti che la proprietà, pur conoscendoli personalmente uno a uno, ha sempre rifiutato di incontrare. Ancora oggi dovrebbero occuparsi di documenti per fargli avere almeno la cassa e/o mobilità e con varie scuse tardano sempre. Boicottateli.

  6. bikeforever

    2014/01/31 at 5:49 PM

    Comunicato stampa della FIM CISL di Cuneo e la
    RSU aziendale della Sito Gruppo Industriale Spa

    La Fim Cisl e la RSU aziendale della Sito Gruppo Industriale di Monticello d’Alba hanno dichiarato una mobilitazione di tutti lavoratori a partire da
    Lunedi 27 gennaio
    con presidio a oltranza dello stabilimento in fraz. Sant’ Antonio

    Lo scopo del presidio e’ quello di ottenere ad un tavolo di discussione sul futuro della Sito attualmente in fase di pre concordato preventivo chiesto il 26 di ottobre 2013 al Tribunale di ASTI e accolto in data 29 novembre 2013.

    La proprietà rappresentata dalla famiglia Mollo ha scaricato ogni responsabilità sui consulenti e collaboratori, scegliendo la fuga dalle responsabilità e dal mettere la faccia nei confronti di circa 70 lavoratori e le loro famiglie di fatto in mezzo alla strada.

    Contemporaneamente inondano la rete di comunicati e accordi commerciali con varie società di distribuzione di marmitte in Europa e in Italia e ipotesi di vendita della SITO e i suoi marchi a non meglio identificati acquirenti.

    Da 5 mesi l’attività industriale della Sito a Monticello e’ totalmente ferma e dipendenti in CIGS.

    La proprietà è responsabile in prima persona della grave crisi che ha colpito questa storica azienda ed in prima persona ha l’onere di rispondere ai lavoratori, alle RSU aziendali ed al sindacato sulle scelte che si vanno compiendo.

    Si chiede quindi sia immediatamente attivato un tavolo di confronto e di discussione sindacale sul futuro della Sito e dei suoi lavoratori.

    Presidio a oltranza per l’incontro e per un progetto di rilancio industriale a salvaguardia delle competenze professionali e dell’occupazione.

    FIM CISL CUNEO
    RSU
    SITO Gruppo Indudtriale

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in News