Connect
To Top

La Dakar, competizione rallystica più famosa al mondo, scalda i motori: introduzione, percorso e calendario 2011

(articolo di Fabrizio Farinoni)

Vi diamo qualche indizio: tutti noi, motociclisti e non, ne siamo affascinati; è considerato uno dei Rally più ardui che un UomoRiders possa affrontare; è un concentrato unico di sensazioni e paesaggi – letteralmente da infarto – che possiamo ritrovare solo su Discovery Channel. Avete capito di cosa stiamo parlando? 

Se non ci siete ancora arrivati, probabilmente abbiamo tralasciato un particolare importante, se non fondamentale. Macchine, moto, quad e autocarri affrontano questa competizione che non può fare a meno del tanto amato\odiato elemento granulare che la contraddistingue: la sabbia.

Ora, è evidente che ci stiamo riferendo alla straordinaria Parigi–Dakar (d’accordo, era evidente già dal tittolo), competizione enduristica per eccellenza pronta a ripartire per la sua 32° edizione. Il 2011 oramai è alle porte e i suoi protagonisti si stanno preparando da tempo per affrontare al meglio questo importante evento in programma dal 1 al 16 gennaio.

Anche in questa edizione si proseguirà con l’esplorazione del continente sud americano – come avvenuto nel 2009 e 2010 – con un impressionante potenziale di siti ancora da scoprire. Si partirà da Buenos Aires, si viaggerà a nord approdando in Cile, per poi ritornare nella capitale Argentina. Non solo. Il percorso toccherà i confini dei paesi limitrofi catapultando i concorrenti in ambienti sempre diversi, immersi in un caleidoscopio di colori. Ciò significa che capacità di adattamento e orientamento saranno le doti che, più di tutte, premieranno i partecipanti della Dakar 2011.

httpv://www.youtube.com/watch?v=-CBSauqFhJY

E poi non poteva mancare lui, il protagonista indiscusso dell’evento: il deserto. Le infinite distese di sabbia si riveleranno, come di consueto, selettive e metteranno alla prova le abilità dei piloti – qui i più esperti faranno la differenza e si distingueranno dal resto gruppo. Lo afferma lo stesso Direttore sportivo della Dakar David Castera:

“Una delle soddisfazioni stava nella scoperta di nuove aree più a nord. Il percorso, ai confini dei due paesi, contribuisce allo sviluppo di un tour denso e variegato. Il saldo a metà strada può essere incoraggiante per molti dilettanti, ma il viaggio di ritorno a Buenos Aires si annuncia temibile, con quattro tappe nelle quali sono raccolte tutte le difficoltà immaginabili nel deserto di Atacama”

Ancora una volta, quindi, questa Parigi–Dakar non sarà una passeggiata . E’ proprio la spettacolarità dell’evento, il motivo di tanto interesse da parte di motociclisti e amanti dell’avventura da tutto il globo. Interesse che in Italia crescerà visto che il bergamasco Giovanni Sala sarà nuovamente protagonista del rally più famoso del mondo, questa volta in veste di team manager del formidabile pilota spagnolo Marc Coma – vincitore delle edizioni 2006 e 2009. Dopo 10 gare corse da protagonista in sella alla KTM (nel 2006 giunse sul podio), il 6 volte campione del mondo di enduro, affronterà il rally “senza casco”. Un’ esperienza tutta nuova per Sala, che mai prima d’ora aveva ricoperto il ruolo di manager di un pilota. A seguire, il calendario delle tappe Dakar 2011:

Calendario de etapas Dakar 2011

Tappe Rally Dakar 2011
FECHA Partenza Arrivo
01-gen Buenos Aires Victoria
02-gen Victoria Córdoba
03-gen Córdoba San Miguel de Tucumán
04-gen San Miguel de Tucumán San Salvador de Jujuy
05-gen San Salvador de Jujuy Calama
06-gen Calama Iquique
07-gen Iquique Arica
08-gen Día de descanso
09-gen Arica Antofagasta
10-gen Antofagasta Copiapo
11-gen Copiapo Copiapo
12-gen Copiapo Fiambalá
13-gen Fiambalá San Juan
14-gen San Juan Córdoba
15-gen Córdoba Buenos Aires
16-gen LLEGADA

1 Comment

  1. Lemmy

    2010/11/30 at 7:03 PM

    Dakar!??ma la Parigi-Dakar è bella e finita da un pezzo…….l’Africa è la sua matrice competitiva,Thierry Sabine è morto e con lui quella gara nata per scommessa,dove ai suoi tempi si gareggiava con la XT500 o con i boxer…….ormai non ha più senso……l’ultimo pilota degno di prendere parte a tutto ciò è stato Meoni.Ma perchè non gli cambiano nome?!?
    Forse andrebbe bene :

    Pampa Rally

    Dalle Ande al mare

    Coast to coast en LatinoAmerica

    chi offre di più?!?!? :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Competizioni